Facoltà di Studi Orientali
Letteratura giapponese
Prof.ssa Maria Teresa Orsi
Il corso intende offrire un panorama diacronico della letteratura giapponese, esaminando i principali generi sviluppatisi nel corso dei secoli VIII-XIX.
tel. 06 49913089
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Letteratura giapponese moderna e contemporanea
Prof.ssa Maria Gioia Vienna
Il corso si propone di offrire un quadro generale sulla storia della letteratura giapponese dal periodo Meiji (1868-1912) ai giorni nostri, attraverso l’analisi di opere particolarmente significative.
tel. 339 4783997
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Facoltà di Lettere e Filosofia
Letteratura giapponese
Prof.ssa Paola Cuppone
Storia letteraria del Giappone nei periodi Nara, Heian e Kamakura (dalle origini al sec.XIV).
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Prof.ssa Teresa Ciapparoni
Introduzione al canone del componimento e alla storia dello haiku.
tel. 06 4451209
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Prof.ssa Giuliana Carli
Storia letteraria del Giappone nei periodi Meiji, Taisho e Showa (secc.XIX-XX).
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

di Ashai Lombardo Arop

Sono alla mia quarta rinascita, e non è male in una stessa vita.

Qualche tempo fa, dopo un'audizione andata a buon fine, mi sono sentita dire che ero grandiosa, decisamente quello che cercavano, tranne che per un dettaglio: il mio italiano era troppo perfetto.

Ecco un altro punto di svolta.
Quindici anni fa arrancavo a fatica contro il vento di una società, che mi accettava con un ghigno maldestro, solo dopo aver sentito il mio italiano perfetto. “Come sei brava”, mi dicevano “e come hai fatto ad imparare così bene la nostra lingua?” All'epoca ero adolescente, con la schiettezza cruda e nuda tipica di un'adolescente, dunque, non mi veniva da rispondere: “La vostra lingua è anche la mia signora... signore”, no, io semplicemente gli davo fuoco con lo sguardo e per me, rimanevano cenere appiccicata come colla ai miei vestiti.

Published in Racconti

di Veronica Orfalian

“Anci?”
“Presente!”
“Benni?”
“Presente!”
“Piarulli?”
“Presente!”
“Orf... Orfaliani? No... Orfaaaliano?”
“Orfaliàn, maestra... presente!”

Questa era la scena che si ripeteva identica ad ogni nuovo ciclo scolastico. La voce del professore proseguiva a ritmo regolare nel corso dell’appello per poi subire un’imbarazzante battuta d’arresto al momento di pronunciare il mio cognome.

Published in Racconti

di Cristina Anisoara Bud
1° classificato sezione ragazzi

Avevo poco più di due anni quando mia madre ha raggiunto mio padre in Italia, alla ricerca di un lavoro e di un futuro migliore, lasciando me e mio fratello, Vasile, alle cure dei nonni. Circa tre mesi più tardi, una domenica mattina, mia nonna, andando in chiesa, è stata travolta e uccisa da un pirata della strada che ancora oggi non ha pagato la sua colpa!

Published in Racconti

La Sapienza Università di Roma
Facoltà di Lettere e Filosofia
Lingue e culture del mondo moderno
Corso: Letteratura cinese
Prof.ssa Elisabetta Corsi

Il modulo di letteratura cinese fa parte di un percorso articolato in tre sezioni principali: lingua cinese moderna (A), letteratura cinese (B) e filologia cinese (C). Il carattere interdisciplinare di alcuni dei moduli del corso, lo rende particolarmente adatto agli studenti che abbiano optato per un percorso formativo di tipo storico, artistico e filologico.
tel. 06 49913073
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Dicono che i gemelli siano inseparabili, due corpi per un’anima sola. Pembe e Jamila sono nate a tre minuti di distanza, nel piccolo villaggio curdo della Casa dei quattro venti. Jamila ha occhi verdi come l’edera, sogna di girare il mondo come i marinai e di svegliarsi ogni giorno in un porto diverso. Pembe è seria, posata, la sua risata è il rumore di due bicchieri che si toccano e le sue mani conoscono i segreti della vita e della morte. Da grande sarà una levatrice: quasi sacra, vivrà sospesa tra il mondo invisibile e quello visibile come la trama sottile di una ragnatela.

Published in Elif Shafak
«StartPrev12345678NextEnd»
Page 1 of 8
Valid XHTML 1.0 Transitional
CSS Valido!
Roma Multietnica 2013 © Tutti i diritti riservati