Mario Benedetti

Nasce nel 1920 a Passo dei Tor, Tacuarembó, per poi trasferirsi a Montevideo con la sua famiglia. Per motivi economici, presto interrompe gli studi e inizia a lavorare. Dopo essersi trasferito a Buenos Aires, inizia a dedicarsi alla letteratura, scrivendo i suoi primi poemi, che pubblicherà nel 1945.
Nel 1973 lascia l’Uruguay per ragioni politiche. In questo periodo, durato circa dieci anni, vive fra Argentina, Perú, Cuba e Spagna. Dopo la morte di sua moglie, avvenuta nel 2006, torna a vivere in Uruguay.

La storia di Javier è quella degli esiliati degli anni duri della dittatura in molti paesi latinoamericani che si ritrovano, come in un palcoscenico adombrato dall'oblio, a raccontare le proprie fughe malinconiche, i ritorni in punta di piedi, le utopie giovanili e le sconfitte della vecchiaia. Un romanzo a più livelli intriso di nostalgie, ricordi, storie di persone amate, abbandonate, ritrovate, perdute per sempre.

Informazioni aggiuntive


Questa è la storia di una solitudine individuale e collettiva scritta sotto forma di diario. Protagonista è Santomè, inpiegato in una grossa azienda di Montevideo, schiacciato dalla monotonia della vita di ogni giorno. Vedovo, vicino alla pensione, Santomè ha difficoltà a stabilire un rapporto con i suoi figli.

Informazioni aggiuntive


Con lo sguardo profondissimo e tagliente che è la cifra della sua scrittura, Mario Benedetti esplora da par suo il tema del triangolo amoroso. Ai tempi del liceo, Miguel, Alicia e Lucas si ritrovano catturati in un platonico ménage à trois il cui motore è Miguel, col suo disprezzo per se stesso e il suo gusto manipolatorio: attratto da Alicia ma convinto che sia destinata a Lucas, decide di costruire l’amore tra i due. Quando, invece, Alicia sceglie proprio lui, è già troppo tardi: il fantasma del triangolo si è insediato, e non si capisce piú chi sia davvero l’altro.

Informazioni aggiuntive


Umana gloria è il libro della notorietà di Mario Benedetti. Non può essere considerato un'opera prima, ma è sicuramente il momento in cui il poeta si manifesta al suo più alto livello. I suoi caratteri più evidenti e importanti sono nella ricerca dell'autenticità all'interno di una realtà semplice, fatta di sentimenti e cose comuni e povere, ma vive nella loro umana pienezza.

Informazioni aggiuntive