Giorgia DM
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alphaville Cineclub, con il Patrocinio del Municipio 6, riprende le sue attività autunnali nella sede di Via del Pigneto 283 proponendo, fino a domenica 2 ottobre, la rassegna cinematografica Zero in condotta, cinema e scuola da Jean Vigo a...Carlo Pisacane!, selezione di pellicole d’autore tra passato e presente con attenzione particolare ai lavori indipendenti realizzati nel Municipio 6. Mercoledì 28 settembre protagonista della serata è Una scuola italiana (2010) di A.Loy e G.Cederna, documentario realizzato all’interno della scuola comunale dell’infanzia Carlo Pisacane di Torpignattara, storico quartiere popolare di Roma ad alto tasso di immigrazione e dunque di conflittualità. Ad introdurre la storia del viaggio avventuroso di Dorothy nel magico mondo del mago di Oz sarà presente la produttrice del film, Cecilia Bartoli.

Giovedì 29 settembre alle ore 16 presso il Centro Studi Americani, Via Caetani 32 si terrà il convegno sulle seconde generazioni di musulmani in Italia organizzato dall'associazione Genemaghrebina e ItalianiEuropei. Parteciperanno tra gli altri Amato, D'Alema, Fini, Sacconi, Meloni, Ghizzoni, Guolo e Bosetti. Sarà l'occasione per fare il punto sull'integrazione delle seconde generazioni di musulmani.
Verrà inoltre presentato il documentario Haram (peccato) e la ricerca curata dall'associazione Genemaghrebina e la Makno, la prima in assoluto sulle G2 di musulmani in Italia.

La Scuola di Musica Timba, dal 1989 la prima scuola di percussioni in Italia, realizza sabato 8 ottobre dalle 11 alle 23, presso il Vivaio Le Mura in via di S.Balbina, 10 (Terme di Caracalla) una grande manifestazione interamente dedicata alle percussioni etniche di tutto il mondo. Un appuntamento musicale internazionale che propone 2 palchi con esibizioni e concerti di prestigiosi musicisti internazionali: musica tradizionale cubana e popolare africana, formazioni di pizzica e tarantella, tradizione brasiliana, flamenco, araba e indiana. L’evento sarà arricchito con un’esposizione di tamburi realizzati da artigiani e piccoli costruttori, e accessori presentati da negozi etnici. E poi ancora seminari, dimostrazioni,  libri, riviste, dischi, jam-session. Le attività includeranno anche un laboratorio di percussioni per bambini, una mostra fotografica e conferenze etnomusicologiche. Un meeting multiculturale dunque dedicato a tutti gli appassionati di percussioni che si svolgerà il giorno. Ingresso libero.

A partire da mercoledì 21 settembre tutti i mercoledì alle ore 20 presso il Beba do Samba in via de' Messapi, 8 si terrà Roda Brazil - Roda de choro, una grande festa brasiliana con aperisamba, aperitivo con piatti e sapori del Brasile e i cocktail del Beba, e tutta l'energia carioca della Roda brasiliana, con ospiti speciali, a colpi di choro, chorinho e samba, la vera essenza della musica brasiliana, per ballare fino all'alba.

Dopo il grande successo delle giornate romane a Palazzo Santa Chiara torna con una replica lo spettacolo tetrale Orpheus di Daniela Giordano mercoledì 14 settembre alle ore 21 presso il Teatro Lo Spazio in via Locri 42 (Zona SS. Giovanni). Sarà inoltre allestita la mostra fotografica di Laila Hassan Hassanein Storie Vaganti, uno sguardo sul Kenya. Protagonisti musica, teatro, danza tra Italia e Senegal: Orpheus unisce e utilizza differenti codici culturali dall'Europa all'Africa, dalla poesia al teatro, dalla musica alla danza, sottolineando le convergenze che mettono in evidenza l'interdipendenza tra diverse culture.
Insieme a Daniela Giordano in scena: il danzatore senegalese Lamine Dabo con le musiche dal vivo eseguite da Ismaila Mbaye, djembè e tama, e Djibril Gningue, canto e kora.

