José María Arguedas

Nasce a Andahuaylas il 18 gennaio 1911, nel cuore della zona andina più povera e dimenticata del paese. La morte di sua madre e le frequenti assenze di suo padre avvocato, lo obbligano a cercare rifugio tra i contadini della zona, la cui lingua, credo e valori entrano a far parte della sua cultura.. Come studente universitario a San Marcos, inizia per lui il difficile compito di adattarsi alla vita di Lima, senza però rinunciare alla tradizione indigena.
Il romanzo nasce dall'esperienza autobiografica di Arguedas, figlio di un avvocato di provincia, che per anni vagabonda da un paese all'altro delle Ande, senza riuscire mai a stare in un posto tanto da affezionarsi, costretto ogni volta a partire. Mentre il padre si trova in carcere, il bambino viene allevato dalle vecchie "mamme" di una comunità india.
Queste due esperienze, il contatto con la natura e l'essere cresciuto in un mondo arcaico, puro e forte, hanno marcato indelebilmente il suo carattere. Quando viene messo in collegio vivrà nel ricordo dei suoi amici indios e degli austeri paesaggi che gli erano entrati nel sangue. E quando nel paese scoppierà la rivolta, sentirà in quegli sconvolgimenti il segno di un destino superiore.

Additional Info

  • Anno 1997
  • Autore José María Arguedas