Federica Q
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domenica 17 febbraio 2019 alle 17 al Museo delle Civiltà, piazza Guglielmo Marconi 14, si terrà la performance teatrale "Danno collaterale". Una guerra in corso, iniziata sette anni fa: la guerra in Siria. Una guerra finita venti anni fa - con la strage di Srebrenica, che ha lasciato ferite e conflitti dolorosi: la guerra nella ex Jugoslavia. Testimonianze, documenti, parole in musica e poesia. A cura di Caterina Venturini.

Venerdì 15 febbraio 2019 alle 16.30 al Museo delle civiltà, nella Sala Conferenze del Museo preistorico etnografico "Luigi Pigorini", piazza Guglielmo Marconi 14, si terrà la conferenza di Claudio Cavazzuti "Radicati nel movimento. Migrazioni e mobilità all'alba della civiltà europea". "Come si diffuse in Europa l'agricoltura? E le lingue indoeuropee? Esistono radici biologiche e culturali delle popolazioni attuali? Attraverso il viaggio di tre individui che vissero in Europa fra 5000 e 3000 anni fa, aiutati dalle ultime scoperte nel campo dell'archeologia, della genetica e della linguistica, scopriremo un'Europa molto più mobile e interconnessa di quanto potevamo immaginarci fino a ieri.

L’associazione Giornalisti amici di padre Dall’Oglio, sentiti i familiari del gesuita romano, promuove una Fiaccolata per padre Paolo Dall’Oglio, gli ostaggi che sarebbero con lui e tutte le migliaia di siriani e anche stranieri sequestrati o arbitrariamente detenuti da anni in Siria. L'appuntamento mercoledì 13 febbraio 2019 alle 18.30 a Piazza dell’Esquilino, davanti alla basilica di Santa Maria Maggiore.

Martedì 12 febbraio 2019 ore 17.30 la Biblioteca Casa delle Traduzioni presenta l'incontro Inverno polacco. Oltre Szymborska. Tradurre la letteratura polacca oggi. Secondo incontro del ciclo Inverno polacco con Luigi Marinelli e Ilaria Piperno, incentrato sulle possibilità, le trappole e le nuove necessità della traduzione di una letteratura ancora "di nicchia".

Gli insaziabili raccoglie i racconti di otto autori italiani e di otto autori cinesi intorno al doppio filo rosso rappresentato da eros e cibo: temi che riguardano in maniera viscerale e profonda due culture distanti geograficamente e storicamente, eppure piene di terreni fertili per un confronto, una conoscenza e un arricchimento reciproci ancora tutti da sondare e coltivare.

Il libro, che esce in contemporanea in Italia e in Cina, è un gioco di specchi, di incastri, di visioni, di sguardi su due argomenti che sono agenti di scambio, strumenti di comunicazione e aggregazione, processi chimici regolati da rituali, modelli culturali, veicoli di senso, facilitatori interculturali – e vorrebbe avvicinare i lettori italiani alla Cina e i lettori cinesi all’Italia, smontando magari piú di un preconcetto e contribuendo ad accorciare le distanze grazie a quell’avventura senza patria che è la lettura.

Racconti di Milena Agus, Feng Tang, Mirko Sabatino, A Yi, Paolo Colagrande, Shu Qiao, Giorgio Ghiotti, Zhang Chu, Gabriele Di Fronzo, Zhang Yueran, Ginevra Lamberti, Ge Liang, Laura Pugno, Lu Min, Alessandro Bertante, Wen Zhen.


Venerdì 15 febbraio 2019 alle ore 18 la Biblioteca Nelson Mandela, via La Spezia 21, presenta il libro Gli insaziabili. Sedici racconti tra Italia e Cina, a cura di Patrizia Liberati e Silvia Pozzi, Nottetempo, 2019. Intervengono: Patrizia Liberati, curatrice del libro e Paolo Colagrande, scrittore. Otto autori italiani e otto autori cinesi per 16 racconti intorno al doppio filo rosso rappresentato da eros e cibo: temi che riguardano in maniera viscerale e profonda due culture piene di terreni fertili per un confronto, una conoscenza e un arricchimento reciproci ancora tutti da sondare e coltivare.

Nove mesi di storie raccontate e ascoltate, settimana dopo settimana in un laboratorio di narrazione con un gruppo di ragazze e ragazzi migranti, da qui nascono le Guide invisibili. Passeggiate soQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.nore di e con i nuovi cittadini: passeggiate sonore, guide audio, che accompagnano l’ascoltatore-esploratore in giro per Roma per seguire un filo rosso che si dipana attraverso i racconti di vita, le considerazioni, i riferimenti tradizionali e culturali dei migranti che questa città la abitano quotidianamente. Prossimi appuntamenti a Piazza di Spagna venerdì 15 Febbraio h 17 & 18, Esquilino - sabato 16 Febbraio h 11 & 12, Termini - sabato 16 Febbraio h 17.30 & 18.30, Trastevere - domenica 17 Febbraio 2019 h 16 & 17.

Adam è un quattordicenne, affetto dalla sindrome di Asperger, che cerca di capire il conflitto siriano e i suoi effetti sulla propria vita, dipingendo le sue emozioni. Yasmine, la sorella maggiore, dedica la sua vita a lui, ma deve far fronte anche ai suoi traumi personali. I loro tre fratelli sono combattuti se prendere parte o meno al conflitto e sulle conseguenze che potrebbe avere questa scelta. Un reportage letterario pieno di colori da un luogo imprevedibile e spaventoso. “Il ragazzo di Aleppo che ha dipinto la guerra” racconta le intime sofferenze di una famiglia nel bel mezzo della guerra civile siriana con un’empatia non comune, e con grande forza immaginativa.

L'associazione Altrevie, via Caffaro 10, organizza per il mese di febbraio 2019 una serie di attività interculturali. Di seguito il programma completo, fino a domenica 24 febbraio 2019.

A partire dall'11 febbraio 2019 la libreria Griot, via di Santra Cecilia 1A, organizza nuovi corsi di dialetto egiziano e di persiano di I e II livelloIl dialetto egiziano è il dialetto di gran lunga più compreso tra i paesi arabi grazie al ruolo di primato che il cinema egiziano riveste nel mondo arabo. Grazie a questo corso si avrà dunque la possibilità di comunicare con un arabofono proveniente da qualsiasi paese arabo. 

Pagina 8 di 116