Buchi Emecheta

Nasce a Yaba, un piccolo villaggio vicino a Lagos, in Nigeria, nel 1944, da Jeremy Nwabudike e Alice Okwuekwu Emecheta, della tribù degli Ibo. Il padre era un operaio delle ferrovie e la famiglia non aveva grandi mezzi, ragion per cui solo il figlio minore venne mandato a scuola. Tuttavia Emecheta convinse un maestro, vicino di casa, a parlare con i suoi genitori in merito e questi fecero quanto poterono per darle una possibilità.
La ragazza rimase ben presto orfana, a soli 9 anni. Affidata ad una cugina della madre trascorse, di fatto, la sua infanzia in una scuola missionaria.
A dieci anni vince una borsa di studio per la Methodist Girls School.
Si sposa a 17 anni e si trasferisce a Londra nel 1960 per seguire il marito Sylvester Onwordi, cui era fidanzata da quando aveva solo 11 anni.
In Inghilterra darà alla luce cinque figli.
Si laurea in Sociologia nel 1970, dopo aver lasciato il marito e dopo grandi sforzi per ottenere una dignità propria e tranquillità economica per sé stessa e per i cinque figli che allevò da sé dopo il divorzio.

Il romanzo, che riflette la vita dell’autrice nata in Nigeria e trasferitasi a Londra per raggiungere il marito nel 1962, ripercorre le vicende della protagonista, Adah, l’infanzia e l’adolescenza in Nigeria, la sua difficile storia di donna nera, immigrata, con cinque figli, che tenta con determinazione di resistere ed emanciparsi.

Additional Info

  • Anno 2007
  • Autore Buchi Emecheta

Storia di Gwendolen e della sua difficile infanzia e adolescenza tra i Caraibi e la periferia londinese, tra immigrati africani.
Storia di un incesto e di una maternità accettata volontariamente, come ingresso alla vita.

Additional Info

  • Anno 1996
  • Autore Buchi Emecheta