Lunedì 20 marzo 2017 alle ore 10 la Biblioteca Centrale Ragazzi, via San Paolo alla Regola 15/18, festeggia la primavera e il Capodanno persiano. Ci saranno letture a due voci e un piccolo rinfresco iraniano offerto dalla biblioteca. Verrà allestita una vetrina tematica di libri da sfogliare sulla primavera e sulle tradizioni di Iran, Kurdistan e Turchia.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Martedì 30 maggio 2017 alle ore 17.30 alla Casa delle Traduzioni, in via degli Avignonesi 32, Daniela Meneghini presenta la nuova traduzione del più famoso e importante poema d’amore della letteratura persiana classica, Khosrow e Shirin di Nezami Ganjavi (Ariele, 2017).

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Il centro studi internazionale Dimore della Sapienza, in collaborazione con la Biblioteca Galline Bianche, viale delle Galline Bianche 105, presentano sabato 18 novembre 2017 ore 11 Quartine esoteriche. L'approccio al sufismo di Shaykh Abul-Khayr, uno dei più antichi quartinisti persiani.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Giovedì 11 gennaio 2018 alle ore 16.30 presso la Biblioteca Centrale Ragazzi, via di S. Paolo alla Regola 16, Diario Persiano. Racconti di un viaggio. L'Iran visto da uno scrittore, un editore, un addetto culturale, un fotografo, una giornalista, due bibliotecarie, un traduttore iraniano.  Partecipano: Valerio Magrelli, Francesco Brioschi, Akbar Gholi, Leonardo Magrelli, Tiziana Buccico, Abolhassan Hatami.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Giovedì 18 gennaio 2018 alle ore 17,30 presso la Casa delle Traduzioni, via degli Avignonesi 32, si terrà la presentazione del volume a cura di Leila Karami e Bianca Maria Filippini, Anche questa è Teheran, credetemi! Il titolo, Anche questa è Teheran, credetemi!, ha il chiaro intento di sfatare  il preconcetto dell’editoria occidentale che vede le donne musulmane sottomesse, e suggerisce di approcciarsi a questo mondo con uno sguardo diverso.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Mercoledì 31 gennaio 2018 il Servizio Intercultura invita al Bibliocaffè Letterario, via Ostiense 95, per una Serata iraniana. Giuseppe Acconcia, autore di Il grande Iran, Exòrma (2016) ci condurrà in un viaggio alla scoperta dell'Iran in dialogo con Antonello Sacchetti, giornalista esperto di Iran, autore di La rana e la pioggia (Infinito edizioni, 2016) ed Enrico Campofreda, giornalista esperto di politica sociale e Medio Oriente. Modera Abolhassan Hatami, presidente dell'associazione italo-iraniana Alefba.

Il libro è il frutto di dieci anni di vita, di viaggi e ritorni in questo paese di Giuseppe Acconcia. Il titolo è un riferimento agli intrighi russi, statunitensi e britannici – paesi che hanno manipolato la Persia sin dall’Ottocento – riportati nel classico di Peter Hopkirk Il Grande gioco, ma è soprattutto una riflessione critica sul progetto dell’ex presidente Usa, George W. Bush, di Grande Medio Oriente.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Tappeti volanti e altri richiami d’Oriente alla Biblioteca Cornelia, via Cornelia 45, per la mattinata del primo gennaio 2019 dalle ore 10 alle 13. Dai racconti de Le mille e una notte, alla musica e danza persiana, afghana e curda, fino alla meravigliosa arte della calligrafia araba, adulti e bambini vanno alla scoperta di paesi non così lontani. In programma un laboratorio di lettura, un breve workshop di danza e poi ancora dimostrazioni di calligrafia musica e danza. Un buffet di cucina curda chiuderà la mattinata.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Mercoledì 6 febbraio 2019 alle ore 18 al BiblioCaffe' Letterario, via Ostiense 95, Antonello Sacchetti presenta il suo ultimo lavoro Iran, 1979. La Rivoluzione, la Repubblica islamica, la guerra con l'Iraq. Dialogano con l'autore Simona Maggiorelli e Farian Sabahi.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Martedì 19 marzo 2019 ore 16.30 al Centro Culturale Elsa Morante, piazzale Elsa Morante, si terrà l'incontro dibattito 'Sguardi oltre l'orizzonte: Italia e Iran' a cura di Marisa Paolucci con Leila Karami.

Pubblicato in Biblioteche di Roma

Lily, bambina creativa e spensierata, si affaccia alla vita con l’ottimismo e le speranze tipiche di un’infanzia serena. Studia e colora, sogna e socializza, amata e circondata da un ambiente familiare ricco di affetto e valori. Non sa che grossi nuvoloni neri si stanno addensando sul suo amato Paese. Una guerra assurda, sanguinaria e disumana la strapperà dai suoi affetti e dalle sue radici. È l’inizio di un’odissea. Un girovagare alla ricerca esasperata di un angolo di mondo in cui sentirsi, finalmente, al sicuro. È il viaggio di ognuno di noi verso un luogo da poter chiamare casa, verso una dimensione di significatività e realizzazione.

Pubblicato in Lily Amis
Pagina 28 di 30