Associazioni e Centri interculturali

L'associazione di Promozione Sociale Insensinverso è nata nell'ottobre del 2006 da un gruppo di volontari che insegnano la lingua italiana a cittadini stranieri. Il corso, oltre ad essere una serie di lezioni di lingua è un centro di aggregazione in cui le differenti culture hanno la possibilità di conoscersi e farsi conoscere.


Centro di Aggregazione Giovanile del Cies aperto al territorio ed è un luogo in cui i ragazzi di tutte le culture e provenienze possono esprimere la propria creatività, vivere in modo diverso il tempo libero, trovare ascolto e sostegno. Musica, canto, rap, teatro, break dance & hip hop, italiano per stranieri, sostegno scolastico, orientamento al lavoro e molto altro. Gli spettacoli messi in scena da Matemù con registi teatrali di fama sono stati ospitati in importanti teatri della Capitale.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo via Vittorio Amedeo II, 14 -Roma

Mocobo, centro per le arti e le culture, facilmente raggiungibile dalla stazione metropolitana e ferroviaria Piramide-Ostiense. Il centro, attivo da anni nel campo della cultura e della promozione sociale, promuove, organizza ed ospita corsi, attività e workshop di varia tipologia. Area musicale; corsi di percussioni cubane ed afrocubane, tamburi a cornice, cajon, darabouka, tabla indiane, chitarra, basso, fisarmonica, canto. Area benessere: corsi di yoga, pilates, tai chi, bioenergetica, corsi massaggio. Inoltre, corsi di teatro, vari tipi di danze, kung fu, corsi ed attività per bambini. Per avere informazioni più specifiche ed essere aggiornato su tutte le nostre attività, consulta il nostro sito oppure non esitare a contattarci.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo Via P. Matteucci, 98 roma

Nel 2004 nasce l’Associazione Mus-e Roma Onlus. Il Progetto multiculturale di Mus-e porta avanti una grande battaglia: contrasta, attraverso esperienze artistiche, l’emarginazione e il disagio sociale nella scuola primaria, dove il numero di immigrati e di bambini in grave disagio socio-economico è naturalmente più elevato, e dove la relazione, la socializzazione e lo scambio di esperienze è giocoforza più intenso. Attraverso laboratori artistici di diverse forme espressive, guida i bambini al rispetto reciproco: video, musica, canto, danza, arti figurative, teatro, sono tutte occasioni d’incontro fra culture diverse e strumento di reciproca conoscenza, che coinvolge anche bambini “diversamente abili” permettendo loro di esprimere qualità troppo spesso sottovalutate e dando loro maggior sicurezza nell’ apprezzamento da parte dei compagni.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo Piazza Venezia, 11 - Roma

E' un’associazione di promozione sociale, che si è costituita ufficialmente nel 1998, impegnata fin dalla sua costituzione a svolgere attività in tutti quei settori che direttamente o indirettamente sono connessi con le politiche migratorie del nostro Paese, non escludendo ambiti di interesse europei e internazionali. Di qui l’avvio di una serie di progetti, per lo più incentrati sulla creazione di centri di educazione e integrazione per bambini e giovani di tutte le fasce di età, stranieri, figli di coppie miste e italiani.


La Città dell’Utopia vuole essere un laboratorio sociale e culturale che affronti i principali temi legati ad un nuovo modello di sviluppo locale e globale che sia equilibrato, sostenibile, giusto.
Un laboratorio che sappia valorizzare e collegare le esperienze e le potenzialità dei diversi soggetti del territorio (associazioni, gruppi, scuole, cooperative, ecc.), che sappia offrire delle opportunità per i cittadini di partecipare allo sviluppo ambientale e sociale del quartiere e creare delle reti di socializzazione e solidarietà.


Il MCE (Movimento di Cooperazione Educativa) è un´Associazione nazionale di educatori, insegnanti e operatori culturali, a carattere pedagogico-didattico e socioculturale, sorta nel 1951 con lo scopo di promuovere iniziative finalizzate all´innovazione di procedure e metodologie educative tese alla realizzazione del diritto all´istruzione. E´ presente nelle azioni a difesa della scuola e dell´università pubbliche, nelle sedi istituzionali e politiche. Alla base del metodo Mce c´è la ricerca-azione, soprattutto attraverso la pratica del laboratorio adulto. Le prassi educative del Mce mirano a favorire e progettare una cultura di pace e una convivenza ispirata ai diritti di cittadinanza per tutti.


Associazione di Promozione Sociale nata nel 2011, vuole favorire e promuovere la storia, il presente e la forza della Multi-Inter-Etnicità Italiana. Mondita - associazione interetnica italiana - è una sintesi di Mondo Italia: l’Italia come mondo e il mondo in Italia. L'associazione svolge attività di comunicazione, di educazione, informazione e formazione nelle scuole, si occupa di organizzazione di eventi socioculturali, anche in collaborazione con altre realtà.

NAIM, Associazione Nazionale di Intermediatori Culturali, nata a febbraio 2020, è un'associazione senza scopo di lucro che riunisce i Mediatori Interculturali di varie regioni d’Italia. L’associazione promuove la cultura dell’integrazione nel mondo di oggi, ormai interconnesso ed interculturale. I membri non sono solo interpreti linguistici, ma esercitano una vera e propria funzione di orientamento culturale nei confronti dei migranti, guidando il loro percorso di integrazione negli ospedali, nelle scuole, nei centri d’accoglienza e, in generale, nella vita del Paese in cui hanno deciso di vivere.

Informazioni aggiuntive

  • Indirizzo Via IV Novembre, 107 - Roma

Associazione di volontariato sorta per promuovere il dialogo interculturale tra gli abitanti (bambini, studenti, adulti) del Municipio Secondo. Gli obiettivi che si propone sono: aiutare nello studio gli alunni stranieri delle scuole del territorio, d’intesa con gli insegnati; aprire canali di comunicazione tra immigrati e italiani, scambi di esperienze e saperi maturati nella vita quotidiana, nel lavoro, nella produzione artistica, nel tempo libero; contribuire allo sviluppo locale, sostenendo attività economiche di immigrati nel territorio; promuovere il volontariato interculturale.


Pagina 4 di 5