Sabato 17 settembre alle ore 22.30 al Black Garden in Via delle Capannelle, 217 Les Enfantes Prodiges & Blacktime in collaborazione con Movidazouk e Caboverde Mania presenta per la prima volta in Italia da Capoverde lo spettacolo esclusivo di Elizio, uno dei cantanti zouk & RnB più gettonati.

Quirino Revolution MAD (Maestri, Avanguardie, Derive del teatro contemporaneo) apre quest'anno fino al 26 settembre una rassegna dentro la rassegna con Danza Africana Contemporanea, un vero e proprio focus sulla danza contemporanea in Africa e Maghreb realizzato in collaborazione con l'Accademia di Francia di Villa Medici e con France Danse. In soli tre giorni si esibiranno sul palco otto danzatori in altrettante solo performance di cui firmano anche la coreografia. Radhouane El Meddeb, l'haitiana trapiantata in Mali Kettly Noël, Nelisiwe Xaba, l'eclettica danzatrice sudafricana, Ahmed Khemis, i giovanissimi Aly Karembé, Junior Zafialison, Seifeddine e Oumaima Manaï - rispettivamente dal Mali, dal Madagascar e dalla Tunisia gli ultimi due. Artisti e culture che stanno ribaltando con passione lo stereotipo di subalternità nel quale lo sguardo eurocentrico li ha relegati per troppo tempo, irrompendo sulla scena del centro dell’Impero per reclamare l’attenzione che indubitabilmente meritano.

L'Ambasciata Argentina in Italia Casa Argentina giovedì 15 settembre alle ore 18.30 in via Veneto 7 invita al concerto di Tango Jazz Quartet, gruppo musicale argentino, guidato dal clarinettista e sassofonista Gustavo Firmenich, leader del gruppo “Jazz 4”, fondatore e direttore della “Big Band Sotavento Jazz Band” e della Escuela de Música Jazz 4. Il musicista argentino conta con una carriera ventennale ed è riconosciuto quale uno dei più importanti musicisti del mondo della musica jazz in Argentina. Il suo primo disco “Jazz en el Subte” ha venduto oltre 10.000 copie ed ha realizzato più di 1.500 shows. Ingresso libero.

Davanti alla Stazione Tiburtina di Roma, dove oltre ai treni e alle metropolitane partono anche i pullman diretti verso la Romania, è sorto un centro commerciale un po' diverso da quelli che siamo abituati a frequentare: si chiama La Strada ed è uno spazio interamente made in Romania, il primo in Italia. Il centro è attivo 7 giorni su 7, dalle 8.00 alle 20.00 e la pubblicità e il passaparola hanno prodotto una clientela fissa e affezionata, in piccola parte anche italiana. In un’unica realtà sono raggruppati tutti i servizi utili per i romeni che vivono in Italia. All’esterno del centro commerciale dominano i cartelli in lingua romena, che offrono servizi di money transfer, mentre dentro vige la pulizia impeccabile e il silenzio. Sulla destra si apre un grande supermercato di generi alimentari mentre sulla sinistra c’è la prima libreria romena d’Italia, intitolata al poeta Mihai Eminescu.

via Circonvallazione Nomentana, 530 (davanti alla stazione Tiburtina)

Attrice, ballerina di danza classica bharatanatyam, Indian Dance Creative e Bollywood Dance.
Insegnante di danza e teatro. Organizza seminari, stage, master class, ritiri residenziali, percorsi di formazione in Italia, Spagna, Slovenia e in Sudamerica.
La sua esperienza lavorativa e formativa si è svolta in Francia, Argentina, Italia eIndia. Si esibisce per spettacoli, eventi e serate a tema.

Pagina 287 di 327