Venerdì, 15 Marzo 2019 09:44

Condannato all’immortalità

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Due scritti autobiografici e una piccola antologia di poesie di un mito vivente della poesia mondiale. Dalle riflessioni su Solženicyn ( condannato all'immortalità ) ai ricordi personali del soggiorno a Cuba, quando la pace era appesa a un sottile capello... della calvizie di Nikita Chruščëv. .


Due scritti autobiografici e una piccola antologia di poesie di un mito vivente della poesia mondiale. Dalle riflessioni su Solženicyn ( condannato all'immortalità ) ai ricordi personali del soggiorno a Cuba, quando la pace era appesa a un sottile capello... della calvizie di Nikita Chruščëv . Con testi dedicati ai suoi amori, ai suoi ideali, alla poesia come spionaggio, ma anche a Fellini e ai Beatles, con una poesia inedita senza retorica e molta autoironia: Arriverò nel ventunesimo secolo / e riconoscerò tutte le mie amate predilette / in sembianze di nonnine regalmente aggraziate. Un poeta che continua a stupire, parlando anche ai giovani.

Informazioni aggiuntive

Letto 122 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Marzo 2019 10:07
Altro in questa categoria: « Romanzo con la vita e altre poesie