Deng Youmei

Deng Youmei nasce nel 1930 a Tianjin. A 11 anni è costretto ad abbandonare gli studi ed a entrare nelle truppe cinesi di resistenza al Giappone come staffetta. A 13 venne arrestato dai nemici e portato in Giappone a compiere lavori durissimi.
Incomincia a scrivere, ma, negli anni Sessanta, gli viene negata la libertà di parlare di politica.
Solo all'inizio degli anni Ottanata ricomincia a pubblicare opere letterarie, ottenendo per diversi anni consecutivi importanti premi letterari a livello nazionale.

Il romanzo si svolge all'inizio del Novecento, alla vigilia del crollo dell'Impero cinese, ed è ambientato nel mondo artigiano della vecchia Pechino, assai caro allo scrittore.
In questo caso la perizia si esercita sulle tabacchiere, di giada, di porcellana, di lacca... Un'arte difficilissima e antica, legata all'uso del tabacco da fiuto, introdotto in Cina dal grande gesuita italiano Matteo Ricci.

Informazioni aggiuntive