Ling Shuhua

Nasce a Pechino nel 1904 in una ricca famiglia cantonese. Da giovane si dedica alla pittura tradizionale, divenendo in breve tempo una buona pittrice.
Verso la metà degli anni Venti comincia a scrivere i suoi primi racconti. Poco dopo sposa Chen Yuan, un critico letterario conservatore.
La coppia si trasferisce poi nel 1946 a Londra, dove Ling Shuhua conosce e frequenta la scrittrice Virginia Woolf. Muore a Londra nel 1990.
Gli otto racconti, ambientati in famiglie piccolo borghesi, hanno come tema l'animo femminile. L'apertura all'occidente della Cina, la rivoluzione del 1911, l'emancipazione della donna, sono il loro sfondo storico..
Ling Shuhua tratteggia solo donne fragili, prigioniere di inquietudini, affacciate sull'abisso della libertà dopo millenni di vita marginale.
Il centro narrativo non è mai costituito da fatti ma dall'inafferrabile incertezza del cuore femminile. E sempre, come cornice, un caleidoscopio di colori, fiori di loto, cieli acquosi e peschi in fiore.

Informazioni aggiuntive

  • Anno 1989
  • Autore Ling Shuhua