Alice D
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Venerdì 2 febbraio 2018, dalle ore 15 alle 19 presso il Dipartimento di Storia, Culture, Religioni, Sapienza Università di Roma, Piazzale Aldo Moro 5, si terrà la presentazione del libro Rivoluzioni violate. Cinque anni dopo: attivismo e diritti umani in Medio Oriente e Nord Africa, a cura di Osservatorio Iraq e Un ponte per (Edizioni dell’Asino, 2016). Intervengono: Cecilia Dalla Negra, vice direttore dell'Osservatorio Iraq, Medio Oriente e Nord Africa; Wasim Dahmash, docente di Lingua e Letteratura Araba; Fouad Roueiha, Osservatorio Iraq; Leonardo Capezzone, docente di Storia dei Paesi islamici presso Sapienza Università di Roma.

Giovedì 1 febbraio 2018, alle ore 17 presso l'Istituto Giapponese di Cultura in Roma, Via Antonio Gramsci 74, si terrà la proiezione del film Tokyo tower mamma, io e, a volte, papà, di Joji Matsuoka (Tokyo tawaa – Okan to boku to okidoki oton, 2007, 138’). Tratto dall’omonimo romanzo autobiografico di Lily Franky – bestseller che ha venduto più di due milioni di copie – la commovente storia del giovane Masaya e di sua madre Okan viene trasposta sul grande schermo da Matsuoka Joji. Ingresso libero ad esaurimento posti.

Giovedì 1 febbraio 2018, dalle ore 13, presso il banco La Nave dei Folli al mercato di San Lorenzo, Via dei Volsci 71, la cooperativa Baobab Street Food propone per pranzo il Ceebu Jen, il piatto nazionale della cucina senegalese a base di riso, pesce e verdure. In Senegal questa pietanza viene consumata normalmente in delle ciotole e si mangia con le mani: colui che lo prepara infatti, deve adagiare il riso sul fondo di ogni ciotola e sopra mettere le verdure e il pesce . Baobab Street Food è composto da giovani di diverse nazionalità e possiede un team di cuochi appassionati dalla loro cucina di provenienza con la razionalità (l'integrazione cominci proprio con il gusto) nell' approccio di diffusione del concetto di integrazione e di accoglienza. Insomma, un opportunità concreta per valorizzare il talento e le capacità imprenditoriali e cooperative, in special modo di migranti, evidenziando l'importanza del ruolo del cibo come animo nutrice del pianeta.

Sabato 27 gennaio 2018, alle ore 16.30, all'interno della 4a edizione di Pezzettini. Festa della Lettura a Torpignattara che si svolge dal 22 al 27 gennaio a Torpignattara/Pigneto in collaborazione con gli Istituti Comprensivi Via Laparelli e Alberto Manzi, il Liceo I. Kant, si terrà la presentazione del volume In cattedra con la valigia. Gli insegnanti tra stabilizzazione e mobilità. Rapporto 2017 sulle migrazioni interne in Italia (Donzelli editore, 2017), con Michele Colucci, Luigi Lorusso e Vinicio Ongini. A seguire alle ore 18 Incontro con Andrea Segre, autore del libro La terra scivola (Marsilio, 2017).

La biblioteca Nelson Mandela, in collaborazione con il Servizio Intercultura delle Biblioteche di Roma, organizza presso gli spazi della biblioteca, i laboratori per bambini Festeggiamo il Capodanno Cinese, per far conoscere ai bambini le tradizioni legate ai festeggiamenti del Capodanno Cinese, attraverso attività divertenti che li coinvolgano in prima persona. Il primo incontro è mercoledì 14 febbraio 2018, dalle ore 17 alle 18.30, e è dedicato all'intaglio della carta e alla scrittura in caratteri cinesi di frasi di buon augurio. Il secondo incontro è mercoledì 28 febbraio 2018, dalle ore 17 alle 18.30: è previsto un piccolo laboratorio di cucina per la preparazione dei ravioli cinesi. Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Hokusai Ramen, che prende il nome il nome dal famoso pittore giapponese le cui opere abbelliscono le pareti del locale, è un nuovo ristorante che ha scelto di non servire sushi ma di concentrarsi sui piatti più diffusi e gustosi dello street food giapponese. In carta sono disponibili diverse tipologie di ramen, spiegate in dettaglio: shio, shoyu, miso, curry, yasai (vegetariano) e jigoku, che significa inferno, una variante ascrivibile alla categoria dei tantanmen, ramen dal brodo denso e piccante che si rifanno ai tradizionali dan dan noodles o dan dan mian cinesi. I dessert comprendono dorayaki, mochi ripieni di gelato, taiyaki (cialda dolce e calda ripiena di marmellata di fagioli azuki) e spiedini di dango, gnocchetti di riso cosparsi di salsa di soia caramellata.
Orario: mart-dom 19.30; 22.30. Chiuso: lunedì

