Leila D
Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

La Libreria Pagina 2 è l'evoluzione della libreria Orientalia, e si trova nel cuore del rione Esquilino, a pochi metri da piazza Vittorio Emanuele II. Offre una vasta selezione di narrativa italiana e straniera, libri per ragazzi e saggistica ed ha mantenuto al suo interno un'ampia area specializzata per tutti gli studiosi e gli amanti delle civiltà e delle lingue dei paesi del Medio e dell'Estremo Oriente. Importa testi in lingua direttamente da Cina, Giappone, India e Paesi arabi, in particolare manuali e vocabolari.
Orari: Lun 15.30-19, dal martedì al venerdì 9.30-13 / 15.30-19, Sabato 10-13 / 16-19



via Cairoli, 63
tel. 06 4464956
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.libreriapagina2.it

Questa libreria, nata dall'idea di un architetto iraniano, è ora solo online.
Possiede una vasta scelta di libri orientali nelle lingue dei principali paesi, quindi libri in lingua araba, persiana, turca, tibetana, cinese e giapponese, albanese, afghana dari, urdu.
Si possono trovare anche libri di testo della facoltà di Studi Orientali dell'Università La Sapienza.
Tra i libri dedicati all’oriente un ricco scaffale è per l’India e agli altri paesi del subcontinente. I titoli vanno dai romanzi ai saggi critici, alle grandi traduzioni, ai libri di medicina o di astrologia indiana e di cucina. Né mancano i dizionari e le grammatiche.
Nonostante gli spazi ridotti del locale si possono trovare, tra gli altri, alcuni titoli della cinematografia indiana ma soprattutto abbondano i cd della musica del subcontinente: da Nusrat Fateh Ali Khan a Ravi Shankar e altri.

Bibliothé
Biblioteca del Bhaktivedanta Cultural & Educational Library, centro culturale attinente alla realtà religiosa, storica e sociale del subcontinente indiano. E' specializzata in Indologia, con particolare riferimento alle tematiche Vediche, ma i suoi scaffali offrono anche volumi sulla storia politica e socioeconomica dell'India, sulle biografie e sul pensiero dei maggiori esponenti della filosofia e spiritualità indiane, sulle pratiche relative allo yoga e all'ayurveda. Altri argomenti variano dal dialogo interreligioso, alle discipline relative alla sintesi di scienza e religione.
Orario: lun-ven dalle 10 alle 22

Il Carrom è uno dei giochi da tavola più famosi e amati in India e nello Sri Lanka. L'associazione Sri Lanka Carrom Masters Rome, fondata da Susil Kurera nel 1997, organizza tornei nella capitale e, ogni due anni, la "Sri Lanka Carrom Masters Cup Rome".

Bibliothé
L'associazione svolge una intensa attività culturale, con l'organizzazione di cicli di conferenze (religione, arti e scienze tradizionali dell'India) e corsi didattici (di lingua sanscrita, di Astrologia Vedica, di AstangaYoga e musica indiana Tabla e Mridanga). Tra libri di sapienza antica e saggistica moderna Bibliothé dispone di uno spazio espositivo per mostre di arte contemporanea.

È nato a Teheran nel 1941, ma dal 1960 vive a Roma, dove ha studiato architettura e scienze politiche.
È stato per venti anni fra i quadri dirigenti della sinistra iraniana in esilio e ha partecipato all’opposizione iraniana al passato regime dello scià.
Ha cominciato l’attività giornalistica nel 1980, dopo la rivoluzione islamica, ed è esperto di politica mediorientale per il gruppo L'Espresso-Repubblica. Ha pubblicato saggi sul mondo iraniano e le biografie di Mohammad Mossadegh e dell’ayatollah Khomeini (Ed. Cei, 1974), Documenti di un dirottamento (Ed. Eri, 1988), sul caso dell’Achille Lauro, La grande casa di Monirrieh (Feltrinelli, 2004), ambientato in Iran fra gli anni Trenta e il periodo del conflitto con l’Iraq, L’estate è crudele (Feltrinelli, 2007), che racconta la storia di un amore di Parviz e Maryam, nato e finito ai tempi della repressione in Iran, I demoni del deserto (Nottetempo, 2011) e Il cuore del nemico (Cooper, 2009).

