Venerdì 13 settembre 2019, alle ore 17, presso Istituzione Teresiana, Via Corrado Celso 1, la FEDAI - Fdederazione delle diaspore africane in Italia, con la collaborazione di IDOS, PRODOCS, UNAR e Istituzione Teresiana, organizza il convegno Gli immigrati africani invadono davvero l’Italia? Cause, problematiche delle migrazioni dei paesi africani. In Europa, intesa come Unione di 28 Stati, è diffusa l’opinione che il continente africano rappresenti una sorta di bomba atomica o termonucleare demografica. Molti demografi hanno ipotizzato che l’Africa, in un futuro prossimo potrà costituire una vera minaccia per gli occidentali. I rappresentanti della Federazione delle diaspore africane, presenteranno un’altra narrazione della immigrazione africana in Italia e nel mondo.

Published in Africa

Per lungo tempo li abbiamo chiamati "angeli del mare". Le Ong impegnate nel Mediterraneo per soccorrere i migranti erano considerate il simbolo della società civile europea pronta all'accoglienza, quella della solidarietà e degli striscioni "Refugees Welcome", che aveva scelto di non abdicare al proprio ruolo dopo il conflitto in Siria e l'esodo legato al fallimento delle primavere arabe. Poi qualcosa è cambiato. Nel 2017, nel giro di pochi mesi, il discorso pubblico è stato deviato: gli angeli sono diventati vicescafisti, le loro navi taxi del mare. Un processo di criminalizzazione segnato da tappe precise: un dossier dell'agenzia europea Frontex, una campagna mediatica, la commissione d'indagine del Senato, poi le accuse (perlopiù archiviate) di alcune procure siciliane, i sequestri delle navi, infine le dichiarazioni dei politici di casa nostra e di esponenti della destra sovranista di tutta Europa. Fino allo stallo dei porti chiusi via Twitter, ai casi della Aquarius e della Diciotti, alla guerra di posizione sulla redistribuzione dei migranti che segna ogni giorno il dibattito politico italiano ed europeo. La legge del mare ripercorre da vicino le fasi di questa evoluzione, partendo da Josefa, la donna camerunense salvata dalla nave Open Arms nel luglio 2018, e dalla strumentalizzazione della foto delle sue unghie smaltate di rosso.

Published in Annalisa Camilli

La cooperativa sociale Abitus organizza una raccolta di strumenti musicali usati da destinare ai richiedenti asilo di vari centri d’accoglienza del Lazio. Gli strumenti vanno portati in via Angelo Poliziano 56.


Published in Appelli e campagne

A seguito dell'assalto al Centro di accoglienza di Tor Sapienza a Roma, pubblichiamo volentieri questa lettera che ci è stata inoltrata dalla Segretaria di ForumSad (Forum per il sostegno a distanza) scritta dai ragazzi rifugiati del Centro Morandi per far sentire la loro voce e mostrare tutta la nostra solidarietà:

Published in Appelli e campagne

Liberi Nantes da 7 anni offre a titolo completamente gratuito l’opportunità di praticare sport a quel popolo di rifugiati e richiedenti asilo che è ospite dei centri di accoglienza di Roma e provincia. Per sostenere le attività dell'associazione partirà un Crowdfunding, ovvero un finanziamento dal basso che coinvolga tutte le persone e le realtà che vogliano contribuire. Oltre che uno strumento di finanziamento il crowdfunding è anche un modo per condividere e rendere più partecipato il progetto. Venerdì 20 febbraio 2015 dalle ore 19.30 alle ore 22.30 presso Impact Hub, viale scalo san lorenzo 67, ci sarà una serata per presentare l’iniziativa.

Published in Appelli e campagne

KARALO' è una parola Mandinga che significa semplicemente “sarto”. E' un progetto che nasce dall’incontro tra quattro giovani richiedenti asilo di diversa nazionalità e ospiti di di un centro SPRAR gestito dalla cooperativa Eta Beta e dall’incontro con il Casale del Podere Rosa dove in precedenza uno di loro aveva frequentato un corso di cucito. COME POTETE AIUTARCI? Donandoci vecchie macchine da cucire, anche non perfettamente funzionanti; stoffe di buona qualità e comprando i nostri prodotti finiti.

Published in Appelli e campagne

Pubblichiamo una petizione lanciata da Tareke Brhane e il Comitato 3 Ottobre, diretta al Presidente della Commissione Europea in cui si chiede all'Europa un'urgente attività di ricerca e di soccorso in mare su ampia scala e l’apertura di vie legali per garantire un accesso sicuro all'Europa a chi fugge da conflitti e persecuzioni. Per evitare che un viaggio di speranza si trasformi in un viaggio di morte.

Published in Appelli e campagne

Prosegue fino al 20 luglio 2015 la raccolta di vestiario estivo organizzata da Amal for Education per i profughi siriani. Vari i punti di raccolta: Prati, Trastevere, San Lorenzo, San Giovanni.

Published in Appelli e campagne

Cara donatrice, caro donatore,
Vieni al Baobab!
Vieni a vedere com’è la situazione, a conoscere i migranti, a conoscere i volontari. Vieni a chiacchierare, a bere il tè, a provare le grandi emozioni che circolano in quel posto. Vieni insieme agli amici, e spendi dieci minuti del tuo tempo. Dieci minuti di sei persone sono un’ora di tempo speso a fare le centinaia di cose di cui c’è bisogno.
Puoi chiamarci o scriverci, ci possiamo incontrare, possiamo introdurti in questa esperienza bellissima.

Published in Appelli e campagne

Domenica 13 settembre 2015 appuntamento alle 17 al pontile di Ostia per la manifestazione Benvenuti su questa spiaggia! a sostegno di quanti fuggono da Paesi in guerra, dalla fame e cercano rifugio in Europa. Si svolgerà una commemorazione per ricordare le migliaia di persone morte nel tentativo di approdare alle nostre spiagge. Successivamente, con l'intervento dei volontari de "La Scuola di Pace" - associazione che assiste i bambini colpiti da calamità naturali o da guerre - si svolgeranno attività ludiche per i piccoli, mentre gli adulti potranno ricevere informazioni sulla situazione in Siria e sui motivi che spingono all'esodo migliaia di siriani.

Published in Appelli e campagne
Page 2 of 35