Kopano Matlwa

Dottoressa, scrittrice e madre Kopano Matlwa ha stupito il mondo letterario africano con il suo esordio, a soli ventun anni nel 2007, con il romanzo Coconut (European Union Literary Award 2006/07 e Wole Soyinka Prize for Literature in Africa 2010). Nel 2010 ha poi pubblicato Split Milk, selezionato tra i finalisti del Sunday Times Fiction Prize.

Ofilwe e Fikile, ragazze nere di una Johannesburg post apartheid, sono molto diverse. La prima ha avuto tutto dalla vita, ma è ancora troppo immatura per affrontare il rapporto con le tradizioni degli antenati, l'atteggiamento ribelle del fratello Tshepo, il rifiuto da parte dei compagni bianchi. La seconda, dopo il suicidio della madre, vive in totale povertà con lo zio inetto e molesto; è disposta a qualsiasi sacrificio pur di lasciarsi alle spalle il passato, verso un futuro che la riscatti dalle umiliazioni subite.

Informazioni aggiuntive


Masechaba è cresciuta nel Sudafrica delle possibilità, il Sudafrica di Mandela presidente. Durate l'adolescenza ha sofferto di dolori cronici dovuti all'endometriosi: il sangue ha forgiato il suo carattere, l'ha resa una persona solitaria, ma l'ha anche condotta alla medicina. Diventata internista, inizia a mettere in discussione le sue capacità di affrontare la malattia e soprattutto il dolore degli altri, si chiede quando riesca a darsi davvero ai suoi pazienti, a prendersi cura di loro.

Informazioni aggiuntive