Luis Sepúlveda

Luis Sepúlveda è nato in Cile nel 1949 e fin da giovanissimo ha iniziato ad amare la scrittura grazie alle sua amicizia di penna con personaggi come Emilio Salgari, Joseph Conrad e Herman Melville. E' autore di romanzi, racconti e commedie teatrali. Membro attivo dell'unità popolare cilena, perseguitato e arrestato durante la dittatura di Pinochet, dopo il colpo di stato militare degli anni Settanta ha dovuto abbandonare il suo paese per il timore di ritorsioni da parte del governo golpista. Ha viaggiato e lavorato in Brasile, Uruguay, Paraguay e Perù. E' stato in Ecuador tra gli indios Shuar, partecipando ad una missione di studi dell'Unesco. Sepulveda è stato, tra l'altro, amico di Chico Mendes, eroe della difesa della grande foresta sudamericana. A Mendes ha dedicato Il vecchio che leggeva romanzi d'amore, tra le opere di maggior successo dell'autore cileno. Dal 1996 viveva in Spagna, dove è morto nel 2020.

I gabbiani sorvolano la foce dell'Elba, nel mare del Nord. "Banco di aringhe a sinistra" stride il gabbiano di vedetta e Kengah si tuffa. Ma quando riemerge, il mare è una distesa di petrolio. A stento spicca il volo, raggiunge la terra ferma, ma poi stremata precipita su un balcone di Amburgo.

Additional Info


Nel pieno della Seconda guerra mondiale, una collezione di antiche monete d'oro sottratta dalla Gestapo al suo legittimo proprietario, scompare. A rubarla sono stati due soldati tedeschi, che sognavano la libertà lontano dal loro paese. Cinquant'anni dopo, in una Berlino ormai liberata dal Muro, un ex guerrigliero cileno riceve da una compagnia di assicurazioni l’incarico di ritrovare il tesoro là dove uno dei due complici lo ha sepolto: nella Terra del Fuoco.

Additional Info


Il disastro ecologico provocato da una petroliera sulle coste galiziane; la guerra in Iraq e il terrorismo; Bush e i suoi alleati, da Blair a Berlusconi; il confronto Est-Ovest; e, ancora bruciante, la memoria del golpe cileno e il processo intentato a Pinochet. Ma anche racconti, apologhi, storie trovate per strada, ritratti di amici, come Francisco Coloane e Manuel Vázquez Montalbán.

Additional Info


Le lumache che vivono nel prato chiamato Paese del Dente di Leone, sotto la frondosa pianta del calicanto, sono abituate a condurre una vita lenta e silenziosa, a nascondersi dallo sguardo avido degli altri animali, e a chiamarsi tra loro semplicemente "lumaca". Una di loro, però, trova ingiusto non avere un nome, e soprattutto è curiosa di scoprire le ragioni della lentezza. Per questo, nonostante la disapprovazione delle compagne, intraprende un viaggio che la porterà a conoscere un gufo malinconico e una saggia tartaruga, a comprendere il valore della memoria e la vera natura del coraggio, e a guidare le compagne in un'avventura ardita verso la libertà. Illustratore: Simona Mulazzani.

Additional Info


La felicità è ancora di questo mondo? In un'epoca frettolosa e spesso cupa, dai ritmi di vita e di lavoro innaturali, dov'è finito il tempo per la vita, per la persona, per la condivisione? C'è ancora, è la risposta di Luis Sepùlveda e Carlo Petrini, purché sappiamo trovarlo, rubando ai nostri giorni frenetici lo spazio per far germogliare un seme, per scambiarci un aneddoto spezzando il pane, o per fare la nostra parte nella battaglia per un mondo più sostenibile e generoso.

Additional Info


Page 2 of 2