Sabato 14 aprile 2018 presso la Biblioteca Interculturale Cittadini del Mondo in via Opita Oppio, 45 si terrà la proiezione di Appuntamento ai Marinai, un documentario sociale della regista e producer Ariam Tekle che raccoglie le esperienze di Eritrei nati, o cresciuti, a Milano tra la fine degli anni ’70 e inizio degli anni ’80. Questo lavoro vuole riflettere sui diversi fattori che hanno influito nella costruzione dell’identità di una delle prime Seconde Generazioni di immigrati in Italia.

Published in Eventi

Domenica 7 luglio 2019 dalle ore 19 alle 22 presso il Csoa eXSnia in via Prenestina 173 freschissimo del Nastro d’Argento 2019 per la miglior commedia, arriva a EAT UP! Cibo di strada dal mondo 2019, il film Bangla, esordio alla regia di Phaim Bhuiyan: un affresco di personaggi, in bilico tra obblighi e desideri, alla ricerca di un'identità necessariamente plurale. Phaim sarà presente alla serata, insieme al resto del cast, tra chiacchiere e "Bangla Kitchen". Phaim è un giovane musulmano di origini bengalesi nato in Italia 22 anni fa. Vive con la sua famiglia a Torpignattara, lavora come steward in un museo e suona in un gruppo. In occasione di un concerto che incontra Asia, suo esatto opposto: istinto puro, nessuna regola. L’attrazione scatta immediata e Phaim dovrà capire come conciliare il suo amore per la ragazza con la più inviolabile delle regole dell'Islam…la castità prima del matrimonio. A restituire la complessità del microcosmo in cui è ambientata la storia, ci pensa il quartiere multietnico di Torpignattara - altro protagonista del film - con la sua ricchezza visiva: palazzi scrostati e murales, facce di mille colori, frutterie aperte ventiquattro ore su ventiquattro e moderni beershop. Moschee e Chiese.

Published in Eventi

L'associazione interetnica italiana Mondita propone cinque incontri pubblici sul tema dell'intercultura all’HUB Roma, Via di Scalo San Lorenzo 67. Il primo incontro si terrà martedì 18 febbraio alle ore 18.30 sul tema Identità. Ne parleranno: Debora Serra, associazione Mondita; Maddalena Grechi, presidente di Zalab; Phaim Bhuyan, video maker romano con origini bengalesi, con il suo video Essere o non essere italiani; infine, verrà proiettato il video Italenas di i Davide Chierdini, Matteo Keffer e Davide Morandini.

Published in Intercultura

L'associazione interetnica italiana Mondita propone cinque incontri pubblici sul tema dell'intercultura all’HUB Roma, Via di Scalo San Lorenzo 67. Il secondo incontro si terrà martedì 18 marzo 2014 alle ore 18.30 sul tema Mediatori-trici. Racconteranno le loro storie e il loro lavoro: Brindusa Michela Balan Centro accoglienza Rom; Farzaneh Sharifi Ospedale San Gallicano; Grigorij Keidan Unità di Strada; Valentina Manca Assoc. Mondita, mediatrice socio-sanitaria.

Published in Intercultura

Nella saletta ex Dopo Lavoro Ferroviario della Stazione Termini, diventata per tutti Termini Underground, avviene l’esperimento rivoluzionario che porta sul palcoscenico del Brancaccio, via Merulana 244, cinquanta ragazzi, prevalentemente immigrati, tra ballerini attori e musicisti con la direzione artistica di Angela Cocozza. L'appuntamento è mercoledì 29 aprile 2015 alle ore 21.

Published in Intercultura

Nel cuore di Tor Bella Monaca, Associazione 21 luglio riparte dalle periferie valorizzando le diversità culturali, le espressioni artistiche e gli spazi di aggregazione sociale, mettendo al centro le nuove generazioni e il dialogo interculturale, rigenerando il tessuto sociale ferito dagli scempi urbanistici e colpito dalle discriminazioni istituzionali. Si inaugura così il Polo di sviluppo educativo e culturale ex Fienile giovedì 2 marzo 2017 alle ore 15,30 in piazza Ferruccio Mengaroni 29.

Published in Intercultura

Martedì 3 dicembre 2013 alle ore 18 presso il Forum del Palazzo delle Esposizioni, via Milano 13, si terrà la presentazione del volume Non solo Balotelli. Le Seconde Generazioni in Italia a cura di Simonetta Bisi e Eva Pföstl (Bordeaux Edizioni 2013). Il volume è frutto di una ricerca promossa e finanziata dall’Istituto di Studi Politici “S. Pio V”.

Published in Immigrazione

G2 - Seconde Generazioni è il nome che alcuni figli e figlie di immigrati e rifugiati, nati in Italia o arrivati da minorenni, hanno scelto per definirsi.
Si tratta di una rete di “cittadini del mondo”, originari di Asia, Africa, Europa e America Latina, che hanno deciso di lavorare insieme su due punti fondamentali: i diritti negati alle seconde generazioni senza cittadinanza italiana e l’identità come incontro di più culture.
G2 nasce a Roma, la maggior parte dei suoi membri è cresciuta nella capitale, ma mantiene un dialogo costante con seconde generazioni di altre città italiane (Milano, Torino, Prato, Genova, Mantova, Arezzo, Camerino, Padova, Napoli) che hanno chiesto di essere parte del network G2.
Attualmente, questa rete nazionale riunisce ragazzi/e dai 17 ai 35 anni, originari di diversi Paesi: Filippine, Etiopia, Eritrea, Perù, Cina, Cile, Marocco, Libia, Argentina, Bangladesh, Capoverde, Iran, Srilanka, Senegal, Albania, Egitto, Brasile, India, Somalia, Ecuador e altri.

Published in Seconde generazioni

Yalla Italia è un blog, una piattaforma di ritrovo, per giovani che nessuno ha trovato il modo di definire: seconde generazioni, nuovi italiani, generazioni 1.5, figli di immigrati, ecc. Espressioni lente, lentissime, che non colgono la dinamicità e la rapidità con cui la società italiana sta cambiando, i mille volti che ne rappresentano il carburante silenzioso, il paese reale.

Published in Seconde generazioni

Neri italiani - Black Italians è un gruppo di ragazzi e ragazze di discendenza africana, italiana o sudamericana che cooperano con impegno al fine di rendere più attivo e partecipativo il ruolo della comunità africana in Italia. Il nome Neri Italiani richiama la definizione che la società americana attribuiva ai migranti italiani durante le prime emigrazioni dall'Italia agli Stati Uniti: Black Europeans, i neri d'Europa. Il soprannome deriva da una serie di caratteristiche che accomunavano gli stereotipi sulla comunità afroamericana e su quella italiana, come la propensione alla delinquenza, la scarsa igiene personale e l'abitudine di fare molti figli nonostante le condizioni di grave disagio e povertà.Così come gli italo-americani, una volta risolti i problemi sociali, hanno contribuito alla creazione di un'America moderna multiculturale, le seconde generazioni vogliono contribuire allo sviluppo culturale dell'Italia in un periodo in cui anche gli altri principali stati europei affrontano lo stesso inevitabile processo.

Published in Seconde generazioni
Page 5 of 10