Da venerdì 26 a domenica 28 ottobre 2018 al Teatro di Documenti di Roma, via Nicola Zabaglia 42, la compagnia teatrale iraniana Don Chisciotte va in scena con Mediterraneo, il nuovo spettacolo teatrale scritto e diretto da Ali Shams. Con questo spettacolo il regista dà voce dramma di centinaia di migliaia di esseri umani che decidono di attraversare il Mar Mediterraneo mettendo al rischio la propria vita. Tour italiano in collaborazione con l’associazione culturale italo iraniana Alefba.

Pubblicato in Iran

Per la rassegna di Danza MainStream Arts, sabato 10 novembre 2018 alle ore 20 al Teatro Greco, via R. Leoncavallo 10, va in scena Leyley del Gruppo Vazhik, a cura di Hadi Habibnejad con il gruppo di regia di Mohammad Vajihi, Mohammad Amiri ed Elnaz Yousefi. In collaborazione con l'Associaizone Culturale Italo-Iraniana Alefba.

Pubblicato in Iran

Lunedì 4 febbraio 2019 alle ore 20:30 al Teatro India, lungotevere Vittorio Gassman 1, va in scena lo spettacolo Leyley. Riti, tradizioni e stereotipi delle credenze persiane, a cura del gruppo di danze tradizionali persiane Vazhik e in collaborazione con l'associazione Alefba.

Pubblicato in Iran

Termini Underground è il progetto dell’Associazione ALI Onlus che da dieci anni è portato avanti all’interno della Stazione Termini di Roma. Nato come progetto sperimentale di prevenzione per giovani a rischio di esclusione sociale, negli anni ha coinvolto centinaia di giovani e ragazzi provenienti dalle classi sociali più emarginate dando loro anche l’occasione di incontrare e confrontarsi con ragazzi provenienti sa situazioni sociali più stabili e sicure, fondamentale per il processo di integrazione.

Pubblicato in Seconde generazioni

Venerdì 13 aprile dalle ore 17 fino alle 20 presso il Teatro Vittoria, Piazza Santa Maria Liberatrice, in occasione dei Venerdì letterari, verrà presentato il libro fotografico Mal D'africa, frutto dell'arte del fotografo brasiliano José Carlos Alexandre e del talento del M° Pino Cangialosi. Il libro di José Carlos Alexandre contiene più di 100 fotografie che raccontano con intensità ed originalità il Malawi, il Kenya, lo Zambia, il Mozambico e la Tanzania. La prefazione è di Giobbe Covatta e la postfazione è di Gilberto Gil. Presenteranno il libro, arricchito dal CD musicale, il prof. Marcello Teodonio, direttore artistico dei tè letterari, Pino Cangialosi, direttore della IYI Orchestra e il prof. Antonio d'Angiò, psichiatra.

Pubblicato in Libri

La Casa delle Culture, via San Crisogono 45, presenta sabato 14 alle 21,30 e domenica 15 aprile alle 18 lo spettacolo Gaza, liberamente tratto da Restiamo Umani di Vittorio Arrigoni, da Versi di Ibrahim Nasrallah e dalla poesia Gaza di Sami Al Qasim, di e con Cam Lecce e Jörg Grünert, musiche originali composte ed eseguite da Luigi Morleo e Michelangelo del Conte. Produzione Deposito dei Segni in collaborazione con ISM-Italia. Traduzione italiana delle liriche a cura di Wasim Dahmash. Gaza si riferisce all’assedio della popolazione palestinese, tra il 27 dicembre 2008 e il 18 gennaio 2009, alle terribili giornate di morte e distruzione subite dai gazawi a opera delle forze militari, aeree e di terra, israeliane, con l’operazione Piombo Fuso.

Pubblicato in Mondo arabo

Da giovedì 19 a domenica 22 dicembre 2013 presso il teatro La casa delle culture, via Crisogono 45, Osservatorio Palestina presenta lo spettacolo Mi chiamo Omar, scritto e diretto da Luisa Guarro ed ispirato alla testimonianza di vita di Omar Suleiman. Si parla di una casa in un remoto villaggio della Palestina, terra di battaglie e soprusi e violenze, di cui quasi nel racconto non c'è traccia, se non come melanconico sottofondo nella consapevolezza di chi ascolta. Nello spettacolo si cucina in scena e alla fine verranno offerte allo spettatore le pietanze cucinate e da bere.

Pubblicato in Mondo arabo

Sabato 18 gennaio 2014 alle ore 20.30 presso il Teatro Gianelli, Via S. Antonio Maria Gianelli 34, la Compagnia di Danza Pianeta Oriente presenta lo spettacolo di teatro danza Il cerchio vitale...Bagliori d'oriente, una fiaba narrata tra prosa e danza, raggiungendo con la fantasia i diversi Paesi del mondo arabo e non.

Pubblicato in Mondo arabo

Sabato 1° febbraio 2014 alle ore 21 per la Rassegna Restiamo umani. da Vittorio a ognuno di noi la Casa dei Teatri e della drammaturgia contemporanea in via delle Sirene 22 a Ostia presenta Abbi cara ogni cosa 100 buone ragioni per viaggiare in Palestina (e sentirsi fieri di essere italiani) di e con Giuseppe Cederna, con la partecipazione di Andrea Apostoli flauto traverso.

Pubblicato in Mondo arabo

Venerdì 15 e sabato 16 aprile 2016 alle ore 21 al Teatro Agorà in via della Penitenza, 33, si terrà Ostinatamente Puri, concerto teatrale di poesia araba dalle origini ai giorni nostri, per far rivivere, sentire dentro e fuori l’anima umana, la cultura araba mediterranea come giri concentrici attraverso grida di rabbia, gemiti d’amore, musica, danza, e canti. Suoni e versi arabi che portano dal VI secolo e raccontano al pubblico in lingua Italiana e Araba , l’amore, l’odio, la guerra, la lontananza, il desiderio, dagli albori del mondo arabo, attraverso importanti poeti, quali Al-Niffari, Abu Nuwas, Al Sanfara, Ibn Al-Rumi, Al Buhturi ed Omare Khayyem, Abou elkassem Chebi, Nizar Qabbani.

Pubblicato in Mondo arabo
Pagina 8 di 20