Ricorrenze e festività cinesi

Chunjie: Festa della primavera o Capodanno cinese
La festa della primavera è la ricorrenza più importante del calendario cinese. Essa cade in un periodo compreso tra il 21 gennaio e il 20 febbraio e corrisponde al nostro Natale e Capodanno. In questa occasione si festeggia il ritorno della primavera e la fine dell’inverno attraverso giochi d'artificio, danze, scambio di doni e dolci. Viene usato il colore rosso come simbolo di buona fortuna e l’oro per la prosperità.


Festa delle lanterne
La festa delle lanterne cade il quindicesimo giorno del primo mese lunare e segna la prima luna piena dell’anno e la fine della festa di primavera. In questa ricorrenza i cinesi amano mangiare i cosiddetti yuanxiao o tangyuan, polpette di riso glutinoso ripiene di sesamo, arachidi, carne o verdura bollite in brodo di fagioli rossi, sfilare per le strade con lunghi draghi di cartapesta e costruire lanterne di carta di ogni forma e colore per illuminare le strade delle loro città.


Qingming
Questa festa, che cade il 5 aprile, è un’occasione per commemorare i defunti: le famiglie si recano alle tombe dei loro familiari per pulirle, per bruciare incenso e per fare offerte agli antenati.


Duan Wu Jie: Festa delle barche a forma di drago
Si celebra il quinto giorno del quinto mese, che di solito cade tra il 28 maggio e il 28 giugno e segna l'inizio dell'estate. Anticamente la festa serviva per propiziare il dio dei Fiumi, una divinità drago che decideva la distribuzione delle piogge, attraverso gare di barche costruite appositamente per l'occasione e chiamate “barche drago”.
Durante questa festa i cinesi commemorano inoltre un famoso poeta e uomo di stato cinese, Qu Yuan (III sec. A.C.), che, caduto in disgrazia malgrado la sua lealtà verso il sovrano, decise di suicidarsi gettandosi nelle acque del fiume Miluo e divenendo simbolo di lealtà e patriottismo. Si mangiano gli Zongzi, involtini di riso glutinoso avvolti in foglie di bambù.


Zhongqiu Jie: Festa di metà autunno
La festa cade il quindicesimo giorno dell'ottavo mese lunare, alla fine dell'estate. Dopo cena molti cinesi vanno in qualche luogo all'aperto per guardare la luna piena, che brilla più che nelle altre notti dell'anno. L'importanza data a questa festa nelle culture contadine è spiegata dall'osservazione delle fasi lunari per stabilire il tempo della semina e del raccolto. In questa occasione si mangiano i cosiddetti “dolci di luna” (rotondi come la luna piena e ripieni di semi di melone, bucce di mandarino, mandorle, fiori di cassia).


Festa della Repubblica
Il 1° Ottobre si festeggia in tutto il paese la ricorrenza della nascita della Repubblica Popolare Cinese (1949) con grandi parate e con una settimana di ferie per tutti i cinesi.