João Almino

João Almino (1950) è uno dei maggiori romanzieri brasiliani. Tra le sue opere, mai tradotte in Italia, ci segnala il Quinteto de Brasília. Allievo del filosofo francese Claude Lefort, con cui ha conseguito un dottorato a Parigi, è anche autore di saggi di storia e filosofia politica ha anche centrati sul tema dell’autoritarismo e della democrazia. Ha insegnato presso la Università nazionale autonoma del Messico, l’Università di Brasília e le università americane di Berkeley, Stanford e di Chicago.

Terzo romanzo di João Almino ambientato nel caos della Brasilia contemporanea, Le cinque stagioni dell’amore narra la transizione nella vita di Ana, professoressa universitaria in pensione delusa dall’ordinarietà della propria vita e in attesa di un evento che la infranga. Nel corso della storia, l’evento straordinario oggetto della ricerca di Ana si rivelerà essere la rete di relazionalità alternative che nel tempo si costruiscono attorno a lei con amici di differente classe, educazione, razza, sesso, inclinazione sessuale.

Informazioni aggiuntive