Giorgia DM
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sportello Legale interamente dedicato alle Seconde generazioni, in collaborazione con le organizzazioni Save the Children e ASGI, e grazie al finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali UNAR, nell'ambito del  Progetto R.E.T.E.  All’interno del sito www.secondegenerazioni.it è stato realizzato uno spazio a cui chiunque potrà fare riferimento per segnalare casi di discriminazione capitati a se stesso oppure a familiari e amici. Il servizio risponde ad un'esigenza manifestata sempre di più nel tempo da parte delle seconde generazioni, e dalle persone che le circondano: avere uno strumento capace di dare risposte esaurienti sia dal punto di vista burocratico, sia dal punto di vista legale, ai figli dei cittadini stranieri, da mettere al centro dell'attenzione e dell'azione, e non da considerare, come spesso accade, come mera appendice dei casi dei genitori. L'orientamento legale è offerto dagli avvocati di ASGI e Save the Children coordinati con il gruppo operativo di Rete G2.

ReteG2 – Seconde Generazioni ha inaugurato il primo Sportello Legale interamente dedicato alle seconde generazioni, in collaborazione con le organizzazioni Save the Children e ASGI, e grazie al finanziamento del Dipartimento per le Pari Opportunità - Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali UNAR, nell'ambito del  Progetto R.E.T.E. All’interno del sito www.secondegenerazioni.it è stato realizzato uno spazio a cui chiunque potrà fare riferimento per segnalare casi di discriminazione capitati a se stesso oppure a familiari e amici. Il servizio risponde ad un'esigenza manifestata sempre di più nel tempo da parte delle seconde generazioni, e dalle persone che le circondano: avere uno strumento capace di dare risposte esaurienti sia dal punto di vista burocratico, sia dal punto di vista legale, ai figli dei cittadini stranieri.

Il concorso fotografico europeo di Amnesty International Scatta contro la discriminazione ha come scopo quello di contribuire a cambiare gli atteggiamenti e i pregiudizi sociali che alimentano la discriminazione e dà la possibilità ai partecipanti,  in Italia e in Europa, di raccontare attraverso la fotografia il valore di una società senza discriminazione e senza pregiudizi. In Italia il concorso, indetto dalla Sezione Italiana di Amnesty International, nell'ambito della campagna Per un'Europa senza discriminazione, è aperto fino al 31 marzo 2011, a tutte le persone di qualsiasi nazionalità con residenza in Italia (ad eccezione dei fotografi professionisti) di età compresa tra i 14 ai 35 anni. I partecipanti che abbiano meno di 18 anni all'inizio del concorso dovranno fornire il consenso di entrambi i genitori o di chi ne è responsabile (compilare modulo di iscrizione e liberatoria minori).

 

Giovedì 10 febbraio alle ore 18 presso la Libreria Rinascita in via Savoia 30 verrà presentato Più Culture, il giornale online di intercultura nato a Roma nel territorio del Municipio 2. L’incontro sarà aperto dal video L’immigrazione in Italia: minaccia o risorsa (8’46) realizzato da Fadi Hassan e Luigi Minale per Quattrogatti.

Giornale online si occupa di intercultura nel territorio del Municipio 2 a Roma: 11 quartieri  per un totale di 120mila abitanti dei quali 16.464 stranieri. Il giornale è l'evoluzione del sito, online dal 2009, risultato della ricerca condotta sul territorio da Piuculture con la collaborazione, come tirocinanti, di 4 studenti laureandi in Scienze della Comunicazione. Piuculture nasce dall'esigenza di dare degli stranieri un'immagine diversa da quella che di solito si ha sulla stampa basata su stereotipi fondati sulla paura dello straniero: l’altro è una minaccia per la sicurezza, un diverso, un estraneo non meritevole di  conoscenza. Lo spazio dedicato agli stranieri sui media e la varietà degli argomenti è limitata, si tratta prevalentemente di cronaca nera; lo sport, gli spettacoli, la cultura, le tradizioni appaiono solo marginalmente.
La voglia di contrastare questi tipi di rappresentazione, mossa dalla convinzione che la comunicazione è l’elemento fondamentale nella costruzione di una società pluralistica ha portato alla trasformazione del sito in giornale online.
Per realizzare il progetto è nato il Laboratorio di comunicazione interculturale, attività formativa rivolta a 11 giovani laureandi e laureati che ha portato alla realizzazione del giornale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.piuculture.it

Atmosphere libri è una giovane realtà editoriale attenta agli autori stranieri. Il filo conduttore che attraversa i volumi è la scoperta dell’Altro e il bisogno, in un’epoca di globalizzazione economica e culturale, di non smettere mai di far circolare idee e valori universali attraverso il libro, mezzo essenziale per la conoscenza.
Nella scelta degli autori Mauro Di Leo, - l’editore, medico nella vita e dunque attento osservatore della realtà - ha privilegiato l’uso del linguaggio narrativo nel denunciare disagi sociali e devianze della natura umana come pedofilia, bullismo, alcolismo, tossicodipendenza, disturbi alimentari e psicosi. Ogni volume propone un punto di vista diverso: un’occasione per entrare in contatto con mondi altri, non solo geografici ma anche interiori. 

Questa è la storia di un uomo che si è battuto per i diritti del suo popolo: gli Ogoni. Un duro atto d’accusa al regime nigeriano e alla multinazionale Shell. I suoi discorsi, la straordinaria capacità di mobilitare le masse, la notorietà presso la gente lo hanno reso il bersaglio principale del governo militare nigeriano, che ha reagito decretando il suo assassinio.

Anni Sessanta. La Nigeria orientale tenta la secessione dalla Federazione, combattendo quella che venne chiamata Guerra del Biafra. Il giovane Mene, la voce narrante, proviene dal villaggio di Dukana, nel delta del fiume Niger, dove vive con la madre e dove ha un lavoro come aiutante autista di autobus e una graziosa fidanzata. Quando dai disordini si passa alla guerra vera e propria, Mene si fa ingenuamente assoldare nelle file di un esercito. Diventerà Sozaboy, ritrovandosi a far parte di un gioco più grande di lui, di cui gli sfuggirà completamente il senso.

Specialità: tortino di aliciotti all'indivia, la concia di zucchine e carne secca. Ampia scelta di vini Kosher.


via del Portico d'Ottavia, 8
tel. 06 68212309
orario: chiuso venerdì sera

Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. 

Pagina 300 di 331