Federica Q
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì 16 ottobre 2019 alle ore 13 presso la sala stampa della Camera dei Deputati, via della Missione 4, Un Ponte Per (UPP), unica ONG italiana presente in Nord Est Siria con una missione umanitaria attiva dal 2014, presenterà il rapporto “Civili sotto attacco. Violazioni del diritto umanitario internazionale durante operazioni militari turche e di altri gruppi armati nella Siria del Nord Est”, pubblicato il 14 ottobre e realizzato per denunciare le violazioni al diritto umanitario che il personale di UPP ha registrato e verificato.

Martedì 22 ottobre 2019 alle 17 a Roma, nella sede dell'Agenzia di stampa Dire, in Corso d'Italia 38/a. si terrà l'incontro Rifugiati nella rete. Servizi, sfide e opportunità per un sostegno integrato e per una narrazione da protagonisti. A fronte delle significative modifiche relative al sistema d’accoglienza, nonché delle politiche restrittive connesse al diritto d’asilo, è necessario rafforzare le reti e mettere in luce le buone pratiche promosse dagli attori impegnati nella tutela dei diritti e nei percorsi d’inclusione sociale dei rifugiati.

Mercoledì 30 ottobre 2019 presso Cittadella della carità - via Casilina Vecchia 19, ore 17.30 si tiene la presentazione del libro Grammatica dell'integrazione. Italiani e stranieri a scuola insieme. Insieme all'autore Vinicio Ongini interviene Ejaz Ahmad, giornalista e mediatore interculturale e Paola Piva, Rete Scuole Migranti.

Fino al 6 gennaio 2020 il Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194, ospita la mostra Tecniche d'evasione Strategie sovversive e derisione del potere nell'avanguardia ungherese degli anni '60 e '70 a cura di Giuseppe Garrera, József Készman, Viktória Popovics e Sebastiano Triulzi. Disegni, sculture, fotografie, cartoline, dattiloscritti, manifesti, libri, opere e documenti relativi all'attività di un gruppo di artisti dissidenti ungheresi, risalenti agli anni Sessanta e Settanta: una straordinaria raccolta messa in salvo dal Museo Ludwig di Budapest.

L'Ambasciata del Pakistan a Roma, via della Camilluccia 682, organizza domenica 13 ottobre 2019 dalle 10 alle 16 il Pakistan Food festival. Giornata con stand di prodotti tipici pakistani, specialità culinarie,artigianato, tessile, pashmine, intrattenimento e tanto divertimento per i bambini con animatori e gonfiabili.

Sabato 12 ottobre 2019 a piazza del Popolo, dalle 9, si svolge In the name of Africa, una manifestazione di Pixel Art solidale per vincere tutti insieme la fame e la malnutrizione. L'evento, organizzato da Cefa - Il seme della solidarietà- Onlus ha il patrocinio di Comune Di Roma, Vicariato di Roma, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Il Teatro Tor Bella Monaca, in via Bruno Cirino, presenta martedì 8 e mercoledì 9 ottobre 2019 ore 21 Bye bye Gillo. Un immigrato illegale in cerca di esistenza di Taha Adnan con Simone Giacinti, regia di Elena Siri, inserti video Valeria Candio. Compagnia Italiana di Prosa. Il racconto di un clandestino immigrato dal Marocco in Belgio in cerca di futuro. La sua esistenza di fantasma senza documenti si alterna tra momenti drammatici e momenti comici in situazioni paradossali.

Venerdì 11 ottobre 2019 alle ore 21 presso Spazio diamante, Via Prenestina, 230, 00176 Roma, Black Reality_ SemiVolanti presenta BOLEROeuropa a cura di Gianluca Riggi, Riccardo Cananiello, Valerio Gatto Bonanni, testi di Gianluca Riggi. Musiche Maurice Ravel con Riccardo Cananiello, Boutros Geras Popov, Mohamed Camara. Il Bolero è una danza popolare di origine spagnola nata verso la fine del 1700, caratterizzata da un ritmo netto ossessionante, spesso scandito da tamburi o da strumenti a percussione, il tempo è in ¾, e questo ne scandisce la sua origine probabilmente ben più lontana nel tempo come musica popolare della penisola iberica. Il progetto Black Reality giunto quest’anno alla ottava edizione, vuole rappresentare esperienze e testimonianze, le imprese di tutti coloro che affrontano un viaggio di migrazione verso un occidente “civilizzato”. Vuole raccontare la vita quotidiana di scontro e di integrazione di chi cerca una nuova cittadinanza.

La Fondazione “Caritas di Roma” bandisce un concorso finalizzato alla raccolta delle storie di persone migranti che vivono nella Capitale. L’obiettivo del progetto è quello di creare un’occasione d’incontro fra persone di differenti culture per ridurre la distanza e la diffidenza reciproca. La città di Roma, luogo in cui convivono persone provenienti da diversi paesi, con diverse usanze e diverse religioni, esprime, sin dalle sue origini, una dimensione interculturale, in cui può manifestarsi la difficoltà dell’incontro o addirittura il rifiuto. Un concorso di scrittura e video per la raccolta delle storie di migranti nella città di Roma. al bando possono partecipare entro il 20 gennaio 2020. Può partecipare chiunque dai 6 anni in su (il bando divide i concorrenti in cinque fasce d’età) e la partecipazione è completamente gratuita. I contributi vanno presentati. 

In occasione di RomaEuropa Festival 2019 dal 10 al 12 ottobre 2019 all'Auditorium Parco della Musica, viale de Coubertin, "Diasporas” il focus sulle musiche di migranti. Sperimentatori instancabili, ricercatori per vocazione, perennemente in movimento. Incarnano i linguaggi e i temi della contemporaneità e tracciano nuove traiettorie della musica di oggi. Calcano i palchi dei maggiori festival mondiali con le loro miscele esplosive di rap, pop, new soul, african retro pop, folk e jazz, senza mai dimenticare le loro radici e con esse le musiche tradizionali dei loro paesi: sono i protagonisti della “New wave africana” che sta contagiando l’Occidente.

Pagina 2 di 121