Leila D
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Fino al 19 ottobre presso la Biblioteca Rugantino, in via Rugantino 113, si terrà un nuovo ciclo di Cartoni Solidali in Biblioteca. Prima di ogni proiezione, sarà possibile ritirare in biblioteca materiale informativo del Progetto in favore dell'apertura di nuove biblioteche nei paesi del sud del mondo dove il progetto lavora dal 2006 in collaborazione con alcune associazioni romane.

 

La Gabbianella onsul promuove il concorso Tesi di laurea sul Sostegno a Distanza (SaD) in Italia e nel mondo. L'obiettivo è quello di diffondere il Sostegno a Distanza, sollecitando una maggiore attenzione in ambito accademico e favorendo la realizzazione di studi approfonditi sul settore. Il bando è in scadenza al 30 aprile 2011.

Leyla Vahedi è una giovane artista italo-iraniana. Sin da piccolissima sperimenta la pittura nello studio del padre pittore. Al liceo si dedica al collage e organizza mostre e laboratori nell'ambito della Giornata dell'arte studentesca. Laureata in filosofia, negli anni dell'università si avvicina alla pittura a olio e all'incisione. Ha studiato e continua a studiare incisione, anatomia artistica e disegno dal vero presso la Scuola di arti e mestieri S. Giacomo di Roma e in privato.

 

Nato a Teheran nel 1947, Hassan Vahedi si è diplomato in pittura e scultura alla locale Accademia di belle arti. Ha partecipato insieme a letterati ed artisti del suo Paese al gruppo Talere Iran. Giunto in Italia alla fine del 1974, ha studiato pittura con Montanarini e Trotti e scultura con Fazzini e Greco all'Accademia di belle arti di Roma. Risiede e lavora a Roma, dove ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in Italia ed all'estero.

 

Fino a lunedì 11 ottobre, all'interno di Villa Borghese, in viale delle Magnolie, si potrà visitare la mostra I nostri silenzi dello scultore messicano Rivelino: una mostra itinerante composta da 10 sculture monumentali di 1 tonnellata di peso ognuna, che vuole essere un omaggio del popolo messicano al popolo italiano in occasione delle celebrazioni per il Bicentenario dell’inizio della lotta per l’Indipendenza ed il Centenario della Rivoluzione Messicana.

 

Olha Polovynets nasce a Herson nel 1977. Pittrice e decoratrice autodidatta si trasferisce a Roma nel 1998 dove studia  l’arte del’affresco e trompe l’oeil. Attraverso la pittura, esprime un profondo e nostalgico legame con la natura di suo paese, ed il fascino dell’essere femminile etereo.

 

Nata al Cairo, Amal Khalifa ha conseguito il Diploma del Festival della danza orientale in Egitto e il riconoscimento del Mediterranean Festival della Universal Art. In Italia ha iniziato nel 1988 l'insegnamento della danza del ventre e del folclore arabo in diverse scuole di Roma. Ha lavorato per alcune delle più importanti reti televisive italiane, partecipando a diversi programmi.

Associazione culturale. Le attività principali di Taus club riguardano la divulgazione della danza orientale e del folklore arabo, promossa attraverso l'organizzazione di corsi e spettacoli e di un festival di danza del ventre. La scuola si avvale della collaborazione di maestri di danza riconosciuti provenienti dal mondo arabo.

Questo negozio offre un’ampia scelta di tappeti persiani ed orientali, sia contemporanei che antichi. È dotato di un laboratorio in cui lavorano esperti restauratori, e dispone di arredatori e architetti che effettuano consulenze gratuite.
Oltre ai classici servizi di lavaggio e custodia, Trame d’Oriente offre una serie di vantaggi alla clientela che non è facile trovare, fra cui la possibilità di prendere in visione un tappeto per qualche giorno prima di decidere se acquistarlo.
L’azienda offre anche un servizio di noleggio per eventi come conferenze, matrimoni o servizi fotografici.


L’associazione Romana Pro Juventute Tetto nasce nel 1953 per dedicarsi all’assistenza e all’educazione di minori che vivevano in condizioni di disagio socio economico. Dal 1985 ha attivato un progetto rivolto a minori in affido ai servizi sociali ed è stata aperta la casa famiglia che ospita minori dai 6 ai 15 anni; lavora inoltre con i Rom, attraverso un progetto di prescolarizzazione, rivolto ai bambini e alle loro famiglie.