Musica e danza multietnica

La Piccola Orchestra di Tor Pignattara è un‘orchestra multietnica formata da ragazzi “italiani” e di “seconda generazione” che suonano strumenti provenienti da ogni parte del mondo e musiche da ogni angolo del pianeta. Il progetto è nato nel 2012, a Tor Pignattara, quartiere romano ad alta densità di immigrazione, come un “esperimento”, musicale e sociale, per provare a dare un suono e una voce alla musica dei “nuovi italiani”, e per capire come poteva essere mettere insieme ragazzi che hanno radici in paesi diversi ma che sono sostanzialmente Italiani.


La Takadum Orchestra, creata nel 2007 da Simone Pulvano e diretta oggi insieme a Gabriele Gagliarini, nasce originalmente come un ensemble di dieci percussionisti che suonano strumenti della tradizione musicale nordafricana e vicino-orientale (darbuka, daf, riq, davul.


San Lò, primo centro di danze etniche a Roma, nasce dalla volontà di due danzatrici e insegnanti di danza orientale, Isabel e Lara, di creare uno spazio specificamente volto ad accogliere e promuovere manifestazioni multiculturali nel campo della danza e dintorni.
Quindi la danza orientale in primo luogo, con un programma dettagliato che comprende corsi per tutti i livelli, stages di approfondimento e di formazione insegnanti, sia nello stile classico orientale, in quello popolare nonché in quello tribale.
Inoltre, ci sono corsi di tutti i livelli di diverse modalità etniche: capoeira, danza afrobrasiliana, danza indiana, flamenco, balli latinoamericani e caraibici, tango argentino, taiji, yoga, percussioni arabe.


Pagina 2 di 2