Il Centro Operativo per il Diritto di Asilo e il Polo di Garanzia, dopo un anno di lavoro, vi invitano alla presentazione dei risultati ottenuti attraverso il rapporto Chi fa la legge? Pubblica amministrazione e diritto d'asilo. Grazie alle numerose segnalazioni ricevute da associazioni e singoli e agli accompagnamenti nei luoghi della pubblica amministrazione, si è riusciti a delineare un quadro generale delle principali prassi illegittime di quest'ultima nei confronti di cittadini migranti, richiedenti asilo e rifugiati e ad impostare alcune cause-pilota strategiche oltre che azioni stragiudiziali. Venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 18 presso il Cinema Palazzo, Piazza dei Sanniti 9/A, si discuterà dei risultati ottenuti e delle prospettive future.

Pubblicato in Diritti

Venerdì 11 settembre 2015 alle ore 17, appuntamento al Centro Baobab, via Cupa 5. Siete tutti invitati a partecipare! Il coordinamento dei volontari e delle volontarie che da mesi forniscono accoglienza e assistenza ai migranti e alle migranti in transito presso il Centro Baobab di Via Cupa di Roma aderisce alla "Marcia delle Donne e degli Uomini Scalzi", lanciata dai maggiori esponenti del mondo cinematografico e culturale italiano in occasione della Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, e invita alla partecipazione attiva i cittadini, le associazioni ed i movimenti della società civile, per una grande mobilitazione romana sul tema della migrazione.

Pubblicato in Diritti

L'associazione Liberi Nantes invita alla tavola rotonda Europa e Rifugiati: iniziative, regole ed esperienza di inclusione sociale attraverso il calcio che si svolgerà lunedì 13 febbraio 2017 presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri in via di Santa Maria in Via 37/a. Iscrizioni entro giovedì 9 febbraio.

Pubblicato in Conferenze

Alla fine degli anni ottanta, quando la sua famiglia decise di fuggire dall’Iran in guerra, Dina Nayeri era una bambina. Il rumore delle bombe, le sirene e le corse per nascondersi nel seminterrato, la poca luce filtrata dalle finestre serrate erano tutte cose normali. Negli anni a venire, sui letti a castello delle case per i rifugiati di Londra, di Dubai, di Roma, poi dell’Oklahoma, Dina conobbe per la prima volta il silenzio del sonno tranquillo e ininterrotto: quella fu la sua prima idea di cosa fosse la pace. Sua madre le diceva di pregare e di essere grata. Sui migranti sono state scritte molte storie. A partire dall’Eneide, l’esperienza di chi è costretto a fuggire non ha mai smesso di essere all’origine di narrazioni impetuose, grandi, travolgenti. Storie di singoli individui, soli contro la perdita di tutto, storie che sono universali.

Pubblicato in Dina Nayeri

Venerdì 24 giugno 2016 dalle 10 alle 13 presso il Centro cittadino per le migrazioni, l’asilo e l’integrazione sociale di Roma in via Assisi 41, si terrà il seminario Le chiavi di casa: esperienze di accoglienza in famiglia di rifugiati, organizzato da Programma integra. Si discuterà dei progetti di accoglienza in famiglia in varie città d'Italia. L’evento è organizzato in occasione delle celebrazioni in corso per la Giornata Mondiale del Rifugiato del 20 giugno.

Pubblicato in Seminari

Mercoledì 1 giugno 2016 alle ore 9,30 presso la Città dei Mestieri e delle Professioni di Roma e Lazio si terrà il seminario La presa in carico del richiedente asilo e del rifugiato politico: aspetti legali e sociali dei percorsi di inclusione.

Pubblicato in Seminari

Giovedì 18 e venerdì 19 maggio 2017 si terrà la prima edizione del seminario formativo Progettare interventi di inclusione sociale per migranti e rifugiati, promosso da Programma integra e rivolto a operatori del settore e a coloro che sono interessati a conoscere strumenti e metodologie per la progettazione di interventi finalizzati a facilitare i percorsi di integrazione di migranti e rifugiati.
Scadenza per la presentazione delle domande: lunedì 15 maggio.

Pubblicato in Seminari

Quello di Don Mussie Zerai, Padre Mosé, non è un numero di telefono qualunque. E' l'appiglio estremo, l'ultima traccia di umanità alla quale aggrapparsi per i molti che affrontano il Viaggio. Dalle carrette del mare, dai container arroventati nel cuore del Sahara, dai lager libici, dalle carceri egiziane o dai campi profughi del Sudan, i migranti chiamano. E Don Zerai risponde. Sempre. Allerta la Marina militare perché soccorra i barconi, si mette in contatto con le famiglie per ritrovare le tracce perdute, conforta e raccoglie le invocazioni. Migrante tra i migranti, ha compiuto il suo viaggio da Asmara a Roma nel 1992. E da quando, ragazzo diciassettenne, è arrivato solo nel nostro paese, non si è fermato più. Il suo legame con emarginati e immigrati è cominciato alla stazione Termini, dove in tanti cercavano soccorso e rifugio e dove Mussie ha trovato la sua strada, facendosi aiutare e aiutando gli altri.

Pubblicato in Mussie Zerai
Pagina 38 di 38