Graciliano Ramos

Nasce in provincia di Alagoas nel 1892. Da sempre interessato alla situazione degli indigeni, questo coinvolgimento gli causa la persecuzione e l’arresto per “sovversione”. Muore a Río de Janeiro nel 1953.
Ramos racconta in una rapida successione di episodi il "Nordeste" del Brasile, attraverso le vicissitudini di una famiglia (un padre, una madre, due bambini, una cagnetta e un pappagallo) costretta a fuggire dalla fame e dalla siccità.
Una famiglia che vive in una terra dove domina l'ingiustizia della natura e degli uomini, luogo reale ma anche metafora di un mondo iniquo e lacerato, che brama la pioggia per dissetarsi e recuperare le forze.

Informazioni aggiuntive

  • Anno 2001
  • Autore Graciliano Ramos