Lu Wenfu

Lu Wenfu nasce a Suzhou (1927-2005), famosa e splendida città d'acqua, dove ambienterà quasi tutte le sue opere.
Esordisce come giornalista. Durante la campagna anti-destra subisce una dura critica che lo allontana dalla scena culturale.
Durante la Rivoluzione culturale rimane confinato in campagna per 9 anni. Riabilitato nel 1982, ritorna a Suzhou e riprende a scrivere.
È la storia semi-surreale di un onesto e modesto cittadino incaricato di gestire un ristorante a Suzhou pur non provando alcun interesse verso il cibo e la cucina.
L'antagonista, che si ritrova davanti per tutta la vita, oggetto di disprezzo ma anche compagno di sventura, è il ricco ghiottone Zhu Ziye: agli occhi del narrante è un parassita, che sfrutta la bravura della moglie in cucina.
Alla fine, nel nuovo clima della modernizzazione, egli ricomparirà come "esperto gastronomo" e il protagonista dovrà accettarlo come collaboratore.
La vena umoristica è un dono naturale di Lu Wenfu: le contraddizioni appaiono incomprensibili, i comportamenti umani assurdi, in un grande gioco dove domina il paradosso ed esplode la risata. Che a volte si spegne nel sorriso.

Informazioni aggiuntive

  • Anno 1991
  • Autore Lu Wenfu