Di padre iraniano e madre italiana, è nato nel 1951 a Teheran, nello stessa palazzina dove aveva sede il settimanale Rafat, fondato da suo padre. Ha studiato Scienze Politiche in Italia e ha frequentato un corso di specializzazione sulla Psicologia dei Mezzi di Comunicazione all'Università di Francoforte. Dal 1976 lavoro come giornalista professionista. Ha lavorato e collaborato con giornali, radio e televisioni italiane, spagnole, britanniche, arabe, americane e iraniane. Si occupa di diritti umani e della libertà d'espressione e grazie al suo lavoro ha ricevuto vari riconoscimenti. Fra i suoi lavori, L’ultima primavera. La lotta per la libertà di informazione in Iran (2006), edito da Polistampa e Iran. La rivoluzione online, Cult Editore, 2010.

Lingua e traduzione persiana
docente: prof.ssa Paola Orsatti
lettore: dott. Changiz Davarpenah
Il corso intende fornire agli studenti una buona conoscenza del neopersiano contemporaneo d’Iran (farsi), nelle due varietà letteraria e colloquiale.
I corsi sono affiancati da esercitazioni di lettura, scrittura e conversazione, svolte dal lettore di lingua madre.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Storia della lingua persiana
Docente: prof.ssa Paola Orsatti
Il corso vuole essere un approfondimento delle conoscenze linguistiche sul neopersiano. Si sofferma, fra l’altre, sulla lingua colloquiale informale d’Iran o tehranese, sulla terminologia scientifico-letteraria o persiano commerciale e, per gli studenti di Laurea specialistica, sul persiano antico.
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

studio 2 (dipartimento Studi Orientali)
via Principe Amedeo 182/b
tel 06 4991 3090
w3.uniroma1.it/studiorientali


Facoltà di Lettere e Filosofia
Lingua e letteratura persiana
docente: prof. Mario Casari
Nell’ambito del corso di laurea in Storia e civiltà dell’Oriente e del Mediterraneo, è stato attivato un corso di lingua persiana sia per la laurea di base, che per la specialistica.

aula docenti Facoltà di Studi Orientali
via Principe Amedeo 182/b
tel 06 49913090
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
http://w3.uniroma1.it/studiorientali

L’Istituto per l’Oriente Carlo Alfonso Nallino, fondato nel 1921, si propone di divulgare e accrescere la conoscenza della vita culturale, politica ed economica di tutto l'Oriente islamico.
Presso l’Istituto si tengono ogni anno corsi di lingua e cultura persiana, tenuti dalla dottoressa Ferminia Moroni. Le lezioni si svolgono ogni lunedì dalle ore 17 alle ore 19. 

Il locale, segnalato dal Gambero Rosso, è composto da una bellissima veranda e da una sala arredata con oggetti, maioliche, tappeti e tovaglie provenienti dall'Iran. Fra le specialità, preparate da un ottimo cuoco iraniano, si può trovare il mast, antipasto a base di crema di yogurt con sale, mentuccia persiana e polvere di aglio, il kubide, piatto composto da riso e da due spiedini di carne di manzo macinato speziato, oppure dolci come il reza mashti, gelato con zafferano, pistacchio e acqua di rosa. Tutti i mercoledì, inoltre, la cena è accompagnata da suggestivi spettacoli di danza del ventre, eseguiti da ballerine professioniste.
Orario: dalle 12.30 alle 16 e dalle 19.30 alle 24br> chiuso: lunedì a pranzo

via di Grotta Rossa, 52
tel. 06 30310231
www.kabab.it