Bollettino online di informazione sulla Turchia e i suoi rapporti con l’Italia, raccoglie informazioni e notizie d’agenzia sui rapporti tra i due paesi e si occupa di cultura, società, arte, economia, turismo.

presidente responsabile: Pietro Incagliati
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
piazza San Silvestro, 13 (sala Stampa Italiana)
tel 06 6784018 fax 06 97252405
www.e-turchia.com
Published in Riviste turche

Giovedì 21 dicembre 2017 alle ore 16.30 presso il Museo "Luigi Pigorini", piazza Guglielmo Marconi 14, che, assieme ad altri 3 importanti musei nazionali fa ora parte del Museo delle civiltà, si inaugurerà Aperti per lavori, un'esposizione temporanea di oltre 650 oggetti, dall’Arabia alla Cina, dalla Turchia all’India, rappresentativi della grande varietà delle raccolte del Museo Giuseppe Tucci. Il Museo d'arte orientale di Roma, infatti, ha chiuso la sede storica di Palazzo Brancaccio per trasferirsi presso il Museo Pigorini ed aprire di nuovo al pubblico alla fine del 2019. Aperti per lavori è una mostra  temporanea destinata a crescere nel tempo: man mano che gli oggetti arriveranno all’Eur sarà arricchita, rendendo il pubblico partecipe di questo work in progress. Madrina dell'evento la nipote di Giuseppe Tucci, Gilda Maria Tucci.

Published in Estremo oriente

C’è una bambina di nome Derdâ: deve abbandonare la scuola e il suo villaggio in Turchia per seguire a Londra un marito crudele. C’è un bambino di nome Derda: vive in una baracca dietro un cimitero di Istanbul e si guadagna il pane lucidando le tombe. Come la A e la Zeta, non potrebbero essere più lontani, e in mezzo ci sono tutte le parole che devono ancora dirsi.

Published in Hakan Günday

Daha, ancóra: è l’unica parola turca che conoscono i migranti clandestini. Ancóra acqua, ancóra pane, ancóra speranza.
Viaggiano nel cassone di un camion per monti e deserti, verso la costa turca dell’Egeo. Lì entra in gioco Ahad.
Carica i migranti sul furgone, attraversa il bosco e li nasconde sottoterra, nella cisterna del suo giardino.
Attendono lì, per settimane, sognando la Grecia.

Published in Hakan Günday

Giovedì 25 gennaio 2018 presso l'Istituto Yunus Emre Centro Culturale Turco di Roma alle ore 18.30 in Via Lancellotti, 18 si terrà la presentazione del libro Yunus Emre. Il libro dei consigli e le poesie di Abdulbaki Gölpınarlı.

Published in Europa

Dal 15 al 25 marzo 2018 al Teatro Sala Umberto in Via della Mercede, 50, andrà in scena lo spettacolo La bastarda di Istanbul, tratto dall'omonimo romanzo della scrittrice turca Elif Shafak. Un'affascinante saga familiare multietnica, popolata da meravigliosi personaggi femminili, da storie brucianti e da segreti indicibili che legano Istanbul all'America e la Turchia all'Armenia.

Published in Europa

Venerdì 16 marzo 2018 alle ore 16, presso la Federazione Nazionale della Stampa Italiana in Corso Vittorio Emanuele II 349 si terrà l'incontro Turchia: la grande prigione dei giornalisti. Deniz Yucel è stato liberato dopo un anno di prigione il 16 febbraio scorso, ma sono ancora numerosi i giornalisti tuttora in carcere in Turchia. Aggiornamenti sui procedimenti in corso e presentazione del libro Ogni luogo è Taksim di Deniz Yücel (Rosenberg & Sellier, 2018). Intervengono Giuseppe Giulietti, presidente della Fnsi;i giornalisti Murat Cinar, Antonella Napoli e Alberto Negri; Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International - Italia.

Published in Europa

Sabato 14 aprile 2018 alle ore 21.15 presso Il Cantiere in via Gustavo Modena, 92 Aresteatro invita allo spettacolo Hikmet, Il turco in Italia. Vita e poesie, tratto dall'omonimo libro di Joyce Lussu, (L'Asino d'oro edizioni) di e con Francesco Burroni e Margherita Gravagna e musiche dal vivo di Francesco Oliveto.

Published in Europa

Giovedì 7 giugno 2018 alle ore 18.30 presso l’Istituto Yunus Emre in via Lancellotti, 18 si terrà l'inaugurazione della mostra di incisione La Fenice dell’artista Yeşim Yıldız Kalaycıoğlu.

Published in Europa

Zobar e Basa sono costretti a lasciare la propria casa, il luogo dove sono cresciuti. Il lettore avverte il dolore di questa scelta obbligata, ma in men che non si dica si trova catapultato in un universo del tutto differente. Un romanzo fatto di brevi narrazioni apparentemente slegate che si susseguono velocissime una dopo l’altra, come fotogrammi su una pellicola. Folgoranti flash di vita quotidiana, violenze, storie strane e inquietanti, storie fantastiche.

Published in Çiler Ilhan
Page 3 of 13