Giovedì 21 febbraio 2019, in via Dandolo 58, inizia il ciclo delle giornate promosse dallo Scalabrini International Migration Institute – SIMI: Governare la paura. L'iniziativa è realizzata in partnership con la Fondazione Centro Studi Emigrazione – CSER e Casa Scalabrini 634. Questo primo appuntamento è un seminario intitolato Ho avuto paura e mi sono nascosto.

Pubblicato in Seminari

Giovedì 9 maggio 2019 prenderà il via la IIª Edizione del Seminario Coordinare un progetto di accoglienza di qualità nel sistema SIPROIMI, organizzato da In Migrazione. Un seminario pensato per i responsabili dei centri per entrare nel vivo delle complessità del coordinare una comunità di accoglienza in strutture collettive e accoglienza diffusa per beneficiari di protezione internazionale, con particolare riferimento ai progetti SIPROIMI (ex SPRAR).

Pubblicato in Seminari

Quello di Don Mussie Zerai, Padre Mosé, non è un numero di telefono qualunque. E' l'appiglio estremo, l'ultima traccia di umanità alla quale aggrapparsi per i molti che affrontano il Viaggio. Dalle carrette del mare, dai container arroventati nel cuore del Sahara, dai lager libici, dalle carceri egiziane o dai campi profughi del Sudan, i migranti chiamano. E Don Zerai risponde. Sempre. Allerta la Marina militare perché soccorra i barconi, si mette in contatto con le famiglie per ritrovare le tracce perdute, conforta e raccoglie le invocazioni. Migrante tra i migranti, ha compiuto il suo viaggio da Asmara a Roma nel 1992. E da quando, ragazzo diciassettenne, è arrivato solo nel nostro paese, non si è fermato più. Il suo legame con emarginati e immigrati è cominciato alla stazione Termini, dove in tanti cercavano soccorso e rifugio e dove Mussie ha trovato la sua strada, facendosi aiutare e aiutando gli altri.

Pubblicato in Mussie Zerai

Per la prima volta si propone una ricostruzione storica dell’immigrazione straniera in Italia, a partire dal 1945. Ingressi, flussi, leggi, generazioni, lavori, conflitti e speranze si intrecciano con un ritmo sempre più incalzante fino ad arrivare ai nostri giorni. Il volume traccia la dimensione quantitativa del fenomeno nel corso del tempo e la sua evoluzione, il radicamento sul territorio, le politiche adottate per governarlo, le polemiche che ne sono scaturite, l’impatto che ha avuto sulla società.

Pubblicato in Michele Colucci

La scioccante storia di un trafficante di esseri umani. La tragedia dei migranti raccontata dalla voce contraddittoria di un carnefice, vittima del ricatto di un Paese nel caos.
Khaled è libico, ha poco piú di trent’anni, ha partecipato alla rivoluzione per deporre Gheddafi, ma la rivoluzione lo ha tradito. Cosí lui, che voleva fare l’ingegnere e costruire uno Stato nuovo, è diventato invece un anello della catena che gestisce il traffico di persone.

Pubblicato in Francesca Mannocchi
Pagina 74 di 74