Proseguono fino al 18 dicembre, giornata mondiale per i diritti dei migranti, i presidi nelle piazze italiane di Milano, Palermo, Torino, Messina per chiedere con forza i necessari cambiamenti delle politiche migratorie europee e globali. Giovedì 17 dicembre 2015 a Roma Largo Argentina dalle ore 18 alle 19. Ogni giorno le vite di migliaia di donne e uomini in fuga vengono messe a rischio, i diritti umani e civili di profughi e migranti calpestati e la libertà di movimento annullata.

Published in Appelli e campagne

Il 18 dicembre del 1990 l’assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la “Convenzione Internazionale sulla Protezione dei Diritti dei Lavoratori Migranti e dei Membri delle loro Famiglie” e nel 2000 l'ONU ha proclamato ufficialmente questa data come la Giornata Internazionale dedicata ai Migranti. Il coordinameto rifugiati e migranti di Amnesty International, sezione italiana, vuole celebrare questa giornata attraverso una fotopetizione, invitando tutti a fotografare i loro piedi, o le loro scarpe, aggiungendo l'hashtag #soseurope e postare la foto su questa pagina o sulle loro bacheche.

Published in Appelli e campagne

I volontari del centro spontaneo di accoglienza Baobab di Via Cupa, visto l'alto afflusso di migranti rifugiati, chiedono aiuto per reperire beni di prima necessità per garantire un minimo di assistenza, nella assenza di provvedimenti pubblici. Mercoledì 6 luglio 2016 tra le 18 e le 20 è stato organizzato un punto di raccolta in Via Federico Borromeo 33 per portare poi quanto ricevuto a Via Cupa.

Published in Appelli e campagne

Giovedì 19 gennaio 2017 dalle ore 15 alle ore 18 presso il Pantheon, Piazza della Rotonda, si terrà il presidio La Vita Vale Molto Di Più Di Una Frontiera!, in occasione della conferenza stampa del Ministro Minniti sul nuovo piano immigrazione, che prevede il ripristino degli accordi di rimpatrio e l'apertura di nuovi centri di detenzione sul territorio. Il presidio è organizzato dalla rete Roma accoglie nata lo scorso anno a Roma, che tiene dentro diverse realtà che da anni si attivano in favore dei diritti dei migranti partendo dal tentativo dell’elaborazione di un’altra idea di accoglienza.

Published in Appelli e campagne

HummusTown: è un progetto concreto per aiutare i rifugiati siriani a Roma a ottenere l'indipendenza economica attraverso lavoro dignitoso: cucinare, confezionare e consegnare deliziosi piatti tradizionali in città e nei dintorni. L’obiettivo, a lungo termine, è acquistare uno spazio che includa una cucina industriale, uno spazio per uffici, una sala riunioni e una reception per gli ordini diretti. Su GoFundMe è partita la raccolta fondi per coprire i costi operativi del progetto.

Published in Appelli e campagne

Agus Morales segue le orme degli esiliati della terra, dà voce a coloro che sono stati obbligati a fuggire. Viaggia alle origini del conflitto in Siria, Afghanistan, Pakistan, Repubblica Centrafricana e Sudan del Sud. Cammina con i centroamericani che attraversano il Messico e con i congolesi che fuggono dai gruppi armati. Si addentra sulle strade piú pericolose, segue i salvataggi nel Mediterraneo, conosce le umiliazioni che soffrono i rifugiati in Europa. E sbarca presso l’ultima frontiera, la piú dura e la piú difficile da attraversare: l’Occidente.

Published in Agus Morales

Humilitas onlus è un’associazione no profit, per statuto braccio sociale della Missione Latino americana di Roma; impegnata da vent’anni nel sostegno alle fasce più vulnerabili, senza distinzione alcuna di religione, genere o provenienza. Humilitas onlus opera attraverso attività d’inclusione e di studio, consulenze gratuite di ascolto psicologico e di sostegno legale. Propone percorsi di  formazione al lavoro accessibili, pensati per chi ha bisogno di ricominciare a mettersi in gioco, per chi già lavora ma vuole migliorarsi, per chi altrimenti non potrebbe permettersi di studiare.Lavora in contrasto alle nuove e vecchie povertà. Ascolta e sostiene chi cerca un lavoro. Crea nel territorio interventi e progetti per migliorare le comunità in cui opera. Attiva reti di persone volenterose per aiutare chi è solo o lontano da casa.

Le Biblioteche di Roma, in seguito ai drammatici avvenimenti di Lampedusa, hanno dato vita a una serie di iniziative di solidarietà e di sensibilizzazione. Tra queste l'iniziativa Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città invisibile, che affronterà in diverse biblioteche il tema delle migliaia di Rifugiati e di Richiedenti asilo invisibili, abitanti dei tanti insediamenti informali e di fortuna, in condizioni di vera emarginazione. L'obiettivo è soprattutto quello di far emergere e denunciare una situazione ancora molto sommersa, pur essendo una grave emergenza, e farla conoscere ai cittadini romani tramite le immagini e le voci dei protagonisti.
Si inizierà alla Biblioteca Appia in via La Spezia, 21 venerdì 29 novembre 2013 dalle 17 alle 20.30. Nel programma si alterneranno proiezioni di corti e documentari dell'Archivio delle Memorie Migranti con le testimonianze di rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori, che provengono sia dagli insediamenti/occupazioni sia dai centri di accoglienza. L'evento è organizzato insieme all'Associazione Cittadini del Mondo con il Centro Astalli e la Fondazione Integra/Azione. Alla presenza di Silvio Di Francia, Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale e Susi Fantino, Presidente VII Municipio.

Continuano gli incontri dedicati dalle Biblioteche di Roma ai Rifugiati invisibili in fuga da guerre e  persecuzioni.
Il terzo incontro, dedicato alla Siria, si svolgerà mercoledì 26 febbraio 2014 alle ore 17,30 alla Biblioteca Vaccheria Nardi, via di Grotta di Gregna 37. A dare la propria testimonianza saranno rifugiati, richiedenti asilo, volontari e operatori dei centri di accoglienza, cittadini siriani che lavorano e studiano a Roma, che ci racconteranno l’evolversi della situazione in Siria e ciò che stanno vivendo le proprie famiglie e i propri cari.

Martedì 8 aprile 2014 dalle ore 17,30 alla Biblioteca Franco Basaglia, via Federico Borromeo 67, si terrà il quarto incontro del ciclo dedicato ai rifugiati e richiedenti asilo Roma come Lampedusa. Racconti dalla Città invisibile. Si parlerà questa volta del sistema di accoglienza romano e di buone pratiche svolte dalle associazioni con i rifugiati. In programma una maratona di testimonianze di esperti di etnopsichiatria, operatori e ospiti dei centri d'accoglienza, oltre a mostre fotografiche e una performance del gruppo Kermesse dell'associazione PRIME Italia.

Page 3 of 35