Questa Moschea è gestita da cittadini bengalesi e apre solo nell'orario di preghiera.

via Aristide Leonori, 94

Il Carrom è uno dei giochi da tavola più famosi e amati in India e nello Sri Lanka. L'associazione Sri Lanka Carrom Masters Rome, fondata da Susil Kurera nel 1997, organizza tornei nella capitale e, ogni due anni, la "Sri Lanka Carrom Masters Cup Rome".

Questa Moschea è gestita da cittadini bengalesi.


via dei Durantini, 98
Cellulare: 327 9885215

Fornisce assistenza legale e sanitaria per gli immigrati del Bangladesh. Organizza saltuariamente corsi di italiano per stranieri.

Presidente: Islam Mumenul
via Eratostene, 44
Cell. 339 2035383
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Questa Moschea è gestita da cittadini bengalesi.


via Val di Lanzo, 147

Fondato a Roma a settembre 2007, il BCII Bangladesh Cultural Institute of Italy ha inaugurato la sua attività in occasione dei festeggiamenti per il Boishakhi Mela (festival del capodanno bengalese) 1415, che si è svolto a Roma nell'Aprile 2008.
Nato da un'idea del presentatore bengalese Rony Akther, presidente dell'Istituto, e di altri intellettuali del Bangladesh, che vivono in Italia da molti anni, il BCII ha l'obiettivo di favorire una nuova identità italiana, affinché diventi sempre più interculturale.

Questa Moschea è gestita da cittadini bengalesi.


Circonvallazione Appia, 33B

L'associazione Italia-Bangladesh ha come obiettivo progettare e gestire programmi di reciproco aiuto sopratutto nei momenti di emergenza in seguito ad avvenimenti ambientali catastrofici, reperendo fondi e organizzando forme d'accoglienza. Si propone inoltre di organizzare incontri culturali, corsi, convegni e conferenze in Italia e di organizzare iniziative di conoscenza del territorio attraverso escursioni, ecomusei e centri di educazione ambientale sul posto.

 

Questa Moschea è gestita da cittadini bengalesi.

via dei Gladioli, 14
Cellulare: 324 5560231

La moschea Quba può ospitare fino a trecento fedeli per la preghiera del venerdì. Il luogo di culto è gestito da bengalesi come il suo imam Ruhulamin. All’interno è stata organizzata anche una Madrasa (scuola coranica) frequentata da giovani studenti alcuni dei quali praticano la memorizzazione del Corano.
Page 8 of 21