Filomeno Lopes, in arte Fifito, è originario della Guinea-Bissau: un piccolo paese che si trova sulla costa occidentale dell'Africa. Ha studiato a Roma, dove vive attualmente, presso le Pontificie Università Urbaniana e Gregoriana di Roma. È scrittore e redattore per la Radio Vaticana. Dal 1998 si divide tra l'attività giornalistica e l'impegno letterario ed artistico per la pace e lo sviluppo nel proprio paese.
Attraverso l'arte, in modo particolare la musica, cerca di comunicare in modo sintetico ciò che dice in maniera più estesa nei suoi scritti filosofici, nell’ intento di poter coinvolgere le popolazioni del suo paese nel creare spazi ed occasioni di incontri e di dibattiti. Il suo primo album è Cercu Iabri è volto a sensibilizzare il suo paese sulla necessità di un clima di pace e di riconciliazione nazionale. Nel secondo album, Child-Eyes, affronta un'altra tematica fondamentale per la sopravvivenza del continente africano: la questione dei bambini. L’ album Maka tratta invece, il tema della leadership in Africa e nel mondo. La sua musica è essenzialmente una musica impegnata, che nasce con uno scopo sociale ed umanitario.
Dal punto di vista letterario ha pubblicato: Terzomondialità. Riflessioni sulla Comunicazione Interperiferica, Ed. L'Harmattan ,1997; Filosofia Attorno al Fuoco, Ed. EMI, 2001; Filosofia senza Feticci, Ed Associate, 2004 e La Storia sotto l'Albero, Ed. Cittadella Editrice.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Pubblicato in Storici e filosofi
Nato in Angola, ha svolto i suoi studi in Brasile e in Italia. Filosofo e antropologo, collabora con le Università di Bari, Lecce ed Urbino, dedicandosi allo studio sistematico delle filosofie e delle religioni africane, con particolare attenzione alla cultura Bantu.
Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: Kijila. Per una filosofia Bantu; Mwa Lemba. Per una teologia Bantu; Honga. Guida per una immersione felice fra i Bantu dell'Africa Nera; Kjmbanda. Guaritori e salute fra i Bantu dell'Africa nera; Talamungongo: lo sguardo dell'Africa verso il terzo millennio; Muxima. Sintesi epistemologica di filosofia africana , Edizioni Associate, 2002; Sarvas. Salute, salvezza, tecniche di rassicurazione e salvaguardia olistica nel pensiero nero africano, LBM, 2007. Molti suoi articoli, sulla "convivialità delle differenze", sono stati pubblicati in Italia e all'estero.
Pubblicato in Storici e filosofi
Martin Nkafu Nkemnkia, di nazionalità camerunense, laureato in filosofia e teologia, è docente di filosofia presso la Pontificia Università Lateranense, Gregoriana ed Urbaniana. Insegna comunicazione interculturale presso il centro interdisciplinare sulla comunicazione sociale, religioni e cultura in Africa nella facoltà di missiologia della Pontificia Università Gregoriana.
Collabora con la Radio Vaticana, ed è membro cattolico della consulta Antropologia Theologica Commissione Fede e Ordine della Conferenza Mondiale delle Chiese WCC.
È inoltre membro della Commissione di studio per l'approfondimento delle tematiche relative all'educazione interculturale nella scuola italiana del Ministero della Pubblica Istruzione.
Tra le sue opere: Il pensare africano come Vitalogia,Città Nuova Ed., 1997; Prospettive di filosofia africana, Edizioni Associate, 2001
Pubblicato in Storici e filosofi
Nato nel 1959 nel Congo-Brazzaville è in Italia dal 1979, si è laureato in Filosofia all'Università Gregoriana di Roma; in Giornalismo e Scienze politiche alla Luiss di Roma. Dal 1993 ha collaborato a numerosi programmi radiofonici e televisivi della Rai. Tra gli altri, "Permesso di Soggiorno" (Radiouno), "C'era una volta" (Rai Tre), e "Un Mondo a Colori" (Rai Due) di cui è stato autore e conduttore. Collabora con numerose testate italiane e straniere sui temi legati all'intercultura, ai rapporti Nord-Sud e alla globalizzazione. E' uno degli opinionisti e collaboratori "storici" di "Nigrizia", sulle cui pagine cura mensilmente la rubrica Sesto Continente. E' autore di opere dedicate ai temi della cultura e della geopolitica africana: Africa. La pentola che bolle, EMI, 2003; Congo. Ruanda. Burundi. Le parole per conoscere, Editori Riuniti, 2004; L'Africa in Pista, SEI, 2006. Docente nelle Università di Bologna (Master in Scienza della Formazione) e Milano (Corso di Laurea in Mediazione Linguistica Culturale). Attualmente ricopre la carica di Assessore alle Politiche Giovanili, Rapporti con le Università e Sicurezza del Comune di Roma.
E’ stato Assessore alla sicurezza, alle politiche giovanili e ai rapporti con le università del Comune di Roma.
Eletto parlamentare con l'Italia dei Valori nelle elezioni politiche dell’aprile 2008, è il primo parlamentare di colore della storia italiana.

Pubblicato in Storici e filosofi

Prosegue per tutto il mese di ottobre la mostra fotografica Il tallone di Alì, organizzata dalla Fondazione Sofia, che si occupa di cooperazione allo sviluppo in particolare nel campo dell'educazione e della salute in diversi paesi dell'Africa, Sud America e Asia. Si tratta di fotografie tratte dai loro progetti in Congo (nella regione di Kapanga, dove abbiamo un progetto di elettrificazione) e nel nord est dell'India (stato di Meghalaya e Assam). La mostra si tiene in via della Conciliazione 51, nella sede di Sofia Onlus.

Pubblicato in Mostre
Sabato 15 e domenica 16 ottobre l’associazione Destination West Africa organizza presso l'Intifada,  via di Casal Bruciato 15, uno stage di percussioni con Bayo Kankan, uno dei djembefola di spicco della nuova tradizione guineana.  Inoltre ci sarà uno stage di danza sui tamburi bassi con Sourakhata Dioubate.
Pubblicato in Musica

Mercoledì 10 dicembre 2014 ore 16.30 la Biblioteca Vaccheria Nardi, via Grotta di Gregna 37, ospita il prossimo incontro del Circolo di Lettura della Biblioteca che da alcuni anni promuove incontri mensili, il secondo mercoledì del mese dalle 16,30 alla 18.30, per condividere il piacere di leggere. Il tema di quest’anno sono gli scrittori dell’Africa sub sahariana. Un pomeriggio insieme per parlare di Wole Soyinka.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Mercoledì 10 dicembre 2014 ore 16.30 la Biblioteca Vaccheria Nardi, via Grotta di Gregna 37, ospita il prossimo incontro del Circolo di Lettura della Biblioteca che da alcuni anni promuove incontri mensili, il secondo mercoledì del mese dalle 16,30 alla 18.30, per condividere il piacere di leggere. Il tema di quest’anno sono gli scrittori dell’Africa sub sahariana. Un pomeriggio insieme per parlare di Wole Soyinka.

Pubblicato in Biblioteche di Roma
Pagina 15 di 15