via Prenestina, 123
tel. 06 45677150 cell. 391 4079851
www.hokusairamen.it

Waraku è il nuovo bistrot giapponese nato dalle ceneri della vecchia ASD Waraku. Il ristorante prosegue la sua opera di diffusione della cultura gastronomica del Sol Levante, continuando a proporre i classici piatti di Ramen, Gyoza, Okonomiyaki, Takoyaki che lo hanno reso famoso. Il menu include inoltre molte altre proposte, compresi Ramen a base vegetariana e gustosissimi dolci a base di tè verde.
Orario: mart 20-22.30; merc-dom 12.30-14.30/20-22.30. Chiuso: lunedì

Via Prenestina, 321/A
tel. 06 21702358
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.warakuroma.webs.com

Venerdì 19 gennaio 2018 dalle ore 19 presso il Nuovo Cinema Palazzo San lorenzo, Piazza dei Sanniti 9, a 5 anni dall’assassinio di Sakine Cansiz, co-fondatrice del Partito del Lavoratori del Kurdistan, di Fidan Doğan, rappresentante del KNK (Congresso Nazionale del Kurdistan) di Parigi e della componente del movimento giovanile, Leyla Şaylemez, si terrà una serata dedicata a queste tre donne, con cena curda, musica e la presentazione della biografia di Sakine Cansız, Tutta la mia Vita è stata una Lotta, con la rappresentante di UIKI Onlus (modera Simonetta Crisci).

Martedì 16 gennaio 2018 alle ore 21 presso 'Na cosetta, via Ettore Giovenale 54, saranno ospiti, all'interno dell'Esperantofest 2edizione, per la serata due grandi Ong impegnate nella difesa dei diritti umani: Amnesty International racconterà la battaglia sui diritti nei paesi del Mediterraneo, dalla Libia all’Algeria, Intersos dei soccorsi nel mar Mediterraneo e nel deserto del Sahara in aiuto dei migranti. La musica live è affidata alla Med Free Orkestra. Ingresso gratuito.

In occasione dell'anniversario della morte di Amilcar Cabral, l'eroe nazionale capoverdiano, la comunità capoverdiana di Roma ha organizzato due giornate culturali dedicate a questo famoso personaggio storico e politico delle Isole di Capo Verde. Primo incontro sabato 20 gennaio 2018 dalle ore 17 alle ore 22 presso la Fondazione Basso, via della Dogana Vecchia 5,con la presentazione del volume Cartas de Amìlcar Cabral a Maria Helena. A outra face do Homen, di Iva Cabral, Màrcia Souto e Filinto Elìsio. All'iniziativa, organizzata da Tabanka Onlus e Fondazione Basso, interverranno gli autori e a seguire musiche dal vivo Josè Cabral e letture eseguite da Jorge Canifa Alves. Secondo incontro domenica 21 gennaio 2018 dalle ore 16, presso l’Istituto Culturale Francese Saint Louis, Largo Toniolo 20, si terrà la 3a edizione della Borsa di studio Amilcar Cabral, alla presenza del S.E. Manuel Amante da Rosa, Ambasciatore della Repubblica di Capo Verde. Sarà poi presentato il libro All'inferno, di Arménio Vieira (Edizioni dell’Urogallo, 2017). All'interno i programmi completi delle due giornate.

Pagina 10 di 101