Associazioni e Centri interculturali

La Casa dei Diritti Sociali - Focus è un'associazione di volontariato laico, costituita nel 1985, impegnata nella lotta contro l’esclusione sociale e nella promozione dei diritti umani e sociali degli stranieri e dei cittadini italiani a rischio di emarginazione.
Una struttura autogestita in cui sono state sperimentate alcune delle iniziative più interessanti realizzate a Roma negli ultimi anni: i centri di accoglienza rivolti a immigrati, rifugiati e persone senza dimora che hanno posto, ben prima che venisse affermato dalla nuova legge sull’immigrazione, l’esigenza di offrire agli ospiti non solo alloggio, ma anche orientamento, assistenza legale, segretariato sociale, informazione sulle possibilità di lavoro, formazione linguistica, poliambulatorio specialistico con medici di specializzazioni diverse; unità di strada per persone senza fissa dimora, prostitute, tossicodipendenti.


Cidis Onlus è un'associazione senza fini di lucro che opera a livello nazionale ed europeo per garantire diritti e pari opportunità alla popolazione immigrata e per informare e sensibilizzare l'opinione pubblica italiana alla cultura di accoglienza. Nel percorso di inserimento degli immigrati nella società di accoglienza, Cidis Onlus interviene sui nodi problematici: lavoro, alloggio, salute, scuola, conoscenza della lingua e formazione professionale. Cidis ha realizzato, fra le atre cose, il progetto Con...tatto: L2 di prossimità per le donne del sub-continente indiano a Roma; il progetto prevede sportelli dedicati alle donne, corsi di italiano L2, percorsi L2 di prossimità.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo via Merulana, 272 roma

Il Cipax è un’associazione culturale fondata nel 1982 per promuovere la partecipazione e la collaborazione delle diverse forze a ispirazione religiosa sui temi della pace, della giustizia sociale, e della difesa dell’ambiente.
Un’attenzione particolare e numerose iniziative lungo gli anni sono state dedicate all’educazione alla pace e alla soluzione non violenta dei conflitti. I numerosi collegamenti con persone e centri dell’America Latina ha consentito al Cipax di realizzare scambi di esperienze, visite e solidarietà concreta intorno a progetti in Bolivia, Brasile, Guatemala, Paraguay, El Salvador, Messico.


La Comunità di Sant’Egidio nasce a Roma nel 1968, all’indomani del Concilio Vaticano II. Oggi è un movimento di laici a cui aderiscono più di 50.000 persone, impegnato nella comunicazione del Vangelo e nella carità a Roma, in Italia e in più di 70 paesi dei diversi continenti. È “Associazione pubblica di laici della Chiesa". Le differenti comunità, sparse nel mondo, condividono la stessa spiritualità e i fondamenti che caratterizzano il cammino di Sant’Egidio. Grande è l’impegno della Comunità verso tutte le forme di emarginazione sociale e culturale. Nei suoi programmi vi sono anche corsi di italiano per stranieri e una biblioteca in lingue varie.


La Cooperativa Sociale Risvolti nasce nel gennaio 2001 dall’iniziativa di donne straniere di diversa provenienza geografica, dopo un percorso formativo che ha permesso alle socie di acquisire la qualifica di mediatore interculturale e la preparazione per l’avvio all’impresa.
La cooperativa svolge attività di mediazione interculturale. Infatti, dal 2004 è attivo il Centro Multiculturale Risvolti, un centro che si configura come un luogo di aggregazione e diffusione della cultura di origine degli stranieri presenti sul territorio.


Il Centro Welcome è un’associazione di volontariato operante a Roma, nel II Municipio, nel settore dell’immigrazione, e, in particolare, nell’ambito del sostegno alle donne immigrate.
Lo scopo del Centro Welcome, è quello di aiutare le donne e i bambini provenienti dai paesi extra-comunitari; favorire, con apposite iniziative, la conoscenza e l’incontro con diverse culture; approfondire la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, in particolare presso i giovani; promuovere la partecipazione degli aderenti all’associazione a corsi di formazione; promuovere, amministrare e gestire corsi di formazione professionale, anche per persone extra-comunitarie; favorire con la propria attività di formazione e con il proprio lavoro la crescita delle iniziative di enti locali e di associazioni nei confronti della maternità.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo Piazza Ungheria 5 - Roma

Immigrazione, intercultura, educazione alla globalità, comunicazione e sensibilizzazione: sono i temi su cui è impegnato il Cies, organizzazione non governativa e associazione senza fini di lucro, nella costruzione di una società multiculturale fondata sulla piena integrazione degli immigrati.
Il Cies lavora direttamente sugli agenti formativi, nella scuola, sulla cultura e gli stereotipi e sulla comunicazione ed è impegnato contemporaneamente sul fronte della cooperazione e dell’immigrazione.


Associazione di volontariato, nata a Roma nel 2002, si occupa di salute e immigrazione svolgendo una serie di attività all'interno del palazzo occupato di via Masurio Sabino come corsi di lingua italiana, corsi di informatica, sportello di consulenza legale, ambulatorio medico. Gestisce uno sportello socio sanitario per STP ed ENI all'interno della ASL Roma B: assistenza socio sanitaria per gli stranieri extracomunitari senza permesso di soggiorno e comunitari non iscrivibili. Dal 2006 opera all'interno di un palazzo occupato da circa 500 rifugiati politici provenienti dal Corno d'Africa, situato nella periferia sud est di Roma. Inoltre gestisce una biblioteca interculturale multilingue all'interno della succursale dell’Istituto superiore Jean Piaget in via Diana nel X Municipio.


La comunità prende il nome dal suo fondatore, Mons. G. B. Scalabrini (1839-1905), il quale riuscì a cogliere la ricchezza che si nasconde nei movimenti migratori. Alcuni seminaristi della congregazione dei Missionari Scalabriniani, attivi tra i numerosi migranti presenti in tutto il mondo, hanno così fondato il sito www.baobabroma.org. (dalla pianta tropicale molto grande, icona e simbolo della flora africana, che rappresenta il centro gravitazionale della vita sociale dei villaggi: sotto la sua ombra si tengono i mercati, le riunioni degli anziani, le danze rituali, i giochi dei bimbi.


La Cooperativa Sociale Apriti Sesamo realizza progetti di educazione interculturale nelle scuole, collaborando con docenti e dirigenti nella progettazione e realizzazione di attività mirate a facilitare l’accoglienza, l’integrazione e la partecipazione di alunni e famiglie straniere.
L'obiettivo è quello di contribuire a trasformare una situazione di emergenza in un sistema educativo flessibile e preparato a lavorare con alunni con competenze e appartenenze culturali diversificate.
Il principio che guida il lavoro dell’area progetti interculturali della cooperativa è quello di prestare una consulenza specialistica proponendo progetti che si adattano di volta in volta alle necessità reali di ogni singolo contesto scolastico, con le sue caratteristiche specifiche.


Pagina 2 di 5