Leila D
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Laureata in pittura all’Accademia delle Belle Arti di Teheran, si trasferisce successivamente a Roma, dove si iscrive al corso di Grafica multimediale della Facoltà di Architettura e partecipa a varie mostre individuali e collettive.
Come spiega lei stessa, sin da bambina coltiva la passione per la scultura ed i colori,  "Avverto l’esigenza di esprimermi con la scultura ed i colori. Da bambina giocavo ed “estraevo“ storie dalle macchie che vedevo ovunque: dal soffitto della mia stanza fino al pavimento del bagno e cominciavo a raccontare queste storie con le forme; era necessario sottolineare quelle forme con le linee! Perciò la linea è diventata il mio strumento primario...

 

Il centro, che ospita una Scuola di Iconografia che offre corsi di diversi livelli, anche corsi intensivi della durata di un fine settimana al mese per otto mesi e prevede incontri con docenti esperti per meglio approfondire la teologia e spiritualità dell’Icona. Il centro organizza anche lezioni di arabo, per diversi livelli, individuali e di gruppo.

Rimarrà allestita fino a venerdì 30 aprile al Kunsthaus, in via Giovanni Pierluigi da Palestrina, 21 la mostra dell'artista iraniana Sara Alavi, a cura di Luisa Conte.

Nata a Teheran nel 1982, si laurea in economia e grafica in Iran e parallelamente studia arte con illustri maestri. Nel 2009 vince il Festival delle sculture di ghiaccio e neve. Successivamente si trasferisce a Roma, dove si iscrive all'Accademia delle Belle Arti e frequenta il corso di specialistica in scultura. In Italia, ha partecipato all'evento multimediale Iran. Sguardi sotterranei, mostra sull'arte e sulla musica underground di Teheran organizzata dalle Biblioteche del Comune di Roma e a varie mostre. Ha realizzato sculture che sono state esposte nel parco Regionale Valle del Treja a Calcata, e nel Parco castiglione di Palombara Sabina.

In occasione del Noruz 1389. Mercoledì 24 e sabato 27 marzo 2010, presso la Biblioteca Vaccheria Nardi, in via Grotta di Gregna, 27 è stato presentato l’evento multimediale Iran. Sguardi sotterranei, pensato per dare spazio alle opere di giovani artisti e in particolare alla scena musicale underground di Teheran.

La Compagnia e centro di cultura della danza e la musica etnica Tairona è un'appendice del progetto Centro d'arte e tradizioni popolari della Colombia. Diretta dalla ballerina, musicista e coeografa Gloria Mendiola, si occupa della ricerca, codificazione e diffusione delle tradizione folcloriche della Colombia in tutte le sue manifestazioni.

In scena fino a domenica 31 gennaio, al Teatro Spazio Uno, vicolo dei Panieri, 3 lo spettacolo Madri Migranti. Trapianto di Cuore Globale, per la regia di Anastasia Astolfi. L’evento è organizzato da ZaLab.

Illustrazioni sul tema della diversità. In occasione della piccola fiera dell’editoria indipendente Libri al sole che si terrà a Celle Ligure da venerdì 2 a domenica 4 luglio, è indetta la quarta edizione del Concorso Internazionale di illustrazione Disegni al sole aperto ad illustratori italiani e stranieri. Scade venerdì 30 aprile.

L’istituto per l’Oriente C. A. Nallino, in via Alberto Caroncini 19, organizza una conferenza tenuta da Michelina Di Cesare del Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut, sul tema Immagini di Muhammad dal Medioevo Occidentale, venerdì 29 gennaio alle ore 17.

Martedi 26 gennaio alle ore 19, presso la Biblioteca Rispoli in piazza Grazioli 4, si terrà il quarto appuntamento con il ciclo di incontri formativi Visti dal Ponte - Incontri di approfondimento su Medioriente e Balcani. L'incontro si focalizzerà sulla questione politica interna palestinese.