Giorgia DM
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mercoledì 25 settembre 2019 dalle ore 16 alle 19 presso Matemù in via Vittorio Amedeo II, 14, è previsto l’evento Il progetto LIME ed il Migrants Economic Integration Cluster nell’ambito del progetto LIME – Labour Integration for Migrants Employement del CIES Onlus, finanziato dal fondo AMIF della Commissione Europea. Il progetto, di durata biennale, mira a promuovere l’integrazione socio-lavorativa di giovani provenienti dai Paesi terzi (età 18-29) nel mercato del lavoro in Italia e Spagna in particolare nelle città di Roma e Madrid attraverso l’utilizzo della metodologia innovativa “Migrants Economic Integration Cluster- MEIC” basata sulla creazione di una partnership multi-stakeholder che include attori pubblici e privati.

Giovedì 26 settembre 2019, alle ore 18, alla Casa Argentina in via Veneto, 7 è previsto l'incontro con lo scrittore argentino Javier Nunez, autore di Oltre il fuoco. Intervengono Maria Pina Iannuzzi, Gabriele Santoro, Angela Sileo.

Martedì 24 settembre 2019, alle ore 18, nella Sala Fanfani dell'IILA, verrà presentato il libro A Buenos Aires con Borges. Le case, le strade, le cose di Stefano Gallerani. Intervengono l'autore e Andrea Di Consoli, scrittore, giornalista e critico letterario. Parole di saluto di Sol Parra, Segretario dell'Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia.

Venerdì 27 settembre 2019 dalle ore 18.30 la campagna La giusta rotta, promossa da Sea-Watch, Mediterranean hope e Open Arms Italia fa tappa ad Acrobax in via della Vasca Navale, 6 con un intera serata all'insegna della musica, della cultura e del dibattito.

Domenica 22 settembre 2019 in via Casilina, 607 Bazar- Taverna Curdo Meticcia ospita L'Azione Non Governativa di Mediterranea. Per l'occasione verrà consegnato il quadro di Zehra Doğan, artista e attivista curda, alle attiviste e agli attivisti di Mediterranea, che arricchiranno la serata portando delle testimonianze dirette e aggiornamenti in tempo reale  delle attività relative al monitoraggio della gestione dei flussi migratori e al salvataggio di vite umane nel Mediterraneo. E' prevista cena a prezzo e menu fisso, benefit Mediterranea. Necessaria prenotazione.

In occasione della Festa di Indipendenza della Repubblica di Armenia, lunedì 23 settembre 2019 alle ore 20 presso l'Institut français - Centre Saint Louis, in Largo Toniolo, 20/22 è prevista la proiezione del film Il condominio della regista armena Lusine Sargsyan. Servendosi del linguaggio universale del cinema, la regista volge uno sguardo inedito sulla realtà armena degli anni '90, dalla dichiarazione dell'indipendenza fino ai nostri giorni.

Fino al 18 agosto 2019, all'Isola della fotografia presso l’isola Tiberina proseguono le iniziative della rassegna Paz Colombia, memoria e giustizia, organizzata dei gruppi Mesa de la sociedad civil Colombia-Italia, Migras, Colombia es cultura e con la collaborazione dell'associazione Roma Fotografia, per testimoniare la vicinanza e solidarietà della comunità colombiana verso più di 700 leader sociali uccisi in Colombia dalla firma dell'accordo di pace tra il governo e le Farc. Verranno proiettati documentari ed allestite mostre fotografiche. La serata iniziale è giovedì 8 agosto 2019. Alle 21.30 sullo schermo Tevere verrà proiettato il film documentario “Nos están Matando” (“Ci stanno ammazzando”) di Emily Wright, Tom Laffay e Daniel Bustos Echeverry. Il documentario racconta la vita di due leader sociali del nord del Cauca che vivono sotto minaccia costante di morte.

Dipita è cresciuto in Rue de Berne, nel cuore del quartiere a luci rosse di Ginevra, accudito da una combriccola wolowoss, lucciole affettuose e pettegole che gli insegnano come stare al mondo e difendersi da spacciatori, «mariti di professione» e venditori di kebab. Ora che è rinchiuso nel carcere di Champ-Dollon, e ha tempo per riflettere sulla propria vita, il ragazzo decide di ricostruire le tappe del viaggio che ha condotto la sua famiglia da un piccolo villaggio del Camerun alla ricca metropoli elvetica: a partire dalle disavventure di sua madre Mbila, introdotta a sedici anni nel giro della prostituzione dopo essere sbarcata in Europa in compagnia di trafficanti e ballerine di bikutsi.

Nadia e Saeed vogliono tenere in vita il loro amore giovane e fragile mentre la guerra civile divora strade, case, persone. Quando tra posti di blocco, rastrellamenti e sparatorie la morte appare come l'unico orizzonte, inizia a girare una strana voce: esistono delle porte misteriose che se attraversate, pagando e a rischio della vita, trasportano istantaneamente da un'altra parte, verso una nuova speranza. Inizia cosí il viaggio di Nadia e Saeed, il loro tentativo di sopravvivere in un mondo che li vuole morti, di restare umani in un tempo che li vuole ridurre a problema da risolvere, di restare uniti quando ogni cosa viene strappata via.

Ogni impero ha i suoi giannizzeri, e Changez è un giannizzero dell'Impero Americano. Giovane pakistano, ammesso a Princeton grazie ai suoi eccezionali risultati scolastici, dopo la laurea summa cum laude viene assunto da una prestigiosa società di consulenza newyorkese. Diventa cosi un brillante analista finanziario, sempre in viaggio ai quattro angoli del mondo. Impegnato a volare tra Manila e il New Jersey, Lahore e Valparaiso, e a frequentare l'alta società di Manhattan al braccio della bella e misteriosa Erica, Changez non si rende conto di far parte delle truppe d'assalto di una vera e propria guerra economica globale, combattuta al servizio di un paese che non è il suo. Finché arriva l'Undici settembre a scuotere le sue certezze.

Pagina 10 di 297