Stampa questa pagina
Martedì, 04 Marzo 2014 16:55

Tessere la rete. Essere Romni: donne Rom ora e qui

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 8 marzo 2014 presso la Sala convegni dei Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio, Via Liberiana 17, dalle ore 10.30 alle 14.30, si terrà l'incontro pubblico Tessere la rete. Essere Romni: donne Rom ora e qui, ideato da Saška Jovanović Fetahi, presidente dell’Associazione Romni Onlus in collaborazione con l’Associazione LIPA. L’incontro è uno primo sforzo collettivo organizzato dalle donne Rom che con questo gettano le basi per una piattaforma di conoscenza e di collaborazione con le reti delle donne e le associazioni che rifiutano la discriminazione.

Sabato 8 marzo 2014 presso la Sala convegni dei Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio, Via Liberiana 17, dalle ore 10.30 alle 14.30, si terrà l'incontro pubblico Tessere la rete. Essere Romni: donne Rom ora e qui, ideato da Saška Jovanović Fetahi, presidente dell’Associazione Romni Onlus in collaborazione con l’Associazione LIPA. L’incontro è uno primo sforzo collettivo organizzato dalle donne Rom che con questo gettano le basi per una piattaforma di conoscenza e di collaborazione con le reti delle donne e le associazioni che rifiutano la discriminazione.

Le donne Rom che da tempo vivono in Italia, dove lavorano, studiano, si impegnano in quanto cittadine attive, stabiliscono i propri affetti e la loro vita, senza perdere il loro dinamismo e la loro complessità identitaria, invitano al confronto le donne e gli uomini interessati a conoscere frammenti di una realtà diversa da come il pregiudizio diffuso dipinge il mondo dei Rom, fatto solo di devianza, sporcizia e incapacità.
I Rom sono una minoranza da secoli parte integrante di questo paese, però da sempre nell’oblio e ai margini della vita sociale e pubblica. L’8 marzo a Roma le donne Rom dell’Italia escono dall’invisibilità.
Sono diverse, sparse e fino a poco tempo fa non si conoscevano, sebbene accomunate dallo stesse fardello della discriminazione multipla. Sono le donne che portano il marchio delle tre D della discriminazione, in guanto donne, in quanto considerate straniere, ma soprattutto in quanto Rom. Eppure tutte quante sono fortemente impegnate in un processo di innovazione e di responsabilizzazione, portatrici di un proprio modo dell’essere donna e cittadina attiva.


Partecipano all’incontro:
Saška Jovanović Fetahi (Romni Onlus - Roma)
Danijela Jovanović (Associazione YuRom - Napoli)
Dijana Pavlović (Federazione Rom e Sinti insieme – Milano)
Concetta Sarachella (Associazione Ticane’- Assiem Onlus – Isernia)
Remzija Chuna Renata (studentessa di Caserta)
Sanela Mikić (Romni Onlus – Roma)
Rebeca Ciovacu (studentessa di Milano)
modera l'inontro Luci Zuvela, Assocazione LIPA

Sala convegni
Centri di Servizio per il Volontariato del Lazio
Via Liberiana, 17

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Sabato, 08 Marzo 2014
  • data fine: Sabato, 08 Marzo 2014
  • Indirizzo: Via Liberiana, 17 roma
Letto 1837 volte Ultima modifica il Lunedì, 10 Marzo 2014 12:52
Show Street View
Alice D

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Alice D

Articoli correlati (da tag)