Tuesday, 28 January 2020 12:43

Mattatoio dei sogni o la colpa è di Bende, il primo uomo, per aver per aver boicottato la creazione? Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

Giovedì 30 gennaio 2020 presso Villa Medici in viale Trinità dei Monti, 1 alle ore 19 è previsto l'evento Mattatoio dei sogni o la colpa è di Bende, il primo uomo, per aver per aver boicottato la creazione? discussione e performance di Sammy Baloji, artista in arti plastiche e fotografo, e Fiston Mwanza Mujila, poeta, scrittore di Tram 83 (nominato al Man Bookers Prize) e professore di letteratura africana a Gratz. Il progetto attuale di Sammy Baloji svela le strategie contemporanee di reinvenzione della memoria nel Congo e nella sua diaspora. Su queste basi, al di fuori del suo contributo alla mostra “Congo as Fiction” del Museo Rietberg, egli invita l’autore Fiston Mwanza Mujila e due musicisti che lo accompagnano nelle sue performance a riflettere, partendo dall’ambito che li compete.

Giovedì 30 gennaio 2020 presso Villa Medici in viale Trinità dei Monti, 1 alle ore 19 è previsto l'evento Mattatoio dei sogni o la colpa è di Bende, il primo uomo, per aver per aver boicottato la creazione? discussione e performance di Sammy Baloji, artista in arti plastiche e fotografo, e Fiston Mwanza Mujila, poeta, scrittore di Tram 83 (nominato al Man Bookers Prize) e professore di letteratura africana a Gratz. Il progetto attuale di Sammy Baloji svela le strategie contemporanee di reinvenzione della memoria nel Congo e nella sua diaspora. Su queste basi, al di fuori del suo contributo alla mostra “Congo as Fiction” del Museo Rietberg, egli invita l’autore Fiston Mwanza Mujila e due musicisti che lo accompagnano nelle sue performance a riflettere, partendo dall’ambito che li compete. Il testo che ne emerge è tanto ispirato al Kasala, genere epico del popolo Iuba, quanto al jazz. In una lingua solforosa – ridondanze blasfematorie, immagini ossessive, frasi incantatrici – la lunghissima poesia di Mwanza Mujila lega i racconti cosmogonici, biografie reali e fittizie, genealogie veritiere, inventate o rese nel gusto del giorno, fantasmi personali del poeta agli avvenimenti tragici propri allo Zaire o, ancora, alle fosse comuni della Terza Repubblica. Ancora e sempre il fiume Congo, i minatori del Katekelayi, i bambini delle miniere del Katanga e l’Avo (Kaku) servono da filo rosso nel flow del sassofono e del basso-clarinetto (Patrick Dunst), della batteria e del gong (Christian Pollheimer). Nato a Lubumbashi, Sammy Baloji lavora come artista tra il Congo e il Belgio. Fiston Mwanza Mujila, Patrick Dunst e Christian Pollheimer sono basati in Austria e conducono progetti in comune ormai da qualche anno.

Ingresso libero nei limiti dei posti disponibili.

Villa Medici
viale Trinità dei Monti, 1

Additional Info

  • data inizio: Thursday, 30 January 2020
  • data fine: Thursday, 30 January 2020
  • Indirizzo: viale Trinità dei Monti, 1 - Roma
  • Depubblicazione homepage: Friday, 31 January 2020
Read 108 times Last modified on Tuesday, 28 January 2020 13:02
Show Street View
Giorgia DM

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.