Scrittori migranti Roma

Giornalista colombiana che vive in Italia dal 1999. Da sempre si occupa di immigrazione: ha condotto un programma intitolato Cittadina del mondo su Radio Città Aperta, e nel 2003 ha diretto insieme alla scrittrice messicana Marta Elvira Patiño, Sogni di donna, documentario sulla condizione delle donne immigrate, nell’ambito di un progetto dell’Associazione No.Di.

Scrittrice e poetessa brasiliana nata a Fortaleza, in Brasile. In Italia si è laureata in antropologia. Da bambina ha vissuto nella regione amazzonica , percependo il contatto con la natura e suoi incanti mitici. Questa influenza ha fatto si che tutta la sua opera raffiguri la cultura ambientalista della foresta amazzonica. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui Acqua torbida, Basta! Che Parlino le Voci, Dall'Amazzonia a New York, Tutti i fiumi della terra, Le forze dell'acqua.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.theophilo-amazonia-e-poesia.info/Presentazione.html

Scrittrice e giornalista messicana, abita a Roma dal 1985. Fra gli altri suoi lavori, ha scritto il racconto Naufragio, in occasione del concorso letterario Eksetra del 1999, e ha diretto con Ana Maria Chica il cortometraggio Sogni di donna sulla condizione delle donne immigrate, nell'ambito di un progetto dell'Associazione No.Di. (Nostri Diritti), con la quale collabora attivamente.

È nata a Córdoba, Argentina.
Dopo essersi laureata in Letteratura francese all’Università Cattolica di Córdoba ha seguito studi di specializzazione (teatro e cinema) in Francia e si è laureata in lettere a Roma.
Attualmente insegna Lingua e letterature ispanoamericane all’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Ha pubblicato, in Italia e all’estero, numerosi lavori riguardanti problemi di teoria letteraria. Tra questi ricordiamo America Latina: l’identità e la maschera, Meltemi, 2006 (prima edizione del 1982). Tra i suoi testi di finzione, I racconti dì Malos Aires, Fahrenheit 451, 1993 (originale in spagnolo pubblicato nel 1989 con il titolo Formas de la memoria) e Gli anni dell’arcangelo, Il Filo, 2007 (originale in spagnolo del 1998).

Poeta argentino, ha pubblicato nel 1999 “Corpi Redenti”, poesie bilingue in spagnolo italiano. Abita fra Buenos Aires e Roma.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Christiana de Caldas Brito è nata a Rio de Janeiro e vive a Roma da molti anni. Psicoterapeuta e diplomata nella scuola d’Arte drammatica, scrive racconti e testi teatrali. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: Amanda Olinda Azzurra e le altre (Oedipus,2004), una raccolta di racconti che parlano di donne immigrate e di altre donne, di saudade e di solitudine; La storia di Adelaide e Marco (Il Grappolo, 2000), una favola del mondo attuale per bambini e adulti; la raccolta di racconti Qui e là (Cosmo Iannone, 2004)e l'ultimo suo romanzo ambientato a Rio de Janeiro, dal titolo 500 temporali (Cosmo Iannone, 2006).
www.miscia.com/christiana/index.html

Norberto Silva Itza nasce in Uruguay, studia Pedagogia e Psicologia e contemporaneamente frequenta la Scuola di Belle Arti e di Teatro. Intorno agli anni '70 lascia l'Uruguay, viaggia in Cile e in seguito si stabilisce in Perù lavorando nel settore del riscatto e della valorizzazione culturale in diverse comunità indigene e contadine. Negli anni '80 viene in Italia per motivi di lavoro e nell' 1981 vi si stabilisce. Fonda insieme ad altri professionisti l'Istituto di Bioenergetica di Torino, opera come trainer nella Scuola Gestaltica Internazionale. Oggi realizza corsi sulla creatività come forma di conoscenza in Inghilterra,Scozia, Irlanda, Belgio, Germania e Italia. Sono a sua firma due titoli della Collana Amerinda della Nemapress: Cantos para no quedarse solo - Canti per non rimanere solo (2005) e Dos lugares para no vivir exiliado - Due luoghi per non vivere esiliato (2005). Norberto Silva Itza è stato inoltre uno dei Fondatori dell'Associazione G.R.E.C.A.M. (Gruppo di Ricerca su Espressione e Creatività Attraverso il Movimento).


Nata a Belo Horizonte in Brasile, dove ha vissuto fino al 1997. Ha studiato psicologia clinica e comunitaria, e si è specializzata nella cura degli effetti della violenza domestica.
Vive a Roma dal 1998; qui ha fondato l’Associazione Est, contro la tortura, e dal 2000 lavora al CIR nel Progetto VITO - Accoglienza e Cura delle Vittime di Torture - finanziato dall' Unione Europea e dall'ONU. Ha scritto il libro Questa notte solo i pesci sono felici (Edizioni Interculturali, 2003), un insieme di storie di vita di rifugiati vittime di tortura.