Martedì, 24 Novembre 2015 11:41

Festival Mediterraneo dell’incontro

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sabato 9 gennaio 2016 presso Auditorium Santa Chiara, via Caterina Troiani 90, ci sarà l'ultimo appuntamento del Festival mediterraneo dell'incontro con la Cross World Music delle Nuove Tribù Zulu. Il Festival - 2a edizione, con il Patrocinio del Municipio IX di Roma Capitale, è dedicato alla riscoperta e valorizzazione delle tradizioni musicali che da secoli abitano il grande e glorioso Mar Mediterraneo dove saranno la Musica e la Danza a raccontare e testimoniare un modello di convivenza possibile tra i popoli. 

Sabato 9 gennaio 2016 presso Auditorium Santa Chiara, via Caterina Troiani 90, ci sarà l'ultimo appuntamento del Festival mediterraneo dell'incontro con la Cross World Music delle Nuove Tribù Zulu. Il Festival - 2a edizione, con il Patrocinio del Municipio IX di Roma Capitale, è dedicato alla riscoperta e valorizzazione delle tradizioni musicali che da secoli abitano il grande e glorioso Mar Mediterraneo dove saranno la Musica e la Danza a raccontare e testimoniare un modello di convivenza possibile tra i popoli. 

Il Festival Mediterraneo, prodotto dall’Ass.Etnochoreia, in collaborazione con Ass. Target, si svolge sempre di sabato sera nel prestigioso Auditorium Santa Chiara in via Caterina Troiani 90/91 (Eur Torrino) e proseguirà sabato 19 dicembre con il doppio concerto di Algeciras Flamenco e Migala world n‘folk music (sonorità popolari del sud Italia e molto altro), per concludersi sabato 9 gennaio con la Cross World Music delle Nuove Tribù Zulu.

La Piccola Banda Ikona canta in Sabir, l’antica lingua franca che marinai, pirati, pescatori, commercianti, parlavano nei porti del Mediterraneo: da Genova a Tangeri, da Salonicco a Istanbul, da Marsiglia ad Algeri, da Valencia a Palermo. Saletti ha ripreso questa sorta di esperanto marinaro, formatosi poco a poco con termini presi dallo spagnolo, dall’italiano, dal francese, dall’arabo, e l’ha fatto rivivere scrivendo intensi brani che percorrono le atmosfere sonore della tradizione popolare del Mediterraneo, che va dalle melodie sefardite ai canti del Sud d’Italia, dai temi arabo-andalusi alla polifonia balcanica.

Nel 2012 è uscito l’ultimo lavoro discografico di Saletti e della Piccola Banda Ikona intitolato “Folkpolitik”, nel quale sono stati riarrangiati brani di autori del Mediterraneo che hanno raccontato in musica la lotta contro il potere, subendo persecuzioni, arresti, violenze.

Una lotta per la libertà che oggi unisce idealmente le due sponde del Mediterraneo: dalla resistenza ai regimi di Spagna, Portogallo, Grecia negli anni ’70, alle nuove battaglie per la libertà nel mondo arabo. Un percorso di conoscenza di autori e di musiche che dimostra ancora una volta la forza della musica popolare come voce del popolo.

Oltre a Saletti che ne è il fondatore, la formazione ha al suo interno prestigiosi musicisti come la cantante Barbara Eramo, il fiatista Gabriele Coen, il violinista Carlo Cossu, il bassista Mario Rivera e il percussionista Leo Cesari.

info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ingresso 7,00 Eu (28 novembre e 9 gennaio)

ingresso 10,00 Eu (19 dicembre, con doppio concerto e parte dell’incasso devoluto in beneficenza)

Informazioni aggiuntive

  • data inizio: Sabato, 19 Dicembre 2015
  • data fine: Martedì, 19 Gennaio 2016
  • Indirizzo: via Caterina Troiani 90 - Roma
Letto 2073 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Gennaio 2016 10:59
Show Street View
Federica Q

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.