Sono 24 le formazioni ai nastri di partenza della 21^ edizione del Mundialido. Martedì 21 maggio 2019, presso il Teatro Ghione, via delle Fornaci 37, oltre a salutare squadre e paesi partecipanti si effettueranno i sorteggi per la composizione dei gironi eliminatori e verranno illustrate le varie attività collaterali: dal concorso letterario “Il mondo in un libro” - riservato agli studenti delle scuole medie inferiori del X Municipio - a quello riservato alla miglior rappresentazione folkloristica; dal concorso fotografico “IntegrAzioni” a quello per il miglior telecronista; da Miss Mundialido al premio fair play. Ad impreziosire il programma del Gran Gala la stilista Pinda Kida, con una sfilata di moda improntata sulla contaminazione dei colori della sua Africa con i tagli e lo stile occidentale. Tutti gli incontri andranno in scena presso l'impianto Longarina Totti Soccer  (Via di Castelfusano, Ostia Antica), a partire dal 26 maggio (giornata inaugurale), sino alla finale in programma il 6 luglio 2019.

Pubblicato in Intercultura

L'Associazione Centro Astalli (ONLUS) costituisce la sede italiana del Jesuit Refugee Service (JRS), il servizio dei Padri Gesuiti per i Rifugiati, presente in circa 50 Paesi del mondo e fondato nel 1980 da Padre Pedro Arrupe per dare una risposta concreta alla sofferenza dei rifugiati. Le attività del Centro, operativo dal 1981, sono indirizzate soprattutto a richiedenti asilo politico e rifugiati. Sono circa 50 milioni coloro che negli ultimi anni sono stati costretti a lasciare il proprio paese a causa di guerre, o che sfuggono da società in cui sono perseguitati perché appartenenti a una minoranza etnica o religiosa. Nelle sue diverse sedi territoriali, l'Associazione Centro Astalli vede ogni anno accedere ai propri servizi da 8.000 a 10.000 richiedenti asilo.

Pubblicato in Rifugiati

Liberi Nantes nasce nel 2007 come l’unica associazione sportiva dilettantistica in Italia, riconosciuta dall’Unhcr, che promuove e garantisce la libertà di accesso allo sport a rifugiati e richiedenti asilo politico, offrendo a donne e uomini in fuga da paesi in guerra e da situazioni umanitarie drammatiche un’occasione unica di evasione, di recupero della dignità umana, di ricostruzione personale e dei rapporti di amicizia e di fiducia nel prossimo, sia esso il proprio compagno di squadra di calcio, o di touch rugby, così come il compagno di cammino lungo un sentiero di montagna.

Pubblicato in Rifugiati

Da oltre 10 anni la stazione Ostiense di Roma è un crocevia per migliaia di profughi in fuga dall’Afghanistan alla ricerca di una vita dignitosa. Molti di loro non desiderano stabilirsi in Italia e dopo una sosta di durata variabile proseguono verso il Nord Europa. Altri decidono di rimanere avviando un percorso di inserimento lungo e complicato. Lungo il binario 15, rimasto inutilizzato per molti anni, si è creato un insediamento spontaneo più volte rimosso dalle autorità. Dall’incontro con gli afghani di Ostiense nasce, quindi, l’associazione Binario 15, con l’intento creare uno spazio di accoglienza, civiltà e solidarietà in cui migranti in transito, richiedenti asilo politico e rifugiati possano recuperare fiducia in loro stessi e nel futuro.

Pubblicato in Rifugiati

Nel 2004 nasce il Centro Baobab, una vecchia vetreria abbandonata, situata in via Cupa 5 tra il piazzale del Verano e la stazione Tiburtina. In questi anni il centro è stato utilizzato per attività culturali e di prima accoglienza. Dal 12 giugno 2015 questa struttura è diventata un contesto di azione autogestita da parte di liberi cittadini che spontaneamente hanno prestato il loro tempo per accogliere migranti o rifugiati in transito sul territorio romano costituendo l'associazione Baobab experience. Dal 30 settembre 2016, dopo il secondo importante sgombero avvenuto a via Cupa, i volontari e attivisti di Baobab Experience hanno dato vita a un nuovo presidio presso la stazione Tiburtina.

Pubblicato in Rifugiati

L'associazione Laboratorio 53 onlus nasce nell'ottobre 2008 in seno alle attività portate avanti da anni all’interno dell’associazione Medici contro la tortura in favore dei richiedenti asilo e rifugiati. E' un'associazione di promozione sociale che ha lo scopo di offrire accoglienza e assistenza sociale ai richiedenti asilo e rifugiati, oltre a creare occasioni di incontro tra migranti richiedenti asilo e la cittadinanza italiana e sensibilizzare quest'ultima sulle tematiche inerenti al diritto di asilo.

Pubblicato in Rifugiati

Medici per i Diritti Umani (MEDU) è una organizzazione umanitaria e di solidarietà internazionale, senza fini di lucro, indipendente da affiliazioni politiche, sindacali, religiose ed etniche. Medici per i Diritti Umani, fondata a Roma nel 2004, nasce per iniziativa di un gruppo di medici, ostetriche ed altri volontari provenienti da un’esperienza associativa e umanitaria con il movimento internazionale di Médecins du Monde.
MEDU è oggi presente con gruppi associativi ed aderenti oltre che a Roma anche in altre città d'Italia.

Pubblicato in Rifugiati

Il progetto nasce nel 2018 e ha come obiettivo la riqualificazione delle competenze professionali di un gruppo di dodici beneficiari SPRAR, richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale e umanitaria, regolarmente soggiornanti a Roma, che si intende sostenere al fine dell’inserimento nel tessuto sociale e lavorativo capitolino. La sede è quella della Curia Generalizia dei Missionari Vincenziani, circa due ettari di terra in Via della Nocetta 191, dove troviamo: un orto biologico con ortaggi e verdure destinati alla vendita a km zero, un giardino delle erbe aromatiche e un vasto agrumeto con cui si producono sali e zuccheri aromatizzati in barattoli da 50 gr e marmellate biologiche per la vendita al dettaglio e online, un vivaio per la coltivazione di una preziosa e rara collezione di “Sweet pea” (piante da fiori profumatissime e rampicanti) e “Cosmos” (fiori annuali di varietà molto particolari) i cui semi provengono da alcuni vivai specializzati della Gran Bretagna

Pubblicato in Rifugiati

Refugees Welcome Italia è una associazione onlus, parte del network internazionale Refugees Welcome, nato a  Berlino nel novembre 2014, per favorire la diffusione dell’accoglienza in famiglia di richiedenti asilo e rifugiati con l'obiettivo promuovere un cambiamento culturale e un nuovo modello di  accoglienza: l’ospitalità in famiglia è il modo migliore per facilitare l’inclusione sociale dei rifugiati nel nostro Paese, contribuendo più di ogni altro intervento al superamento della dimensione di vulnerabilità e disagio e favorendo l’espressione delle  potenzialità personali, la partecipazione e il raggiungimento del  benessere.

Pubblicato in Rifugiati
Mercoledì 17 luglio alle ore 17 nella Biblioteca del Senato Giovanni Spadolini - Sala degli Atti parlamentari Piazza della Minerva, 38 avrà luogo Chi si e chi no. Il ruolo delle commissioni per il diritto di asilo in cui si terrà la presentazione del volume Voci Sospese, rapporto a cura dell’associazione Senzaconfine. L'accesso alla sala è consentito fino al raggiungimento della capienza massima.
Si ricorda che per accedere al Senato è obbligatorio l'accredito.
 
Pubblicato in Immigrazione
Pagina 28 di 36