Lunedì, 02 Dicembre 2019 17:24

Solo la luna in silenzio. Natsume Sōseki e la poesia giapponese haiku In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lunedì 9 dicembre 2019 alle ore 18 presso la Biblioteca Nelson Mandela, Via La Spezia 21, si tiene la presentazione del libro Solo la luna in silenzio (dei Merangoli Editrice, 2019), di Diego Martina. Il libro tratta il volto meno noto del poeta scrittore Natsume Sōseki, quello di haijin (poeta di haiku). Attraverso la lettura di alcuni haiku, gli ospiti spiegano le caratteristiche principali di questo genere di poesia giapponese e analizzano la figura di Soseki-poeta ponendola in raffronto a quella di scrittore. Ne parlano: Diego Martina, traduttore e curatore del libro; Cristina Banella, ricercatrice sulla poesia giapponese. Natsume Sōseki (1867-1916) è considerato autore di punta e padre putativo della letteratura giapponese moderna. Le sue opere (oggi tradotte e pubblicate in più di trenta lingue) hanno esercitato una profonda influenza sugli scrittori giapponesi delle epoche successive. Rinomato per i propri romanzi dallo stile fresco e moderno, prima di debuttare come scrittore con Io sono un gatto, Sōseki è stato soprattutto poeta di haiku, come testimoniano gli oltre 2.500 haiku giunti fino a noi.

Lunedì 9 dicembre 2019 alle ore 18 presso la Biblioteca Nelson Mandela, Via La Spezia 21, si tiene la presentazione del libro Solo la luna in silenzio (dei Merangoli Editrice, 2019), di Diego Martina. Il libro tratta il volto meno noto del poeta scrittore Natsume Sōseki, quello di haijin (poeta di haiku). Attraverso la lettura di alcuni haiku, gli ospiti spiegano le caratteristiche principali di questo genere di poesia giapponese e analizzano la figura di Soseki-poeta ponendola in raffronto a quella di scrittore. Ne parlano: Diego Martina, traduttore e curatore del libro; Cristina Banella, ricercatrice sulla poesia giapponese. Natsume Sōseki (1867-1916) è considerato autore di punta e padre putativo della letteratura giapponese moderna. Le sue opere (oggi tradotte e pubblicate in più di trenta lingue) hanno esercitato una profonda influenza sugli scrittori giapponesi delle epoche successive. Rinomato per i propri romanzi dallo stile fresco e moderno, prima di debuttare come scrittore con Io sono un gatto, Sōseki è stato soprattutto poeta di haiku, come testimoniano gli oltre 2.500 haiku giunti fino a noi.

Diego Martina studia lingua e letteratura giapponese presso la Facoltà di Studi Orientali di Sapienza – Università di Roma, perfezionandosi presso l'Università delle Lingue Straniere di Tōkyō e l'Università di Tōkyō. Ha curato e tradotto tre volumi dedicati alla poesia giapponese contemporanea: Tanikawa Shuntarō, Una solitudine di due miliardi di anni luce (Bulzoni, Roma, 2012), Maruyama Daizen, Sulle note del vento - Haiku scelti (dei Merangoli Editrice, Roma, 2018), e ancora Tanikawa Shuntarō, minimal (dei Merangoli Editrice, Roma, 2019). Come autore, ha pubblicato la raccolta di versi in giapponese Motokano no kisu no bakemono (Lo spettro dei baci della ex, Art Digest, Tōkyō, 2018). Su invito della fondatrice, la poetessa Kuroda Momoko, è inoltre membro del circolo haiku Aoi no kai. Dal 2011 vive a Tōkyō.

Per partecipare agli eventi è necessaria l’iscrizione, anche gratuita, a Biblioteche di Roma.
Ingresso fino a esaurimento posti.

Biblioteca Nelson Mandela
Via La Spezia, 21 (San Giovanni)
tel. 06 45460341
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.romamultietnica.it

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Lunedì, 09 Dicembre 2019
  • data fine: Lunedì, 09 Dicembre 2019
  • Indirizzo: via la spezia, 21 roma
  • Super evidenza: Si
  • Depubblicazione homepage: Martedì, 10 Dicembre 2019
Letto 244 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Dicembre 2019 16:17
Show Street View
Alice D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.