Lygia Fagundes Telles

Nasce a San Paolo nel 1923. Già all’età di otto anni, inizia a scrivere alcune storie e nel 1938 i suoi genitori finanziano la pubblicazione del suo primo libro. Fra i momenti più significativi della sua carriera, sicuramente va ricordato l’anno 1987, in cui entra a far parte dell’Accademia Brasiliana delle Lettere (eletta nel 1985). Nel 2005 è vincitrice del Premio Camões, fra i più importanti della letteratura in lingua portoghese.

Rosa Ambrosio, famosa attrice, beve e monologa nel suo vasto e disordinato appartamento. Dionisia, la serva di colore, la ascolta e la accudisce con proverbiale pazienza. Suo marito Gregorio, è un intellettuale seducente e ambiguo, che getta regolarmente nel cestino i suoi scritti e muore misteriosamente, forse suicida. Unico testimone del fatto è Raul, il gatto, che pensa ma non parla, innamorato, come ogni gatto, della sua padrona.

Informazioni aggiuntive


Il romanzo, pubblicato nel periodo più nero della dittatura militare in Brasile, è una coraggiosa testimonianza della repressione, della censura e della tortura attraverso l'educazione sentimentale, sessuale e affettiva di tre giovani amiche che provengono da diversi strati sociali e che frequentano l'università di San Paolo.

Informazioni aggiuntive