Giovedì 15 maggio 2014 alle ore 17 in via delle Terme di Traiano 13, l'Ufficio Culturale e Scientifico Egiziano invita all'evento Mandela day. Omaggio a Nelson. La serata prevede: interventi di rappresentanti del MIUR, dipartimento Intercultura, dell’Ambasciata del Sudafrica, dell’Ambasciata dello Zimbabwe, dell’Associazione Civico 0, Mais Onlus; inaugurazione delle mostre: In_Contri, mostra di fotografia a cura di Mohamed Keita; Questo se Tu, laboratorio fotografico 1 CTP Mandela a cura del prof. A. Bernacchia; proeizione dei video Sud Africa..Viaggio solidale - Mais Onlus e Territori (In)Stabili… omaggio a Mandela - 1° C.T.P. Mandela a cura della prof.ssa M. A. Diana Olivia Balzar; esibizione di musica egiziana a cura di Zyad Trebelsi (Oud). A seguire rinfresco Italo-Egiziano.

Pubblicato in Africa

Mercoledì 17 luglio 2019 alle ore 18 presso il Caffè Baldovinetti in via Alessio Baldovinetti 8/10 Oneworldkitchen invita a una serata di degustazione di cucina egiziana, preparata da Nadia, ed accompagnata da un calice di vino consigliato dal Caffè Baldovinetti. E'necessaria la prenotazione.

Pubblicato in Africa

Rogers, pubblicato in madrepatria nel 2007 è il suo secondo romanzo di successo. Partendo dall’album The Wall dei Pink Floyd, l’autore ha creato un’opera che si colloca nel reale metropolitano contemporaneo, pur mantenendo legami con elementi leggendari e fiabeschi.
Storie, desideri visioni causate dal consumo di hashish e alcol catapultano il lettore in luoghi irreali e in situazioni fantastiche. Il muro, the wall rappresenta l’incomunicabilità, l’alienazione, la follia.

Pubblicato in Ahmed Nàgi

Un’improvvisa catastrofe naturale, cambia per sempre l’aspetto della millenaria città del Cairo. Macerie, virus e malattie devastano l’umanità, danni alle reti elettriche e alle telecomunicazioni. Bassam produce documentari di propaganda per la “Società degli Urbanisti”, dedita alla ricostruzione del Cairo. Il sottile intento della società è quello di cambiare radicalmente la struttura della metropoli, dandogli una forma futurista e commerciale.

Pubblicato in Ahmed Nàgi

L'Egitto, tra la seconda guerra mondiale e gli anni sessanta, rievocato sul filo della memoria e del sogno.
Un monologo interiore che riporta all’animo del protagonista i più bei ricordi delle ragazze di Alessandria.

Pubblicato in Edwar al-Kharrat

Un'inchiesta all'interno della nuova diaspora egiziana, composta dagli esuli di ultimissima generazione. Giornalisti, sindacalisti, artisti, medici, poeti, politici e attivisti per i diritti umani scappati dal loro Paese quando, dopo íl golpe dell'estate del 2013, i militari sono tornati al potere.

Venerdì 14 ottobre 2016 alle ore ore 20 presso il CSOA Ex Snia Viscosa, in via Prenestina 173 in occasione della VI edizione di LOGOS Festa della Parola (presso il Quadrato) si terrà la presentazione del libro Vita: istruzioni per l'uso di Ahmed Nàgi. Interverranno alla presentazione la giornalista Azzurra Meringolo (Radio3Mondo) e la traduttrice del romanzo Elisabetta Rossi.

Pubblicato in Eventi

Alla Libreria Griot, via di Santa Cecilia 1/A sabato 4 febbraio 2017, alle 18.30, Giulio Regeni, le verità che ancora ignoriamo. Lorenzo Declich racconta cosa è successo dopo il ritrovamento del corpo di Giulio Regeni a Il Cairo e a che punto sono le indagini. Domenica 5 febbraio, alle 18, l'invito è a condividere un ricordo di Gian Paolo Calchi Novati ad un mese dalla scomparsa dello studioso fondamentale per gli studi storici sull’Africa e sui processi di decolonizzazione.

Pubblicato in Eventi

Domenica 31 marzo 2019 alle 18 in via di Santa Cecilia, 1/a, GRIOT ospita una doppia presentazione sull’esilio e il ritorno, la rivoluzione e la storia in Egitto e Siria. Azzurra Meringolo Scarfoglio, autrice di Fuga dall’Egitto (Infinito edizioni) e Alia Malek, autrice de Il paese che era la nostra casa (Enrico Damiani editore) dialogano con Francesca Gnetti, giornalista di Internazionale.  

Pubblicato in Eventi

In un piccolo villaggio della campagna egiziana Sakina, Zaghlul e i loro due figli lottano come possono contro la fame. Quando in casa non c’è più niente da mangiare, Sakina fa il giro delle vicine per chiedere in prestito un po’ di pane che restituisce appena può. Il suo sogno è quello di farsi assumere come domestica nella casa grande. Zaghlul lavora due giorni sì e dieci no, ma la sua passione sono i funerali e le animate discussioni degli studenti universitari che tornano al paese per le vacanze. Un giorno si mette a filosofare con lo sheikh Radwan che lo prende a calci, scandalizzato per i suoi discorsi blasfemi sulla volontà divina. Poi lavora per due mesi dal ricco e obeso hagg ‘Abd el-Rahim, che gli confessa la sua solitudine e i suoi problemi familiari.

Pubblicato in Muhammad al-Busati
Pagina 1 di 5