Giorgia DM
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Sabato 19 gennaio 2019 alle 18 in via di Santa Cecilia, 1/a GRIOT ospita la presentazione del libro Il sultanato di Erdoğan di Francesco Fravolini (2018, Villaggio Maori Edizioni). Insieme all’autore parteciperà Eugenio Dacrema, esperto di Medioriente, ricercatore presso l’ISPI.

Sono aperte le iscrizioni alla nuova edizione del Master Universitario MEDIM (Master in Economia Diritto e Intercultura delle Migrazioni) dell'Università di Roma Tor Vergata (Dipartimento di Economia, Diritto e Istituzioni), organizzato da CREG e Università di Tor Vergata in collaborazione con IDOS. Il Master si propone di formare Esperti dell’Immigrazione e delle Relazioni Interculturali, destinati ad operare con funzioni di ricerca, orientamento, progettazione di interventi, gestione di servizi e monitoraggio nelle istituzioni pubbliche, nel terzo settore e nel privato.

Il Centro massaggi tradizionali thailandesi Malaithai, opera dal 2012. In un'atmosfera rilassante di luci soffuse, candele e dettagli minimalisti, è possibile ritrovare un'ambientazione esotica e al contempo moderna tipica dell'arredamento thailandese. Il centro si avvale di massaggiatrici professioniste thailandesi.

Sabato 26 gennaio 2019 dalle ore 18.30 alle 21 in via Merulana, 121 Palazzo Merulana, il Circolo letterario La setta dei Poeti Estinti e dalla Galleria d’arte Medina Roma Arte presentano una serata all’insegna della poesia e delle opere di Nâzım Hikmet, poeta turco che ha lasciato al Novecento alcune tra le più intense liriche d’amore che siano mai state scritte. Prima della lettura sarà possibile visitare la Collezione Cerasi al secondo e terzo piano. La lettura, inoltre, sarà accompagnata da una degustazione di vini, offerta da Casale del Giglio.

Sabato 2 febbraio 2019 dalle ore 21 presso Galleria Sonora in Via Trebula, 5 tre importanti musicisti iraniani, Babak Kamgar (oud, tar, canto), Mohammad Reza Amujavadi (kamancheh, canto) e
Pejman Tadayon
(oud, daf, canto), provenienti da tre regioni diverse dell'Iran, presentano un concerto dedicato alle etnie e le diverse regioni dell'Iran come Azeribayejan, Kurdistan, Luristan, Fars, Mazandaran.

Fino a lunedì 21 gennaio 2019 è possibile iscriversi per partecipare al Tour Intercamminando promosso dalla Fondazione Intercammini che si terrà sabato 26 gennaio 2019 alle 9.30. Un'esperienza per camminare in modo interculturale nella realtà multietnica di una città che, come Roma, dall'antichità sino ad oggi, vede coesistere popoli di diverse culture e provenienze, sviluppando con il tempo una capacità tale da farla interagire in modo positivo creando realtà vive ed arricchenti.

Domenica 20 gennaio e sabato 2 febbraio 2019 alle ore 18, presso l'Associazione ISAS, Via Reggio Emilia  81, si svolgeranno le  seguenti conferenze: La vita del Buddha nell’arte indiana antica (relatrice Dr. Tiziana Lorenzetti) e Il vortice del condizionamento: destino, morte e rinascita secondo il buddhismo indiano (relatore Dr. Bruno Lo Turco, Sapienza, Università di Roma).

Chiusa in una stanza al sedicesimo piano di un albergo di Ankara, una donna, Aysel, decide di abbandonarsi alla morte. Un abbandono volontario, consapevole, che la conduce a ripercorrere la propria vita.
Educata secondo gli ideali di civiltà e progresso sui quali le élites repubblicane avevano eretto la neonata nazione turca, Aysel dovrà combattere strenuamente contro i pregiudizi della generazione di padri, che mal comprende la modernità imposta dall’alto, per adeguare sé stessa al modello di ‘donna emancipata’ promosso da Kemal Atatürk.

Ankara, 1972. Nell'immenso salone per cerimonie del Club Anatolia, Ómer osserva con attenzione la folla attorno a sé. Al suo fianco Tezel, una giovane pittrice. Il matrimonio a cui sono chiamati ad assistere è quello tra Anen, figlia dell'imprenditore rampante Ilhan Dereli, ed Ercan, figlio del generale Hayrettin Özkan. Una ricca galleria di personaggi, di diverse estrazioni sociali e sensibilità politiche, partecipa ai festeggiamenti, alternandosi sulla scena del romanzo come in una pièce teatrale: Tuncer, studente espatriato in Svizzera, il colonnello in pensione Ernirk, veterano della guerra di Corea, un impiegato del Ministero dell'Agricoltura, padre di Gül, in carcere come tanti giovani rivoluzionari dopo il colpo di Stato del 1971.

Page 1 of 263