Giovedì 26 maggio 2016 ore 18 al Teatro del Lido di Ostia, via delle Sirene 22, Territorio Narrante presenta Kobane calling, l’ultimo libro di Zerocalcare (Bao publishing): una testimonianza a fumetti, un viaggio nei luoghi e tra le popolazioni strette tra la resistenza all’ISIS e la ricerca di un’indipendenza etnica e sociale. Sarà presente l'autore. L'ingresso è gratuito.

Pubblicato in Libri

Mercoledì 13 luglio 2016 alle ore 19 presso Saporiti, viale gottardo 62, si terrà la prima presentazione del libro Variazioni di Luna. Donne combattenti in Iran, Kurdistan, Afghanistan, di Patrizia Fiocchetti (collana Zaatar, Lorusso Editore). Saranno presenti l'autrice e l'editore del libro. Letture a cura del gruppo "Noi e le parole".

Pubblicato in Libri

Lunedì 10 settembre 2018 alle 19, la libreria GRIOT, via di Santa Cecilia 1/a, presenta L’ultimo melograno del romanziere curdo–iracheno Bachtyar Ali (2018, Chiarelettere). Insieme all’autore partecipano Simona Maggiorelli, direttrice della rivista Left, Chiara Comito di Editoriaraba, Soran Ahmad dell’Istituto Internazionale di Cultura Kurda e il professore Adriano Rossi, Presidente dell’Ismeo.

Pubblicato in Libri

Venerdì 9 febbraio 2018 dalle ore 18.30 presso Csoa Sans Papier, via Carlo Felice 69, viene presentato l’ultimo libro di Claudio Calia, uno dei principali autori italiani di graphic journalism: Kurdistan, dispacci dal fronte iracheno. la testimonianza di un viaggio nel Kurdistan iracheno, durante il quale Claudio ha incontrato i ragazzi curdi, iracheni e siriani che animano i Centri giovanili aperti da Un Ponte Per… per offrire spazi di aggregazione e dialogo. 

Pubblicato in Mondo arabo

Domenica 25 marzo 2018, ore 18.30 presso Casetta Rossa, via Giovanni Battista Magnaghi 14 si terrà l'incontro Orrore Siria. Storie di bombe e di censure a cura della rete Nobavaglio e Casetta Rossa. Durante l’incontro verrà presentato e proiettato il documentario Bîra Mi' Têtin (Io ricordo), di Selim Yıldız, premiato in Italia e censurato in Turchia, sull’attacco aereo dell’esercito turco al villaggio di Roboskî. Interventi dell’inviato di ritorno dalla Siria de la Repubblica Gianpaolo Cadalanu; Silan Ekinci dell'associazione socio culturale Ararat e di UIKI Onlus, un rappresentante Rete Kurdistan Roma, e il regista Selim Yıldız in collegamento Skype. Al termine dell'incontro AperitivoSociale e LibriLiberiTutti.

Pubblicato in Mondo arabo

Venerdì 1 dicembre 2017 alle 20,30 il musicista curdo Diyar Üren Mehrovî farà una tappa da GRIOT, via di Santa Cecilia 1/a. Al termine del concerto un dolce momento di convivialità curda a base di falafel, borek, baklava e il famoso "qaçax çay".

Pubblicato in Musica

Dawla in arabo significa Stato ed è uno dei modi in cui gli affiliati dello Stato islamico chiamano la propria organizzazione. Gabriele Del Grande è andato a incontrarli in un avventuroso viaggio partito nel Kurdistan iracheno e terminato con il suo arresto in Turchia. Questo libro è il racconto delle loro storie intrecciate alla storia più grande dell’ascesa e della caduta dello Stato islamico.

Pubblicato in Gabriele Del Grande

Il Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, in collaborazione con il BiblioCaffè Letterario e l’associazione italo-iraniana Alefba organizzano un evento dedicato a Il Noruz nella cultura iraniana, curda e afghana, giovedì 22 marzo 2018 ore 18 presso il BiblioCaffè Letterario, via Ostiense 95. Il Noruz, letteralmente Nuovo Giorno, indica l’inizio del Nuovo Anno e si festeggia in diverse culture, fra cui quella iraniana, afghana e curda. Nato in ambito persiano pre-islamico e inizialmente festa sacra zoroastriana, il Noruz coincide anche con l’equinozio di primavera. Attraverso poesia, arte, musica e danza esploreremo questa antica tradizione che, con alcune varianti, unisce ancora oggi milioni di persone, anche lontane dal proprio paese d’origine. A presentare la serata Parisa Nazari. In programma: Haft-sin, presentazione della tavola tradizionale del Noruz, a cura di Gaudia Sciacca; musica persiana dal vivo di Reza e Hamid Mohsenipour; lettura di poesie iraniane, a cura di Parisa Nazari; spettacolo di danza persiana di Elnaz Yousefi; lettura di poesie afghane, a cura di Morteza Khaleghi; canti e lettura di poesie curde, a cura di Hevi Dilara; presentazione dell’ “Abito della Pace”, a cura degli Ambasciatori di Pace e di Amicizia; sfilata di abiti tradizionali rielaborati in chiave contemporanea a cura della stilista curdo-iraniana Monireh Maleki. Per finire, chi vuole può trattenersi per un buffet di cibo persiano a cura del Caffè Letterario.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Fino a giovedì 26 febbraio 2015 presso la Biblioteca Vaccheria Nardi, via Grotta di Gregna 37, sarà possibile visitare la mostra fotografica AZADI, libertà di Federica Araco, Paolo Fumanti e Laura Santopietro. La mostra racconta le condizioni di vita di richiedenti asilo e rifugiati politici curdi in Italia che vivono sospesi tra un passato di sofferenze e privazioni e un presente fatto di vuoti incolmabili, incertezza e precarietà.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Tappeti volanti e altri richiami d’Oriente alla Biblioteca Cornelia, via Cornelia 45, per la mattinata del primo gennaio 2019 dalle ore 10 alle 13. Dai racconti de Le mille e una notte, alla musica e danza persiana, afghana e curda, fino alla meravigliosa arte della calligrafia araba, adulti e bambini vanno alla scoperta di paesi non così lontani. In programma un laboratorio di lettura, un breve workshop di danza e poi ancora dimostrazioni di calligrafia musica e danza. Un buffet di cucina curda chiuderà la mattinata.

Pubblicato in Biblioteche di Roma
Pagina 8 di 9