L’Ikebana della Scuola Ohara, l'arte giapponese di disporre i fiori secondo i ritmi e le forme della natura, è presente presso l’Associazione Studio Arti Floreali sin dalla sua fondazione nel 2002. Dapprima rappresentata da Jenny Banti Pereira  ( Grandmaster ) e  da Silvana Mattei  (Sub – Grandmaster)  prosegue ora vedendo come insegnanti  Silvana Mattei e Isabella Varsano ( III Master). Organizza corsi  regolari, corsi intensivi e seminari di approfondimento sull'Ikebana Ohara e ospita conferenze e mostre su temi correlati all’Ikebana.

Studio Arti Floreali
vicolo della Campanella, 34/ A
tel. 06 6877369 cell. 348 9323105
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.artifloreali.it

Pubblicato in Ikebana e bonsai

Romilda Iovacchini inizia nel 1976 lo studio dell'Ikebana della Scuola Ohara di Tokyo con la Maestra Mayumi Araki. Nel 1991 consegue il Diploma di Instructor e nel 2014 quello di Associate 1st Master. Dal 2002 membro dell'Ohara Chapter Roma, nel 2003 si iscrive all'Eota (European Ohara Teachers Association). Ha esposto le sue composizioni in numerose mostre ed eventi. Segue annualmente corsi di aggiornamento sia in Italia che all'Estero (Europa, Giappone). Nel 2007 inizia l'insegnamento dell'Ikebana tenendo lezioni e dimostrazioni sia presso Associazioni private che presso Enti Pubblici.

Per info: romijitaly@yahoo

Pubblicato in Ikebana e bonsai

Un gruppo di artisti, cineasti, musicisti e scrittori, ha fondato nel 2002 l’associazione Apollo 11 per salvare lo storico Cinema Apollo di Roma dalla sua trasformazione in sala Bingo.
La sala era a pochi passi da Piazza Vittorio, nel multietnico quartiere dell’ Esquilino e per il suo rilancio fu organizzata una programmazione di film etnici, capace di valorizzare le culture straniere che animavano e animano tuttora il quartiere.

Archivio Memorie Migranti raccoglie un gruppo di autori, ricercatori, registi, operatori sul campo, migranti e non, impegnati nel tentativo di dare vita a un nuovo modo di comunicare, partecipato e interattivo, che lasci traccia dei processi migratori in corso e, allo stesso tempo, permetta linserimento di memorie “altre” nel patrimonio collettivo della memoria nazionale e transnazionale. L’Amm si compone di due aree di lavoro: il gruppo ricerche, che si occupa della produzione e archiviazione di testimonianze scritte e orali, e il gruppo audiovisivi, impegnato nella realizzazione di produzioni documentarie audio e video.

Alice nel Paese della Marranella è una associazione che promuove la riqualificazione ambientale e culturale della zona di Via della Marranella, uno storico comparto urbano della prima perfieria di Roma, incuneato fra i quartieri di Torpignattara e del Pigneto. L’associazione si occupa, fra le altre cose, della organizzazione della omonima festa annuale che dal 2013 trasforma, per un giorno all’anno, Via della Marranella in una grande galleria all’aperto dedicata alle arti figurative, performative e di strada.

Nel 2004 nasce l’Associazione Mus-e Roma Onlus. Il Progetto multiculturale di Mus-e porta avanti una grande battaglia: contrasta, attraverso esperienze artistiche, l’emarginazione e il disagio sociale nella scuola primaria, dove il numero di immigrati e di bambini in grave disagio socio-economico è naturalmente più elevato, e dove la relazione, la socializzazione e lo scambio di esperienze è giocoforza più intenso. Attraverso laboratori artistici di diverse forme espressive, guida i bambini al rispetto reciproco: video, musica, canto, danza, arti figurative, teatro, sono tutte occasioni d’incontro fra culture diverse e strumento di reciproca conoscenza, che coinvolge anche bambini “diversamente abili” permettendo loro di esprimere qualità troppo spesso sottovalutate e dando loro maggior sicurezza nell’ apprezzamento da parte dei compagni.

L’Istituto Europeo di Design di Roma, via Alcamo 11,  ospita lunedì 23 gennaio 2017 dalle ore 9 alle 20 una speciale One Day Chinese Contemporary Art Exhibition: IED Roma incontra la Trijoy Foundation, Travelling Chinese Art Gallery

Pubblicato in Cina

Fino a domenica 28 maggio 2017 la Sala Giubileo del Complesso del Vittoriano, via di San Pietro in Carcere, ospita il progetto Arte e Pace, nell'ambito del programma di eventi L'Arte cinese viaggia nel mondo. Pitture, stampe e sculture per un totale di 40 opere, che raccontano il panorama artistico cinese contemporaneo.

Pubblicato in Cina

Fino a domenica 1 luglio 2018 nell'Ala Brasini del Vittoriano, in piazza Venezia, è possibile visitare la mostra di Liu Bolin (Shandong, 1973), “l’uomo invisibile” dell’arte contemporanea, l’artista cinese noto per le sue fotografie in cui si mimetizza con l’ambiente circostante, autore di una serie che vede come protagonisti diversi monumenti italiani. L’idea di portare avanti questo tipo d’arte nacque nel 2005, quando l’amministrazione di Pechino decise di abbattere un quartiere dove risiedono diversi artisti critici nei confronti del governo cinese: Liu Bolin adoperò per la prima volta questa forma d’arte per mimetizzarsi con le macerie del suo studio, dando vita a una protesta silenziosa che riscosse un enorme successo

Pubblicato in Cina

La Galleria Pietrosanti, via Plauto 30, ospita fino al 17 maggio 2019 la mostra personale dell'artista cinese Congyue Luo, a cura di Silvia Mattina. Vernissage venerdì 10 maggio 2019 alle ore 18. L’esposizione nasce dalla scelta di mostrare l’altro volto dei paesaggi cinesi nelle suggestioni evanescenti e colorate di un pittore che è riuscito a trovare un’armoniosa sintesi tra passato e presente. Durante la serata è prevista una degustazione di vini.

Pubblicato in Cina
Pagina 6 di 18