In Migrazione è un'associazione senza scopo di lucro nata nel 2012 dalla volontà di un gruppo di professionisti impegnati nell’accoglienza e nel supporto agli adulti stranieri. Counselor, psicologi, insegnanti di italiano L2, progettisti, antropologi, ricercatori ed esperti di formazione e mediazione culturale che collaborano tra loro da anni e che vogliono trasformare i patrimoni di esperienze e conoscenze personali in un soggetto collettivo, aperto e trasparente.

CReA Onlus nasce nel 2003 con l’obiettivo di promuovere attività formative, culturali e di ricerca nell’ambito della cultura/intercultura, dell’ambiente e del sostegno alla persona. È costituita da professionisti attivi nel campo dell’educazione e del sostegno all’infanzia, all’adolescenza, impegnati a favorire l’integrazione dei portatori di qualunque tipo di differenza e di svantaggio. Gli associati, italiani ed immigrati, hanno da sempre operato nell’ambito dell’intercultura, dell’inserimento dei migranti e del benessere sociale, svolgendo attività di progettazione, realizzazione, monitoraggio, valutazione, supervisione nell’ambito di azioni a favore degli immigrati. L’associazione opera con un approccio improntato alla condivisione di finalità e progetti in un lavoro di ricerca e costruzione del benessere sociale in modo affiancato e paritario, realmente interculturale. L’azione di stretto raccordo con il territorio, attraverso l’adozione del metodo di coordinamento aperto e un approccio bottom-up nella definizione e nella implementazione di strategie di intervento caratterizza l’insieme delle attività dall’associazione di seguito elencate: mediazione interculturale, potenziamento cognitivo (Programma Feuerstein), laboratori didattici, ricerca e formazione continua. CReA si occupa, inoltre, di cooperazione europea.

Archivio Memorie Migranti raccoglie un gruppo di autori, ricercatori, registi, operatori sul campo, migranti e non, impegnati nel tentativo di dare vita a un nuovo modo di comunicare, partecipato e interattivo, che lasci traccia dei processi migratori in corso e, allo stesso tempo, permetta linserimento di memorie “altre” nel patrimonio collettivo della memoria nazionale e transnazionale. L’Amm si compone di due aree di lavoro: il gruppo ricerche, che si occupa della produzione e archiviazione di testimonianze scritte e orali, e il gruppo audiovisivi, impegnato nella realizzazione di produzioni documentarie audio e video.

ZaLab è un’associazione per la produzione, distribuzione e promozione di documentari sociali e progetti culturali. E’ un collettivo di cinque filmmakers e operatori sociali: Michele Aiello, Matteo Calore, Stefano Collizzolli, Andrea Segre, Sara Zavarise. Il video partecipativo è l’officina delle storie. I laboratori di ZaLab si rivolgono a chi vive al margine e normalmente non si esprime con il video, ma che grazie al percorso laboratoriale può diventare autore di racconti inediti sulla realtà. Dal 2006 ad oggi ZaLab ha prodotto e distribuito, in sala e televisione, film documentari pluripremiati a livello internazionale, tra cui: Mare Chiuso di Andrea Segre e Stefano Liberti, Il sangue verde di Andrea Segre, Come un uomo sulla terra di Andrea Segre e Dagmawi Yimer.

Roma, agosto 2010. In un vecchio palazzo senza ascensore, Ilaria sale con fatica i sei piani che la separano dal suo appartamento. Vorrebbe solo chiudersi in casa, dimenticare il traffico e l’afa, ma ad attenderla in cima trova una sorpresa: un ragazzo con la pelle nera e le gambe lunghe, che le mostra un passaporto. «Mi chiamo Shimeta Ietmgeta Attilaprofeti» le dice, «e tu sei mia zia.» 

Pubblicato in Francesca Melandri

Tutela Diritti e Lavoro è una associazione no profit fondata da giovani professionisti nei diversi settori del diritto e dell'economia, ma aperta a tutti coloro che ne condividino gli scopi e il modo di operare. L'Associazione ha come obiettivo la tutela dei diritti di tutti gli individui, senza distinzione alcuna, al fine di garantirne l'effettiva tutela giurisdizionale. L'Associazione, inoltre, intende contribuire ad uno sviluppo sociale basato su criteri di equità ed integrazione, attraverso la promozione della solidarietà umana e sociale. In quest'ottica si inserisce il progetto per la creazione dello "Sportello Legale gratuito" che si prefigge lo scopo di offrire un aiuto concreto a tutti gli associati e ai soggetti sociali più deboli.

http://www.tdlnonprofit.org/

Pubblicato in Diritti umani

Martedì 26 ottobre 2010 presso il Palazzo San Macuto, via del Seminario 76, si è tenuta una giornata sul tema Immigrazione e Cittadinanza, organizzata dalla Fondazione Roma Mediterraneo e dal Progetto “Mnemo” – AIC per favorire la cooperazione e lo scambio culturale, dedicato agli immigrati. Per l'occasione è stata premiata la redazione del sito Roma Multietnica, con una targa d’argento, per il suo impegno nella promozione di una cultura dell’integrazione nel nostro Paese nell’anno 2010.

Mercoledì 1 febbraio presso l'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini (Aula A -Direzione sanitaria Ospedale San Camillo) Circonvallazione Gianicolense, 87 dalle ore 9 alle 13,30 si terrà il convegno Diritti umani e integrazione in occasione della Giornata Internazionale di tolleranza zero contro le mutilazioni sessuali femminili. Nel corso del Convegno verrà proiettato il film Vite in cammino realizzato nell'ambito del progetto MGF e diritti umani delle comunità migranti dall'Associazione italiana donne per lo sviluppo.
Il Centro di Riferimento Regionale contro le Mutilazioni Sessuali Femminili sito presso l'Ospedale  S. Camillo Forlanini è impegnato da anni ad eliminare questo tipo di pratica ed a prendersi  cura delle donne mutilate attraverso attività clinica , di ricerca e di   formazione del personale socio sanitario operante nei servizi sanitari del Lazio e realizzando campagne di sensibilizzazione rivolte alle comunità a rischio.

Pubblicato in Convegni

Roma multietnica del Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, in collaborazione con l’agenzia di viaggi Avventure nel Mondo, ha indetto un concorso dedicato alle Seconde generazioni, per la raccolta di brevi racconti inediti, video e fotografie.
Il concorso, rivolto ai figli di migranti (con almeno un genitore straniero), dai 14 ai 36 anni, nati o cresciuti in Italia, residenti o domiciliati a Roma e Provincia. 

Figli di tante patrie ha voluto promuovere e stimolare la creatività dei giovani che, attraverso la scrittura, la fotografia e il video, hanno offerto il loro unico e speciale punto di vista sulla propria famiglia d’origine.
Il concorso è scaduto il 31 Gennaio 2012.
La premiazione si è svolta giovedì 12 aprile 2012 presso il Teatro Biblioteca Quarticciolo.

Mercoledì 9 ottobre 2013 dalle ore 10.30 alle 13, nella Sala Gialla del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro, viale David Lubin 2, sarà presentato il Rapporto OCSE 2013 International Migration Outlook, organizzata dall'Organismo Nazionale di Coordinamento per le politiche di integrazione degli stranieri (ONC-CNEL), in collaborazione con il Ministero del lavoro e delle politche sociali.

Pubblicato in Convegni
Pagina 6 di 74