L’Istituto per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino, fondato nel 1921, si propone di divulgare e accrescere la conoscenza della vita culturale, politica ed economica di tutto l'Oriente islamico.
Presso l’Istituto si tengono ogni anno corsi di lingua e cultura persiana, tenuti dalla dottoressa Ferminia Moroni. Le lezioni si svolgono ogni lunedì dalle ore 17 alle ore 19. 

Lingua e traduzione persiana
docente: prof.ssa Paola Orsatti
lettore: dott. Changiz Davarpenah
Il corso intende fornire agli studenti una buona conoscenza del neopersiano contemporaneo d’Iran (farsi), nelle due varietà letteraria e colloquiale.
I corsi sono affiancati da esercitazioni di lettura, scrittura e conversazione, svolte dal lettore di lingua madre.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Storia della lingua persiana
Docente: prof.ssa Paola Orsatti
Il corso vuole essere un approfondimento delle conoscenze linguistiche sul neopersiano. Si sofferma, fra l’altre, sulla lingua colloquiale informale d’Iran o tehranese, sulla terminologia scientifico-letteraria o persiano commerciale e, per gli studenti di Laurea specialistica, sul persiano antico.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

studio 2 (dipartimento Studi Orientali)
via Principe Amedeo 182/b
tel 06 4991 3090
w3.uniroma1.it/studiorientali


Facoltà di Lettere e Filosofia
Lingua e letteratura persiana
docente: prof. Mario Casari
Nell’ambito del corso di laurea in Storia e civiltà dell’Oriente e del Mediterraneo, è stato attivato un corso di lingua persiana sia per la laurea di base, che per la specialistica.

aula docenti Facoltà di Studi Orientali
via Principe Amedeo 182/b
tel 06 49913090
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
http://w3.uniroma1.it/studiorientali

I corsi di lingua araba sono organizzati in vari livelli e si tengono generalmente da ottobre a fine giugno, il sabato mattina, dalle 9 alle 11 e dalle 11 alle 13.

Published in Lingua e cultura araba

La Biblioteca Interculturale Cittadini del mondo nasce nel 2010 ad opera dell’associazione Cittadini del mondo che da anni si occupa di assistenza socio-sanitaria a favore di migranti, rifugiati e richiedenti   asilo  politico. La biblioteca si trova in via Opita Oppio 45a, presso la Scuola Statale Damiano Chiesa. Il patrimonio della Biblioteca è di circa 4000 libri in circa 30 lingue, tra cui italiano, inglese, francese, spagnolo, bengalese, cinese, hindi, farsi, amarico, arabo, tigrino e molte altre. E’ aperta dal lunedì al venerdì dalle 15.30 alle 18.30. L’iscrizione alla biblioteca, necessaria per il prestito, l’ultilizzo del wifi gratuito e della sala lettura, è aperta a tutti, Ogni mercoledì dalle 10:00 alle 13:00 è aperto uno sportello di consulenza socio-sanitaria destinato agli stranieri.

Published in Intercultura

Lunedì 2 marzo 2015 ore 15 presso Sala del Consiglio - Municipio XV Roma Capitale via Flaminia 872, In occasione della Giornata Mondiale della Lingua MadreFOCUS – Casa dei Diritti Sociali con il Patrocinio del Municipio XV di Roma Capitale presenta 'Scuola e Plurilinguismo. Percorsi di inte(g)razione'. Ricerca realizzata nelle scuole del Municipio. 

Published in Intercultura

Domenica 29 maggio 2016 - dalle 10 alle 20 in via Santa Croce in Gerusalemme 59 si terrà una giornata dedicata a Il dono delle lingue. Poesie, canzoni e messaggi in amarico, amazigh, arabo classico, farsi, giapponese, hassaniya, igbo, lingala, mandinga, pashto, peul e tante altre. Momenti di riflessione sulle migrazioni con Marcella Guidoni, Fiabe del Marocco, Andrea Pizzorno, Clandestino italiano, Giusi Sammartino, L’interpretazione del dolore.

Published in Intercultura

Giovedì 23 novembre 2017 dalle 17 alle 19 a Matemù in via Vittorio Amedeo II, 14, Roma, il primo tandem linguistico insieme agli studenti di italiano. Rivolto a tutt*: studenti e studentesse, appassionati, curiosi e chiacchieroni, a chi conosce Matemù e a chi ancora no, che vuole sperimentarsi in conversazioni in: italiano, inglese, francese, spagnolo, arabo, cinese. L'evento è gratuito.

Published in Intercultura

Venerdì 9 febbraio 2018 alle ore 17.30 presso l'Istituto Italiano di Studi Germanici, via Calandrelli 25, si tiene la conferenza Crescere con più lingue, ecco il futuro! Togliamo qualche equivoco intorno al plurilinguismo. Organizzato da Stichting De Lage Landen, in occasione dei 35 anni della Scuola Olandese a Roma ’t Kofschip, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Studi Germanici e con l’Ambasciata dei Paesi Bassi a Roma. In questa epoca di globalizzazione aumenta il numero di famiglieinternazionali, dove crescono sempre più bambini con più di una lingua. Ricerche scientifiche confermano che crescere con più di una lingua madreoffre molti vantaggi per i bambini. Bambini multilingue sono più flessibili, passano senza problemi da una lingua ad un’altra, e acquisiscono un enorme lessico insieme ad un notevole sistema di riferimento.

Published in Intercultura

Una volta al mese a MaTeMù si organizza Non trovo le parole!, un tandem linguistico gratuito, con tavoli di conversazione in tantissime lingue, aperto a tutte le età. Comprende una merenda o un aperitivo a seconda dell'ora in cui si arriva. Rivolto a studenti e studentesse, appassionati, curiosi e chiacchieroni, a chi conosce Matemù e a chi ancora no, a chi vuole sperimentarsi in conversazioni in: italiano, inglese, francese, spagnolo, arabo, cinese, curdo. E' un modo tra mille di conoscersi, imparare dalle competenze reciproche. Prossimo itandem mercoledì 9 maggio 2018 alle ore 17.

Published in Intercultura

La biblioteca Nelson Mandela e l’Ufficio Intercultura delle Biblioteche di Roma-Roma Multietnica organizzano presso la biblioteca un Corso gratuito di Introduzione alla lingua cinese per bambini di tutte le nazionalità di età compresa fra i 6 e gli 11 anni. Orario: tutti i giovedì dalle ore 16.45 alle 17.45. Inizio delle lezioni: giovedì 14 Gennaio 2016. È possibile effettuare le iscrizioni a partire dal giorno 1 dicembre 2015 ed entro il 10 gennaio 2016.

Published in Biblioteche di Roma
Page 4 of 5