Sabato 27 ottobre 2018 dalle ore 10 alle 17, è stata organizzata una Giornata di iniziative per l'intitolazione dell'Istituto Comprensivo di via F. Ferraironi 38, a Simonetta Salacone, protagonista della Scuola moderna e democratica e grande promotrice della scuola dell'inclusione.

Pubblicato in Immigrazione

Sabato 4 febbraio 2017 alle ore 18:30 presso le Officine Culturali INsensINverso, via Vaiano 7, si terrà la presentazione del romanzo Pantalassa di Ugo Sestieri (2017, ProspettivaEditrice). Sarà presente l'autore. La presentazione sarà accompagnata dalle letture di Silvana Mariniello e proseguirà con una cena a sostegno della scuola di italiano e alle ore 21 Jahmila in concerto.

Pubblicato in Libri

Mercoledì 30 ottobre 2019 presso Cittadella della carità - via Casilina Vecchia 19, ore 17.30 si tiene la presentazione del libro Grammatica dell'integrazione. Italiani e stranieri a scuola insieme. Insieme all'autore Vinicio Ongini interviene Ejaz Ahmad, giornalista e mediatore interculturale e Paola Piva, Rete Scuole Migranti.

Pubblicato in Libri

Scadono il 18 maggio 2017 le iscrizioni al concorso promosso dal CIES My class plays sustainability - Una classe grande come il mondo. Il concorso si rivolge alle classi delle scuole medie inferiori e superiori che hanno realizzato progetti didattici sui temi della cittadinanza mondiale ed in particolare delle migrazioni ambientali, della giustizia ambientale e dei cambiamenti climatici. Il concorso è realizzato nell'ambito del progetto europeo Same World - www.sameworld.eu.

Pubblicato in Concorsi

Venerdì 22 aprile 2016 dalle ore 16 alle ore 19 presso la Casa della Cultura, Villa De Sanctis - Via Casilina 665, Quartiere Torpignattara, si terrà l'incontro Di cosa parliamo quando parliamo di integrazione? cominciamo dalla scuola e dalla periferia. La scuola con una forte presenza di alunni di origine straniera, in contesti di periferia urbana, è davvero più fragile e più povera? Come si può passare da una condizione percepita come svantaggiata al racconto e alla realtà di una scuola “normale”, o più interessante e dinamica, proprio in virtù della sua complessità? Con quali modelli organizzativi, con quali strategie didattiche, con quali risorse del territorio si può capovolgere una situazione di vulnerabilità, di “rischio”, in un contesto di opportunità educative e di occasioni di cambiamento?

Pubblicato in Diritti
Pagina 2 di 2