Dal 20 al 22 ottobre si terrà l'iniziativa "Per la pace, la democrazia e lo Stato di diritto in RD Congo", organizzata dal Comitato "Azione RD Congo 2011", costituito a Roma il 30 luglio 2011, composto dalle seguenti associazioni: Mama Africa, Solidarité Nord-Sud, Congo Lisanga, Mutualité, Dynamique della Diaspora Congolaise en Emilia Romagna, Società Civile Congolese d'Italia. 3 giorni di informazione e discussione sulla Repubblica democratica del Congo che possano portare all'elaborazione di proposte e azioni volte a migliorare la situazione nel paese.

Published in Africa

Mercoledì 8 giugno 2016 alle ore 18 in piazza D'Ara Coeli 12, la Lega Italiana dei Diritti dell'Uomo - Comitato di Roma presenta il convegno La schiavitù in Mauritania: la situazione dalle città alla campagna. Appuntamento con la conferenza sulle "nuove" e "antiche" forme di schiavitù che ancora, nel 2016, caratterizzano la Mauritania. Seguiranno contributi del Movimento delle associazioni africane in Italia e di Adif - Associazione Diritti e Frontiere.

Published in Africa

Mercoledì 9 maggio 2018 alle ore 16 presso FNSI - Federazione Nazionale Stampa Italiana, Corso Vittorio Emanuele II 349, si terrà la prèsentazione del libro Mai Piu Schiavi. Biram Dah Abeid e la lotta pacifica per i diritti umani, di Maria Tatsos, scrittrice italo-greca-armena. L’opera è il risultato di due anni di ricerche internazionali del percorso di lotta del leader abolizionista mauritano Biram Dah Abeid e del circuito dell’IRA Mauritania, il movimento abolizionista della schiavitù da lui presieduta nel mondo. Il libro ha la prefazione di Riccardo Noury, porta voce di Amnesty International Italia, sostenitore e amico di Biram Dah Abeid dal 2009 e la post-prefazione di Giuseppe Maimone, ricercatore e Professore universitario specializzato da diversi anni nella tematica della schiavitù. All'inconro saranno presenti sia Biram Dah Abeid che l'autrice Maria Tatsos.

Published in Africa

Appello dell'Associazione Solidarité Nord-Sud
 [...] Riteniamo di dover ribadire l’urgenza che l’Europa tutta prenda atto di quelle che sono le voci del popolo maliano affinché la convivenza pacifica non sia solo una vuota parola e, dunque, faccia tutto quanto in suo potere per sostenere un processo di Pace.
Gli eventi finora ci spingono a riconfermare la necessità che si accompagni il popolo del Mali verso l’accesso al proprio potere decisionale; che l’Africa in genere ed il Mali in particolare non hanno bisogno tanto di “aiuti in moneta” ma di poter accedere liberamente alle proprie risorse e poter scegliere il proprio percorso di sviluppo economico politico sociale e culturale;

Published in Appelli e campagne

Martedì 3 novembre 2015 alle ore 11 appuntamento presso l'Arco di Costantino (Colosseo) per  Kunduz un mese dopo: MSF ricorda le vittime e chiede il rispetto delle strutture sanitarie. Perché anche la guerra ha delle regole. A un mese dal bombardamento dell’ospedale traumatologico di MSF a Kunduz nel quale hanno perso la vita almeno 30 persone fra personale medico, pazienti, familiari e personale di servizio MSF organizzerà un evento di commemorazione in questa data in numerose città del mondo. Sarà un momento per ricordare e onorare gli amici, i colleghi e i pazienti e chiedere la protezione delle strutture sanitarie come sancito dal Diritto Internazionale Umanitario

Published in Appelli e campagne

Appello dei partecipanti al convegno di Confronti «Da musulmani immigrati a cittadini italiani: la sfida dell’integrazione e del dialogo» (13-14 novembre 2015)

Di fronte ai tragici attentati di Parigi di venerdì 13 novembre, noi esponenti di varie organizzazioni islamiche e cristiane, riuniti a Roma per il convegno promosso dalla rivista Confronti sul tema: «Da musulmani immigrati a cittadini italiani: la sfida dell’integrazione e del dialogo» (13-14 novembre 2015), esprimiamo il nostro cordoglio e il nostro sconcerto, nonché la nostra solidarietà al popolo francese, con tutte le sue componenti religiose e culturali, e a tutti i popoli vittime del terrorismo.

Published in Appelli e campagne

Venerdì 25 novembre 2016 dalle ore 17 alle ore 20 appuntamento a piazza Benedetto Cairoli 6, per accendere i riflettori sulla Siria. Aleppo: "Mai più" è ora! - fermiamo l'eccidio del popolo siriano. "Dall'olocausto nazi fascista a Srebrenica, passando per il genocido rwandese, quante volte diremo "mai più"? In Siria, "mai più" è ora!".

Published in Appelli e campagne

Alexandra è un' associazione di promozione sociale che nasce per sostenere il processo di integrazione dei cittadini stranieri che decidono di soggiornare sul territorio italiano. L'Associazione opera e svolge le sue attività al fine di promuovere una percezione dell'integrazione come processo possibile e necessario fondata sul riconoscimento della comune dignità di ogni persona, prescindendo dal  popolo, dall'etnia, o dalla religione di appartenenza. Richiesta di permesso di soggiorno CE, ricongiungimento familiare, visto d'ingresso, sono solo alcune delle attività che l'Associazione svolge quotidianamente.

Tutela Diritti e Lavoro è una associazione no profit fondata da giovani professionisti nei diversi settori del diritto e dell'economia, ma aperta a tutti coloro che ne condividino gli scopi e il modo di operare. L'Associazione ha come obiettivo la tutela dei diritti di tutti gli individui, senza distinzione alcuna, al fine di garantirne l'effettiva tutela giurisdizionale. L'Associazione, inoltre, intende contribuire ad uno sviluppo sociale basato su criteri di equità ed integrazione, attraverso la promozione della solidarietà umana e sociale. In quest'ottica si inserisce il progetto per la creazione dello "Sportello Legale gratuito" che si prefigge lo scopo di offrire un aiuto concreto a tutti gli associati e ai soggetti sociali più deboli.

http://www.tdlnonprofit.org/

Published in Diritti umani

L'Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, è un ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla razza o sull'origine etnica. L'UNAR analizza il diverso impatto che le discriminazioni hanno sul genere ed il loro rapporto con le altre forme di razzismo di carattere culturale e religioso. Segnalazioni al numero 800 90 10 10.

www.unar.it/unar/portal/?lang=it

 



Published in Diritti umani
Page 1 of 6